HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Domenico Aquino del partito comunista presenta la sua candidatura

13/02/2018

Si stanno avvicinando le elezioni del 4 Marzo ed in Basilicata anche il Partito Comunista è in campo da solo e con il proprio simbolo – afferma il candidato al Collegio Uninominale Potenza-Lauria della Camera dei Deputati Domenico Aquino – una scelta di coraggio che si distanzia dalle scelte della sinistra degli ultimi anni e dal PD, che oggi è il partito più conseguente agli interessi dei grandi monopoli europei, che ha governato per cinque anni servendo gli interessi di confindustria allontanandosi ormai definitivamente dalle stanze dei lavoratori. Il nostro è un messaggio rivolto al nostro popolo, a chi ha smesso di votare perché disilluso: è ora di ricostruire un forte partito comunista.
La mia candidatura nasce dalla volontà di ridare al territorio una politica credibile, una politica che sta toccando il fondo; un esempio è proprio quanto avvenuto pochi mesi fa nel mio paese Ruoti durante la campagna elettorale per l’elezione del Sindaco dove siamo saliti alla ribalta della cronaca nazionale per quanto affermato dal Sindaco uscente Salinardi di aver scelto l’attuale sindaco Anna Scalise come prestanome per continuare a governare lui per i prossimi cinque anni ignorando gli interessi dei cittadini e della comunità. Questo è stato un atto grave nei confronti delle istituzioni, del popolo ed un insulto verso le donne che fanno politica e nel nostro partito ce ne sono tante che si impegnano con passione. Io voglio partire proprio da qui dal punto più basso che la nostra politica ha raggiunto per dare una nuova credibilità e chiamare al voto tutto il popolo della sinistra deluso. Il nostro è un programma di lotta e pone al centro gli interessi dei lavoratori e delle classi popolari. Salario minimo e piena parità salariale per spezzare la competizione al ribasso tra i lavoratori, abolizione delle forme precarie e degli appalti. Poi ci sono i diritti sociali: diritto ad una casa, alla scuola pubblica realmente gratuita ed alla sanità per tutti. Vogliamo inoltre rilanciare il lavoro e sostenere le famiglie sempre più povere nella nostra regione e fare una riforma che tuteli il nostro ambiente ed il territorio naturale della nostra regione sempre più sfruttato dalle grandi multinazionali.
Come detto in precedenza – conclude Domenico Aquino – il nostro è un programma di lotta ed ora è giunto il momento di alzare la testa e organizzarsi. Questa è l’unica soluzione. Il mio invito è rivolto a tutti i lavoratori di non farsi abbindolare dalle false promesse di tutti i partiti che solo oggi si ricordano della classe operaia per poi continuare per altri 5 anni a fare gli interessi delle banche e delle multinazionali.


Domenico Aquino
Candidato alla Camera per il Collegio Uninominale
Potenza-Lauria



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
17/08/2018 - Ospedale Villa D’agri diventerà succursale di Lagonegro

Con la bozza di atto aziendale da parte del commissario dell’Azienda Ospedaliera San Carlo si conferma la volontà di penalizzare e, a medio termine, di chiudere l’ospedale di Villa d’Agri.
Ad affermarlo è una nota del CSAIL a firma del portavoce Filippo Massaro sottoline...-->continua

17/08/2018 - Simonetti (coord. Politiche migranti) su incidente Tramutola

Il responsabile del Coordinamento Politiche Migranti Regione Basilicata, Pietro Simonetti, si è così espresso, in un comunicato, in merito al recente incidente stradale avvenuto nei pressi di Tramutola:

"Ieri, Ferragosto, attorno alle ore 12, un pulm...-->continua

16/08/2018 - Antonio Tajani cittadino onorario di Francavilla in Sinni

Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, è ufficialmente cittadino di Francavilla in Sinni. La cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria si è svolta in piazza Viceconte alla presenza di numerosi cittadini, oltre che di rappresentanti i...-->continua

16/08/2018 - La torre (FILCA CISL): 'strade lucane inadeguate ma lavori procedono a rilento'

Avviare un approfondito monitoraggio delle infrastrutture stradali lucane e accelerare i progetti di manutenzione e ammodernamento già approvati o in corso di realizzazione. A pochi giorni dalla tragedia di Genova il segretario generale della Filca Cisl Basili...-->continua

16/08/2018 - Melfi, nessun pericolo per acque potabili area industriale

"Nel mese di luglio si è diffusa la convinzione che ci sarebbe stata la contaminazione o quanto meno il pericolo di contaminazione dell’acqua potabile, in collegamento con l’inceneritore ex Fenice, localizzato nell’area di San Nicola di Melfi.

La pres...-->continua

16/08/2018 - Crollo ponte Genova: Vaccaro (UIL) e Lombardi (feneal), basta polemiche

Basta pensare ad interventi a tragedia avvenuta. Anche in Basilicata c’è ancora molto da fare e subito per mettere in sicurezza strade, territorio, scuole, edifici pubblici e case. A sostenerlo sono i segretari regionali della Basilicata della Uil Carmine Vacc...-->continua

14/08/2018 - Crollo ponte Genova, geologi: necessaria una politica di prevenzione

“Il crollo del ponte autostradale Morandi avvenuto oggi a Genova, che si sarebbe verificato per cause di natura strutturale, conferma ancora una volta la necessità di dare avvio a una svolta culturale che veda finalmente l'adozione di un vero piano nazionale d...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo