HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Caos Tari: il governo produce fake news e alimenta caos sulla tassa rifiuti

6/12/2017

Ancora nessuna chiarezza sulle seconde case sfitte nel medesimo Comune con il Governo che utilizza sentenze della Cassazione che non c’entrano nulla con ciò che i 5 Stelle richiedono. Mentre si attende il decreto che permetterebbe uno sconto del 20% della tassa rifiuti per i cittadini

“Le vere fake news continuano ad arrivare dal Governo che alimenta ancora il caos. Quando, nell’interpellanza di pochi giorni fa, chiedemmo lumi sul pagamento della quota variabile della Tari relativo a una seconda casa sfitta nello stesso comune di residenza, l’Esecutivo ci rispose con il riferimento a una sentenza della Cassazione, la 8383 del 2013, che è risultato del tutto errato. Quel pronunciamento, infatti, è relativo alla vicenda di un contribuente che in realtà aveva due immobili in due città diverse. Insomma, le magre figuracce del Governo Gentiloni sul caos Tari continuano”. A dichiararlo è il deputato Giuseppe L’Abbate che con il collega Alberto Zolezzi è tornato ad interrogare il Ministero dell’Ambiente sulla tassa rifiuti durante il question time tenutosi oggi, mercoledì 6 dicembre, a Montecitorio.

“Si tratta di condizioni non assimilabili. Infatti, un conto è il comportamento di un comune che conosce anche la mia situazione residenziale e familiare. Un altro è la condotta del Sindaco che impone la Tari sulla seconda casa senza avere contezza del mio nucleo e dunque parte da un calcolo presuntivo degli occupanti in base ai metri quadri – spiega L’Abbate (M5S) – Oggi il Governo, ancora una volta, non ci ha detto nulla di concreto su un pasticcio che invece ha bisogno di chiarezza, magari anche con un intervento normativo. L’unico aspetto di merito confermato – prosegue il deputato pugliese 5 Stelle – è che Tari e Tares funzionano sulle stesse regole, ecco perché presenteremo un’interrogazione in commissione per far pressione sull’estensione dei rimborsi anche al 2013”.

Un altro salasso per i cittadini deriva poi dall’atavico inadempimento del ministero dell’Ambiente per cui accade che sia in vigore un’errata applicazione del regime di assimilazione di rifiuti industriali ai rifiuti urbani e relativa spalmatura delle detrazioni Tari riconosciute ai soggetti economici sulle utenze civili. “Una vetreria e un appartamento con gli stessi metri quadri pagano la stessa tariffa dei rifiuti. Ma si può ben capire che la produzione e il relativo costo del servizio siano molto differenti – dichiara il deputato Alberto Zolezzi (M5S), membro della Commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti – Il Governo dovrebbe varare un apposito Decreto assimilazione: anche il Tar Lazio si è espresso in tal senso, ma sono trascorsi i 120 giorni del termine imposto e il ministero dell’Ambiente tace ancora. I contribuenti potrebbero risparmiare ben il 20% della tassa!”.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
23/02/2018 - Bolognetti: ‘la terra dei cachi’

Non so se quello che viene riferito dai giornali sul candidato Caiata corrisponda a verità o sia una bufala. Ma so, e senza timore di poter essere smentito, che stiamo assistendo alla più brutta campagna elettorale della storia repubblicana. Una campagna che rischia di finir...-->continua

23/02/2018 - Unione Nazionale consumatori lancia 'bolletta giusta'

L’Unione Nazionale Consumatori, a livello Nazionale, ha lanciato una campagna on line : “bolletta giusta”, sostenuta anche dalla sede dell’unione Nazionale consumatori di Matera (Presidente Avv. E.Filippelli) per richiamare l’attenzione pubblica sui numerosi ...-->continua

23/02/2018 - Antonio Guglielmi UILFPL su rinnovato il CCNL

Finalmente anche per gli operatori della sanità è stato rinnovato il CCNL. Dopo un lungo negoziato (durato circa 27 ore) e a distanza di nove lunghi anni, oltre 600 mila lavoratori, di cui più di 5 mila in Basilicata, potranno beneficiare di un incremento cont...-->continua

23/02/2018 - Viabilità, La Torre (Filca Cisl) su Piano manutenzione strade provinciale

Il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, sollecita l’apertura di un tavolo di confronto con le Province di Potenza e Matera sul decreto del ministro Delrio che ha ripartito nei giorni scorsi i fondi per la manutenzione delle strade...-->continua

23/02/2018 - Forum 'Stefano Gioia': sindacati, Mercure e altri inganni

Si è riunito il 19 febbraio scorso il “Tavolo” MISE/Osservatorio Ambientale sulla centrale del Mercure. Quello, per intenderci, il cui funzionamento è finanziato da ENEL con centomila euro l’anno (!), e i cui componenti (Ente Parco, Regione Calabria e Basilica...-->continua

23/02/2018 - SMS:dichiarazione di Elisa Laraia

Raccontare Silvana Arbia è emozionante. In questa campagna elettorale concitata tra appuntamenti, discussioni affrontiamo ogni giorno argomenti difficili, tra questi quelli di cui avremo occasione di discutere a Potenza nell’appuntamento di sabato 24 febbraio ...-->continua

23/02/2018 - Latronico (Noi con l'Italia) su programma Mezzogiorno

“Non proponiamo alcuna promessa miracolistica, proponiamo invece un preciso programma di governo con proposte quali una intelligente riduzione fiscale, investimenti in infrastrutture, sostegno alle famiglie e alle piccole e medie imprese, un piano straordinar...-->continua




SPAZIO ELETTORALE A PAGAMENTO



WEB TV
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo