HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Cia-agricoltori: innovazione per un futuro sostenibile

12/02/2018

Con le assemblee provinciali di Potenza e di Matera della Cia-Agricoltori Italiani, il “Sindacato del Territorio”, si innova e si appresta a misurarsi e governare le nuove sfide che riguardano il comparto agricolo e rurale anche in Basilicata.
Lo snodo delle future sfide dell’agricoltura e del nostro territorio di Basilicata totalmente a vocazione rurale, risiede nella capacità di coniugare, produttività (produrre alimenti sufficienti e di qualità), competitività (fornire il giusto reddito agli Agricoltori), sostenibilità (tutelare il capitale naturale e le sue risorse), questo nuovo paradigma deve basarsi su due rilevanti capisaldi, le innovazioni (digitali, ricerca, organizzativa, sociale ecc.), il legame con i territori, fattori che consentono nuovi equilibri e rinnovata centralità dell’impresa agricola nelle filiere.
La nuova governance della Cia-Agricoltori di Basilicata, testimone dei valori e della storia della Confederazione, radicata nel territorio coniuga un e che celebra il 40ennale di vita associativa, si basa sulle due strutture provinciali, si articola su 6 Poli di servizi 4 a Potenza e 2 a Materia e 18 strutture zonali (12 in provincia di Potenza e 6 in quella di Matera) e oltre 40 uffici comunali, oltre ad un coordinamento regionale che ha funzioni di raccordo dell’azione sindacale e di progetto rurale, con tutte le sue articolazioni di sistema, dalle Associazioni di persone Donne, Giovani e Pensionati, i Gie (Gruppi di interesse economico per comparto di prodotto) e gli Istituti e le società di servizi, guarda e intende governare il cambiamento e attuare i processi di consolidamento dell’azienda agricola nelle campagne lucane.
Al centro restano gli uffici comunali front office erogatori di servizi alle comunità locale e il primo luogo di confronto e di azione. Sono questi i principi ribaditi nelle assemblee provinciali di Potenza e di Matera che si sono chiuse, nello scorso fine settimana, con l’elezione delle Giunte Provinciali: a Matera, è stato eletto Presidente Giuseppe Stasi, produttore ortofrutticolo del meta pontino, Lucrezia Digilio Vice Allevatore di Ferrandina e Celestino Viti Componente cerealicoltore di Matera, a Potenza il Presidente è Giannino Lorusso produttore zootecnico di Avigliano; Michele Bove vice con azienda zootecnica in Val d’Agri e Paolo D'Andrea, componente serricoltore e produttore di funghi di Acerenza.
L’obiettivo centrale dell’evoluzione organizzativa – è stato spiegato - è sintetizzabile intorno ai temi impresa-territorio-mercato e oggi sempre più nel paradigma innovazione e sostenibilità, attraverso l’impegno a continuare a lavorare per offrire soluzioni sempre più concrete e vicine ai fabbisogni reali degli ‎imprenditori agricoli, attraverso servizi mirati, innovativi e integrati e in grado di dare prospettive e futuro ai nostri territori. Perché i servizi e la consulenza sono alla base di una efficace e moderna un'organizzazione imprenditoriale, e noi dobbiamo governare la complessità, efficientare i servizi, semplificare le procedure di processo e di prodotto.

Il progetto di semplificazione, sostenibilità e rafforzamento della Confederazione – si sottolinea nella nota – è una risposta alle profonde trasformazioni presenti nella società, nell’economia e nella politica, che richiedono radicali modifiche anche nella rappresentanza. La Confederazione italiana agricoltori pone al centro della sua azione l’imprenditore agricolo e promuove i valori dell’impresa agricola fondata sui principi della democrazia economica e rappresenta gli interessi degli imprenditori agricoli che operano nel mercato dei prodotti dei beni alimentari e dei servizi connessi all’attività agricola; dalla propria attività ricavano reddito per se e per la propria
famiglia; contribuiscono allo sviluppo economico, al benessere sociale ed alla tutela del territorio e dell’ambiente. Impresa giovane e ricambio generazionale sono fattori nodali per costruire il futuro dell’agricoltura.
La nostra mission – si afferma nel documento - è far crescere la confederazione all'interno del panorama della rappresentanza italiana senza mai dimenticare la nostra base e le nostre radici, ovvero gli Agricoltori rafforzando la capacità di essere resilienti, trovando la nostra cifra distintiva: essere un'organizzazione moderna e innovativa che incontra le esigenze degli Associati, che si fa promotrice di un'azione sindacale utile, non solo in termini di elaborazione propositiva,ma pratica capace di mettere al centro del proprio agire l’impresa agricola rendendola competitiva, sostenibile e sicura.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
21/10/2018 - Legge elettorale. Lacorazza: ha vinto il cambiamento

Con buona pace di tutti si vota con la riforma elettorale approvata dal Consiglio Regionale l'11 agosto.
Con buona pace di tanti con il cambiamento della legge elettorale non si sarebbe potuto votare a novembre. Adesso si definisca la data, si condivida la scelta e si e...-->continua

20/10/2018 - Rinnovato il Consiglio Regionale dei Tecnologi Alimentari

Nella sede di Potenza si sono tenute le votazioni per il rinnovo del Consiglio Regionale dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Basilicata e Calabria, per il triennio 2018/2021.
La lista numero 2, capeggiata da Laura Mongiello (attuale presidente) ha prev...-->continua

20/10/2018 - Lucani in Usa grandi iniziative

Sottoscritto l’accordo con Ellis Island, inaugurata la sede della San Rocco Society di Montescaglioso, riconoscimenti a Ron Galella ed Arisa, testimonial del Festival della Musica Italiana con la Basilcata e Matera Capitale della Cultura Europea 2019 protagon...-->continua

20/10/2018 - La comunità del Parco del Pollino rinnova la fiducia al presidente Pappaterra

Rinnovata la fiducia al Presidente del Parco, Domenico Pappaterra. Con una votazione unanime dei 56 presenti su 61 rappresentanti, la Comunità del Parco Nazionale del Pollino, riunitasi a Castrovillari per una valutazione dell’attività dell’ Ente a seguito...-->continua

20/10/2018 - Parco Pollino: le dichiarazioni di Fiore alla comunità del parco

Si è riunita a Castrovillari la Comunità del Parco, durante la partecipata seduta sono state ricordate le vittime della tragedia del Raganello dello scorso 20 agosto.
Hanno partecipato alla seduta, accanto al presidente del Parco del Pollino Pappaterra, a...-->continua

19/10/2018 - Matera:richiesta risposte dalle Ass.ni Consumatori

Le Associazioni dei Consumatori della Basilicata: Unc, Adoc, Tutor, Adiconsum, Adusbef, Lega Consumatori, Acu, Federconsumatori, Codacons, Codici, Cittadinanzattiva, Casa del Consumatore, Altroconsumo, Polidream, Confconsumatori e i loro rappresentanti lega...-->continua

19/10/2018 - Malattie rare, Franconi: le azioni della Regione

Ricerca e medicina a confronto in un convegno oggi promosso dal Centro di coordinamento che fa capo al dipartimento Politiche della Persona
Una malattia può definirsi rara se colpisce non più di 5 persone ogni 10 mila. L’80 per cento di quelle patologie ha...-->continua






WEB TV
La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i particolari della casa dei miei genitori, per esempio. O ricordando la stanza che ho vissuto a Roma da universitaria. Ci pensavo mentre ascoltavo le parole dei cittadini di Genova che sono costretti a fare inumana sintesi di quegli oggetti. Limitando una vita intera nel tempo e nello spazio. Il tempo ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo