HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Cinghiali, Giordano (Ugl):”Provocano più danni delle calamità naturali”

12/03/2018

“E’ inaccettabile che, ripetutamente, si giochi allo scaricabarile. Servono risposte concrete e reali, non la politica del ‘forse’ e del ‘ma’. Le incursioni nei campi coltivati di cinghiali e animali selvatici nelle aziende agricole del territorio materano stanno avendo una recrudescenza senza precedenti. È necessario avviare azioni di contenimento e, in particolare, serve con estrema urgenza un piano d’intervento straordinario che attui con chiarezza il ridimensionamento del numero degli ungulati. Si rischia l’abbandono, la chiusura di imprese agricole con relativa perdita di migliaia di posti di lavoro: oltre al danno, sarebbe la beffa”.
E’ quanto sostiene il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “Duemila e 500 cinghiali abbattuti in un anno, dati dell'assessore regionale Luca Braia, sono numericamente paragonabili come ‘una goccia d’acqua rispetto all’oceano’, un’inezia e pertanto, bisogna agire subito. Le imprese agricole sono al collasso, la presenza eccessiva (e in progressivo aumento) nei fondi agricoli stanno arrecando danni irrecuperabili. Ciò è un pericolo pubblico, gli animali in moltissimi casi si trovano circolare aggressivi anche nei centri abitati. E’ necessario far partire il prima possibile una campagna informativa rivolta a tutta la cittadinanza dei comuni della provincia di Matera e non solo, con particolare attenzione alle zone più frequentate dagli ungulati al fine di sensibilizzare la popolazione ad un corretto comportamento da tenere in caso di incontro. Su tale emergenza, già intervenimmo plaudendo all’iniziativa del Sindaco di Montalbano Ionico (MT), Avv. Piero Marrese che con una coraggiosa ordinanza sindacale dispose la possibilità di catturare o abbattere i cinghiali selvatici allo stato brado, motivandola come misura a tutela della pubblica e privata incolumità se pur una sentenza della Corte Costituzionale (n. 139 del 23/05/2017) ribadisce che l’abbattimento dei cinghiali in azioni di controllo selettivo è appannaggio della Polizia Provinciale. I cittadini, i lavoratori, le aziende, il territorio, vanno tutelati: un Sindaco ha il compito di tutelare la pubblica incolumità e l’igiene pubblica. Gli ungulati oltre a mettere a rischio l’incolumità della cittadinanza, distruggono migliaia di ettari di coltivati terreni agricoli: con tutto questo dramma, sono a rischio centinaia di posti di lavoro nelle aziende agricole del materano che si vedono attaccare e distruggere non solo le piante orticole ma, anche veri e propri impianti fissi mettendo a grave rischio le produzioni stagionali. Ciò non possiamo permetterlo, allora – prosegue Giordano – per l’Ugl bene fece Marrese a ordinare l’uccisione di cinghiali anche nel paese per evitare il rischio di tutto, persone e cose: copiose e pericolose sono le presenze di branchi di cinghiali nelle aree di centri abitati e nelle aziende agricole, sempre più pericolosi perché ci s’imbatte in veri e propri branchi di animali di tutte le stazze che affamati, vagano disorientati. E’ emergenza, l’avvistamento dei branchi, provoca giustificato panico tra la gente oltre a divenire potenziali portatori di specifiche malattie infettive. Pertanto – conclude il segretario Ugl - invitiamo gli amministratori della provincia di Matera a fare come il Sindaco Marrese: si emettano ordinanze sindacali disponendo la possibilità di catturare o abbattere i cinghiali selvatici allo stato brado affinché tutti, con una scelta coraggiosa e necessaria, tutelino il territorio salvaguardando cittadini, aziende e migliaia di posti di lavoro”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
13/12/2018 - Clemente: ‘Misure concrete per arginare la povertà’

La povertà continua ad essere uno dei mali maggiori per la Regione Basilicata e gli ultimi dati Istat confermano, purtroppo, che i lucani che vivono in condizioni di assoluta precarietà continuano inesorabilmente ad aumentare. Numeri allarmanti che vedono un incremento dal 2...-->continua

13/12/2018 - Bando Bucaletto, Ater Potenza: 'il nostro impegno per smaltire le procedure'

L’Ater di Potenza ritiene necessario fare chiarezza sulla vicenda del ritardo nell’erogazione dei contributi alle famiglie che hanno lasciato la propria abitazione a Bucaletto (Potenza).
I fondi – si spiega in una nota a firma dell’amministratore Domenico ...-->continua

12/12/2018 - Pedicini (M5S): 'Fermate le trivelle con la politica della decarbonizzazione'

Il Consiglio dei Ministri ha respinto l’autorizzazione per la ricerca sull’impianto di Masseria la Rocca in Basilicata. L’annuncio è stato dato dal vicepremier Luigi Di Maio che ha anche spiegato che il Governo lancerà a breve “un nuovo piano clima-energia che...-->continua

12/12/2018 - POLESE (Pd) su Menù dei colori e integrazione migranti

“Il ‘menù dei colori’ è la migliore risposta alla politica della chiusura di Salvini”. E’ quanto afferma il segretario regionale del Partito democratico della Basilicata, Mario Polese rispetto all’iniziativa della cooperativa ‘Il Sicomoro’ a Panecotto nel Sass...-->continua

12/12/2018 - Permesso Masseria La Rocca. Lacorazza: atto coerente

Il no al permesso di ricerca di idrocarburi “Masseria La Rocca – Montegrosso” è un atto forte e coerente che va riconosciuto al Governo Conte e in particolare al Ministro Di Maio. Aldilà delle posizioni e delle appartenenze politiche quando siamo di fronte a s...-->continua

12/12/2018 - Trasporti, Giordano (Ugl):'Marrese (Pres. Prov. MT) risolverà il problema?'

“Egregio Presidente della Provincia di Matera, Avv. Piero Marrese, apprezzando il suo impegno sull’annosa questione dei pullman di cui giornalmente gli utenti dei comuni della provincia usufruiscono, esterniamo le incresciose situazioni che attanagliano il sis...-->continua

12/12/2018 - Permesso di ricerca Masseria La Rocca, Mattia: smascherata la Regione Basilicata

Questa mattina, il Consiglio dei ministri ha respinto la richiesta di proroga al permesso di ricerca petrolifera Masseria La Rocca-Montegrosso ricadente nell'area Brindisi Montagna-comune di Potenza.
L'importantissimo risultato è stato raggiunto grazie all...-->continua






WEB TV
La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i particolari della casa dei miei genitori, per esempio. O ricordando la stanza che ho vissuto a Roma da universitaria. Ci pensavo mentre ascoltavo le parole dei cittadini di Genova che sono costretti a fare inumana sintesi di quegli oggetti. Limitando una vita intera nel tempo e nello spazio. Il tempo ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo