HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

M5S: Inizio campagna elettorale domani in Basilicata

12/01/2018

Inizia domani anche in Basilicata la campagna elettorale del M5S per le elezioni politiche del 4 marzo.
Sarà una campagna ricca di proposte e contenuti. Aperta alle energie migliori della regione e proiettata verso il futuro e verso le cose da fare. Non a caso domani sera al Grande Albergo di Potenza verrà presentato il programma nazionale del M5S e verrà dato spazio ad una serie di testimonianze della società civile lucana che hanno deciso di condividere il progetto di cambiamento del M5S.
Inoltre, ci sarà anche un momento di raccolta fondi per la campagna elettorale che si svolgerà presso il Centro Icaro del Pantano di Pignola. Tutti i cittadini, insieme ai portavoce del M5S lucano, dalle ore 21.00 potranno trascorrere una bella serata con buffet, drink e musica, offrendo un contributo di 15 euro a persona.
Rispetto alla presentazione del programma nazionale del M5S, particolare attenzione viene data agli aspetti che riguardano i costi della politica, uno dei temi più sentiti dai cittadini e dal M5S.
Ecco cosa accadrebbe con il M5S al governo: la politica sarebbe solo al servizio dei cittadini, ci sarebbe uno stop a sprechi e a spese facili, i parlamentari sarebbero trattati come dei cittadini comuni. Infatti, i nuovi deputati e senatori avrebbero uno stipendio di 3.000 euro netti e i cittadini potrebbero controllare come spenderebbero i contributi che il Parlamento versa loro semplicemente consultando i siti web di Camera e Senato.
La pensione dei parlamentari sarebbe equiparata a quella di tutti i cittadini: età pensionabile fissata a 67 anni e assegno calcolato in base ai contributi versati durante l’arco di tutta la vita lavorativa. I condannati per reati come abuso d’ufficio, perderebbe il diritto all’assegno, così come tutti gli ex parlamentari condannati e riabilitati. Non avrebbero più l’assegno di fine mandato, ma solo il Tfr come tutti gli altri cittadini. Verrebbe abolita l’immunità parlamentare.
Tutte queste misure si stima che farebbero risparmiare ai cittadini oltre 110 milioni di euro all'anno, senza considerare i risparmi che deriverebbero dal ricalcolo di tutti i 2.600 vitalizi degli ex parlamentari.
Inoltre, i parlamentari che decidessero di spostarsi in un altro gruppo perderebbero i contributi previsti per i gruppi. Non esisterebbe più lo scandalo dei ‘portaborse’ in nero, sfruttati dai parlamentari: tutti gli assistenti avrebbero regolari contratti con le Camere di appartenenza dei loro assistiti. Verrebbero eliminati i mega stipendi dei dipendenti del Parlamento. Verrebbero tagliati del 20 per cento i fondi destinati ai gruppi parlamentari. Non esisterebbe più un autoparco per ogni Camera, ma una convenzione per il car sharing. Non esisterebbero più le auto blu e le auto ma solo un servizio ben razionalizzato.
Infine, verrebbe avviata la riforma che porterebbe, nella legislatura successiva, a dimezzare il numero di deputati e senatori eletti da 945 a 473.
Tutte queste misure si stima che farebbero risparmiare ai cittadini altri 65 milioni di euro all'anno senza considerare i risparmi che deriverebbero dal dimezzamento del numero dei parlamentari.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
16/07/2018 - Nuova Italia-Basilicata su prossime elezioni Regionali Basilicata

Il primo incontro, su iniziativa di singole persone, avvenuto sabato scorso a Maratea e le continue sollecitazioni che prevengono innanzitutto da Forza Italia, Lega e FdI per dare priorità alla definizione di un programma di cambiamento alternativo al centrosinistra e dopo, ...-->continua

15/07/2018 - Visita Di Maio, Robortella: polemica politica strumentale

“Le affermazioni del ministro Di Maio rilasciate a Matera in merito alla sanità lucana dimostrano, per l’ennesima volta, che il governo della propaganda continua a prediligere il fare campagna elettorale, riversando tutte le proprie energie nella polemica poli...-->continua

15/07/2018 - Lega Basilicata: Di Maio sembrava regalare caramelle per ottenere consenso

"Liberare e andare a governare la Basilicata con persone competenti, capaci e un programma serio, questo il messaggio che come Lega stiamo cercando di trasmettere ai lucani. L' intervento di Di Maio a Matera è sembrato fuori tema rispetto ai reali problemi che...-->continua

15/07/2018 - Braia:fragole, Basilicata in prima linea per sollecito al Ministero della Salute

“Sostegno assoluto al comparto fragola e ai suoi operatori. Consegneremo entro domani, per i tramite del Presidente pro-tempore della Giunta Regionale Favia Franconi che martedì incontrerà il Ministro per la salute, una nota della Regione Basilicata. Presenter...-->continua

15/07/2018 - POLESE (Pd) su visita Di Maio a Matera: 'Si vergogni'

E’ arrivato il momento che Luigi Di Maio diventi adulto, assumendosi le sue responsabilità e spogliandosi dei panni da strillone di provincia. Non è più, o almeno non solo, il portavoce, o “capo” del Movimento 5 stelle. Di Maio è ministro e vice presidente del...-->continua

15/07/2018 - Mancata attivazione convenzione campagna A.I.B.( antincendio boschivo)

Le scriventi OO.SS., hanno rappresentato con largo anticipo le preoccupazioni e le peculiarità sulla nuova campagna boschiva 2018 attraverso l’invio di note ai diversi “Enti” competenti sulla materia, a valle dell’esperienza di quella appena trascorsa (2017), ...-->continua

14/07/2018 - Ministero Ambiente: Via per pozzo petrolifero 'Alli 2'

Nella Concessione di coltivazione idrocarburi Val D'Agri il ministero dell’ambiente ha avviato la Valutazione di Impatto Ambientale per la perforazione e messa in produzione del pozzo "Alli 5" , Il progetto prevede la perforazione e la messa in produzione del ...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo