HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Domenico Aquino del partito comunista presenta la sua candidatura

13/02/2018

Si stanno avvicinando le elezioni del 4 Marzo ed in Basilicata anche il Partito Comunista è in campo da solo e con il proprio simbolo – afferma il candidato al Collegio Uninominale Potenza-Lauria della Camera dei Deputati Domenico Aquino – una scelta di coraggio che si distanzia dalle scelte della sinistra degli ultimi anni e dal PD, che oggi è il partito più conseguente agli interessi dei grandi monopoli europei, che ha governato per cinque anni servendo gli interessi di confindustria allontanandosi ormai definitivamente dalle stanze dei lavoratori. Il nostro è un messaggio rivolto al nostro popolo, a chi ha smesso di votare perché disilluso: è ora di ricostruire un forte partito comunista.
La mia candidatura nasce dalla volontà di ridare al territorio una politica credibile, una politica che sta toccando il fondo; un esempio è proprio quanto avvenuto pochi mesi fa nel mio paese Ruoti durante la campagna elettorale per l’elezione del Sindaco dove siamo saliti alla ribalta della cronaca nazionale per quanto affermato dal Sindaco uscente Salinardi di aver scelto l’attuale sindaco Anna Scalise come prestanome per continuare a governare lui per i prossimi cinque anni ignorando gli interessi dei cittadini e della comunità. Questo è stato un atto grave nei confronti delle istituzioni, del popolo ed un insulto verso le donne che fanno politica e nel nostro partito ce ne sono tante che si impegnano con passione. Io voglio partire proprio da qui dal punto più basso che la nostra politica ha raggiunto per dare una nuova credibilità e chiamare al voto tutto il popolo della sinistra deluso. Il nostro è un programma di lotta e pone al centro gli interessi dei lavoratori e delle classi popolari. Salario minimo e piena parità salariale per spezzare la competizione al ribasso tra i lavoratori, abolizione delle forme precarie e degli appalti. Poi ci sono i diritti sociali: diritto ad una casa, alla scuola pubblica realmente gratuita ed alla sanità per tutti. Vogliamo inoltre rilanciare il lavoro e sostenere le famiglie sempre più povere nella nostra regione e fare una riforma che tuteli il nostro ambiente ed il territorio naturale della nostra regione sempre più sfruttato dalle grandi multinazionali.
Come detto in precedenza – conclude Domenico Aquino – il nostro è un programma di lotta ed ora è giunto il momento di alzare la testa e organizzarsi. Questa è l’unica soluzione. Il mio invito è rivolto a tutti i lavoratori di non farsi abbindolare dalle false promesse di tutti i partiti che solo oggi si ricordano della classe operaia per poi continuare per altri 5 anni a fare gli interessi delle banche e delle multinazionali.


Domenico Aquino
Candidato alla Camera per il Collegio Uninominale
Potenza-Lauria



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
27/05/2018 - Rotonda: incontro con la senatrice M5S Agnese Gallicchio

La neo eletta al Senato nelle fila del Movimento 5 Stelle Agnese Gallicchio ha parlato questa sera in Piazza Vittorio Emanuele III. Il dibattito, per la verità di fronte a pochi interessati, ha visto anche gli interventi degli attivisti locali Pino Colaiacovo, che ha introdo...-->continua

27/05/2018 - G.Rosa su Emendamenti alla Stabilità 2018 e al bilancio pluriennale 2018-2020

Un contributo straordinario di 700.000 euro al Comune di Potenza per l'ampliamento dello Stadio Viviani e il finanziamento del fondo per le leggi di iniziativa consiliare; questi sono i due emendamenti che abbiamo presentato e che saranno discussi durante l'ap...-->continua

27/05/2018 - Protesta mancato ritiro spazzatura nelle frazioni di Avigliano

Emergenza spazzatura nelle frazioni del comune di Avigliano. Gli operatori sono impossibilitati a raccogliere e smaltire la spazzatura prevista porta a porta, perché sono stati privati dei camion che servivano per la raccolta e il trasporto della spazzatura. N...-->continua

27/05/2018 - Rotonda: il Pd manifesta per il mancato accordo per la Galdo – Pollino

La sezione Pd di Rotonda ha deciso “all’unanimità” di “intraprendere a breve – si legge in un volantino – una forte azione di protesta mobilitativa”. La votazione è avvenuta ieri, durante una Direzione che ha visto l’elezione come segretario, per il secondo an...-->continua

27/05/2018 - Bolognetti:‘’Il veto ‘politico’ del Quirinale è una forzatura e un errore''

Il Presidente della Repubblica, sia chiaro, non è "Arbitro" ma "Garante". Pannella avrebbe risposto così a chi pensa di assistere a una partita di calcio. Avrebbe risposto così e avrebbe avuto ragione.
Il veto “politico” che il Quirinale sta esprimendo ne...-->continua

27/05/2018 - Bolognetti: ‘Su Savona Mattarella sta commettendo un grave errore’

No, ma dai!!! Adesso tirate in ballo "la pressione partitocratica sul Quirinale". Per favore, senso della misura, please! Posso dirlo senza essere associato a chicchessia? Nel 1958, Don Luigi Sturzo parlava di occupazione partitocratica delle Istituzioni. Era ...-->continua

26/05/2018 - Grande partecipazione al gazebo ‘Le Tue idee, la Nostra forza’

Grande partecipazione al gazebo ‘Le Tue idee, la Nostra forza’ di Fratelli d’Italia organizzato a Potenza, nella centralissima via Pretoria. Numerosissime le schede compilate dai potentini che dimostrano la voglia dei cittadini di partecipare attivamente alle ...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo