HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Rotondella, Giordano (Ugl) su sequestro vasche Itrec

13/04/2018

“E’ alquanto vergognoso, certamente il protagonista principale sarà il popolo se non si avrà ultimamente certezza e chiarezza su quanto si sta consumando sulla questione dello smantellamento dell'Itrec. Non è allarmismo, e’ disprezzo verso la classe dirigente lucana che non ha fatto nulla per far conoscere al territorio la verità su quell’impianto. Oggi la nostra speranza è la Procura della Repubblica di Potenza la quale certamente farà chiarezza, avendo operato il sequestro di tre vasche di raccolta delle acque di falda e della condotta di scarico, sui reati ipotizzati nell'inchiesta riguardanti inquinamento ambientale, falsità ideologica, smaltimento illecito di rifiuti e traffico illecito di rifiuti”.
Lo dice il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “alla Procura va il nostro riconoscimento e gratitudine per l’impostazione obbligatoria ai responsabili dei siti ad adottare le indispensabili misure a tutela dell'ambiente e della salute pubbliche che fino ad oggi non erano state prese. L’Ugl aveva già anticipato di essere eventualmente pronta per riorganizzare una nuova pacifica e civile protesta contro l’ipotesi di realizzare il deposito nazionale nel territorio materano ma oggi registriamo fenomeni più pericolosi: bisogna evitare che continui lo scarico nel mare Jonio di acqua contaminata proveniente dall'impianto nucleare Itrec di Rotondella (Matera) gestito dalla Sogin oltre capire il perché del sequestro che riguarda anche l'impianto "ex Magnox", che si trova nella stessa area. Come scrive la Procura, le indagini sono cominciate dal grave stato di inquinamento ambientale causato da sostanze chimiche" - cromo esavalente e tricloroetilene, che sono cancerogene - in cui si trova la falda acquifera sottostante il sito nucleare. Le sostanze sono usate per il riprocessamento di barre di uranio-torio. Basta – tuona il segretario Giordano - non è pensabile che si possa ulteriormente gravare sulla nostra salute, dei nostri figli,la nostra terra, di un peso che non può e non deve sostenere dove alle nostre spalle già è stato pagato un tributo decisivo allo sviluppo dell'intera economia nazionale. Già la nostra comunità a livello occupazionale è in ginocchio, dopo questi brutti episodi il poco che si possiede nell’agricoltura, il mare, che rappresenta per noi un serbatoio di vita ed insieme importantissime risorse in grado di produrre benessere per le nostre famiglie, sarà definitivamente cancellato da questa orribile notizia che già ha fatto il giro del mondo. Per il bene e la salute di tutti, avendo piena fiducia nella Magistratura – conclude Giordano –, l’Ugl si augura che venga fatta immediatamente piena luce per tranquillizzare la popolazione sulle sostanze chimiche scoperte dagli investigatori nella falda acquifera che sono state utilizzate per il trattamento delle barre di uranio/torio dove le acque così contaminate dovevano essere poi trattate prima di essere smaltite ma, secondo quanto emerso dalle indagini, sono state invece sversate ‘tal quale’ nel mar Jonio partendo dalla struttura, e dopo aver attraversato alcuni chilometri che separano lo stabilimento dalla costa. Nel pieno rispetto e piena fiducia negli inquirenti, chiediamo in questo momento delicato, di essere celeri nelle indagini per non provocare irreversibili danni psicologici ai cittadini e di immagine a un territorio principalmente a vocazione turistica e agricola con conseguente perdita definitiva di migliaia di posti di lavoro”



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
10/12/2018 - Valvano (Psi): opposizione incapace, si dimettano entro il 20/01/2019

Quando non ci sono scelte politiche, come nel caso del decreto della Franconi sulla data del voto, ma la semplice applicazione di una legge, è dannoso alimentare la voglia di esprimere la propria avversità verso qualcuno, forse verso un’area politica, ma alla fine contro se ...-->continua

10/12/2018 - Hospice viggiano: Bene comune, primo passo per potenzare servizi socio-sanitari

L’intesa sottoscritta tra Regione Basilicata, Asp, Comune di Viggiano e la Fondazione ANT per l'apertura nell’ ex Clinica Nigro Pellettieri di un hospice con attività assistenziali a favore di persone affette da patologie progressive in fase avanzata, è un mom...-->continua

9/12/2018 - 9 Dicembre Giornata mondiale contro la corruzione

Il 9 dicembre si celebra la Giornata Internazionale contro la Corruzione
Indetta dalle Nazioni Unite, con lo scopo di sensibilizzare le persone su questo fenomeno distruttivo e sugli effetti che può avere nella società.

La corruzione è un fenomen...-->continua

9/12/2018 - Autismo, Gemmato (fdi): "accolto come raccomandazione il mio odg al dl bilancio"

"È stato accolto come raccomandazione il mio odg al dl Bilancio con cui si impegnava il Governo a valutare l'opportunità di aumentare le risorse del Fondo per l'Autismo per garantire la tutela costituzionale della salute, il miglioramento delle condizioni di v...-->continua

9/12/2018 - Med NoTRiv: Sindyal rinuncia all’impianto chimico di trattamento

E’ con vera soddisfazione che gli attivisti di Mediterraneo No Triv , in particolare l’avv. Giovanna Bellizzi, l’ing. Antonio Alberti e l’avv. Antonio Grazia Romano, informano tutti i cittadini Lucani , ed in particolare della Val D’Agri, che in data 23 Novemb...-->continua

9/12/2018 - Salvini si dice pronto per la Basilicata

Straordinario successo lo scorso 8 dicembre, in Piazza del Popolo a Roma, per l’evento organizzato dalla Lega del Capitano Matteo Salvini. Migliaia le persone, famiglie, donne, bimbi, che sono accorse da tutta Italia con ogni mezzo, per rispondere all’appello ...-->continua

9/12/2018 - Confesercenti: a Potenza vendite natalizie in calo tra il 10 e il 12 p.c.

Non sarà certamente il “dono natalizio” del sindaco di Potenza De Luca che rigurda la defiscalizzazione delle attività commerciali del centro storico a salvare il Natale dei commercianti potentini. E’ il commento del presidente provinciale di Potenza di Confes...-->continua






WEB TV
La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i particolari della casa dei miei genitori, per esempio. O ricordando la stanza che ho vissuto a Roma da universitaria. Ci pensavo mentre ascoltavo le parole dei cittadini di Genova che sono costretti a fare inumana sintesi di quegli oggetti. Limitando una vita intera nel tempo e nello spazio. Il tempo ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo