HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Gioco azzardo in Val d’Agri: ass. Bene comune Viggiano riaccende l’allarme

12/01/2018

Dopo gli allarmanti dati diffusi sulla spesa nel 2016 dei cittadini della Val d’Agri per il gioco d’azzardo cosiddetto “legalizzato” rinnoviamo l’attenzione su questo tema che non si può assolutamente delegare ad organismi della magistratura come sta accadendo per il “caso” della sala giochi di Marsicovetere. Lo sostiene l’Associazione Bene Comune Viggiano che aggiunge: non è possibile ridurre la questione a qualche centinaia di metri in più o in meno di distanza di una sala giochi rispetto a strutture sociali. Se l’Agenzia Agipronews fa il suo mestiere per tutelare le imprese (in gran parte ditte individuali) che si occupano della gestione delle sale giochi, noi tutti – istituzioni locali e scolastiche, associazioni, famiglie, ecc. – dobbiamo occuparci di svuotare le sale di giocatori che, come riferiscono i dati ufficiali, hanno speso in Val d’Agri ben 23 milioni di euro con percentuali tra giocate che variano da qualche centinaio di euro pro-capite agli oltre 2.200 euro pro-capite di Marsicovetere-Villa d’Agri dove comunque si concentrano giocatori anche extraregionali. Dati che cozzano con la realtà socio-economica delle famiglie della valle, il rapporto giocate Pil famiglie e il fenomeno della povertà. Sarà la Corte Costituzionale a pronunciarsi sulla legittimità della legge regionale ma intanto – dichiara Vittorio Prinzi, presidente dell’Associazione – attiviamo ogni forma di prevenzione, specie nei confronti di anziani-pensionati e giovani – che sono le categorie sociali più esposte al Gioco d’Azzardo Patologico e contestualmente azioni di contrasto. Indipendentemente dalla pronuncia della Corte Costituzionale, il Piano presentato dalla Regione rappresenta uno strumento strategico per prevenire e contrastare il fenomeno secondo un’articolazione programmatica che consentirà di coordinare e integrare gli interventi su tutto il territorio regionale e sviluppare un’azione sinergica ai diversi livelli di responsabilità e competenza.
Attraverso il Piano la Regione recepisce i principi del Piano Nazionale, si impegna a conseguire gli obiettivi prefissati e a porre in essere le necessarie attività, in collaborazione con tutti gli attori (pubblici-Aziende sanitari e privati – Comunità terapeutiche e associazioni) che a vario titolo sono impegnati nella prevenzione e nel contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e del fenomeno della dipendenza grave.
Ai fini del perseguimento degli obiettivi della legge regionale – è scritto nella nota – bisogna intensificare la collaborazione con Enti locali, Comuni prima di tutto, istituzioni scolastiche, Aziende del servizio sanitario regionale, associazioni riconosciute pubbliche o private, operanti nella lotta alle dipendenze del gioco di azzardo.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
19/10/2018 - Mattia (M5S) su divieto di utilizzo dell'acqua potabile a Matera

Non è possibile! Da stamattina, un nuovo e gravissimo problema sta colpendo Matera, la città che nel 2019 sarà la Capitale europea della Cultura e avrà i riflettori addosso di tutta Europa.
Ora ci sono anche problemi di acqua potabile dovuti al divieto ordinato dal sinda...-->continua

19/10/2018 - Braia: Rendina, positivo incontro al MIT che autorizza 1 Meuro

“Positivo l'incontro di ieri. Il Ministero dei Trasporti e il Ministero Agricoltura, dando seguito alle pregresse richieste del Consorzio di Bonifica, entro 10 giorni autorizzeranno lo stesso consorzio a utilizzare circa 1 milione di euro del finanziamento es...-->continua

19/10/2018 - Angela Bisogno M5s sul rimpasto giunta a Melfi

Il sindaco di Melfi, Livio Valvano, sta preparando un rimpasto della giunta comunale, un rimpasto dal sapore di vincolo elettorale.
Alla fine l'animo del socialista Livio Valvano è venuto fuori.
Se Melfi sperava uscisse fuori l’animo nobile di un socia...-->continua

19/10/2018 - Progetto interregionale UE “Inside Out EU”, visita studio Pamplona per internazi

Sesta visita studio nei giorni scorsi nella città di Pamplona, in Spagna, nell’ambito del progetto “Inside Out EU” del Programma di cooperazione Interreg Europe 2014-2020 finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale 2014-2020. Presente per la Regione...-->continua

19/10/2018 - Leggieri M5s sul Turismo ferroviario

Il Consiglio Regionale ha approvato qualche mese fa un ordine del giorno da me proposto sul Turismo ferroviario connesso al disegno di legge “Collegato alla legge di stabilità regionale 2018”.
In quella occasione è stata formalmente impegnata la Giunta reg...-->continua

19/10/2018 - UILFPL Abolire vincolo su assunzioni personale sanitario

La UIL FPL condivide la richiesta della Vice presidente e Assessore alle politiche per la persona,fatta nel corso della conferenza Stato-Regione alla Ministra della Salute,Giulia Grillo,circa la necessità di ricevere per intero le risorse del Fondo sanitario ...-->continua

19/10/2018 - Consegnati i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della SP 18 “OFANTINA”

Adeguamento funzionale e messa in sicurezza: sono stati consegnati i lavori di sistemazione della S.P. 18 “Ofantina”. Il costo complessivo del progetto ammonta a 400 mila euro.
Ne dà notizia il Presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi.
L’...-->continua






WEB TV
L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con un presentimento di sconfitta. Angela Ferrara no. Lo dimostrava con i fatti, non con le parole. Anche se le parole erano compagne preziose. Quelle con le quali Angela amava giocare per raccontare il mondo attraverso la bellezza della poesia e attraverso i suoi racconti. Quelle che, in queste ore, ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo