HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

M5S: su ennesima mancanza numero legale del consiglio regionale di Basilicata

6/12/2017

All’indomani delle elezioni del nuovo segretario del PD lucano, c’è l’ennesima dimostrazione della totale disattenzione e mancanza di rispetto della maggioranza pittelliana verso i lucani. Per Pittella, Polese e soci, evidentemente, contano solo i problemi interni al Partito Democratico lucano. Problemi di equilibri tra correnti e spartizione di poltrone che stanno paralizzando da mesi l’attività del Consiglio Regionale e la macchina amministrativa: uno spettacolo indegno e inaccettabile soprattutto quando in discussione ci sono atti che interessano i cittadini e non i sodali del sistema pittelliano. La Giunta regionale ritiene di poter procedere ancora nella navigazione a vista sotto la bandiera del “tutto a posto”: uno stile di governo che condanna la Basilicata alla deriva.

Esausti per la lotta interna al PD, gli esponenti della maggioranza hanno deciso di ridurre al minimo i lavori del Consiglio, privandoci della possibilità di discutere di provvedimenti importanti scritti solo nell’interesse del popolo lucano. Sul senso di responsabilità continua a prevalere l’ingordigia delle correnti e fazioni interne al PD e delle altre “microcomponenti” della maggioranza: si ripetono assenze tattiche che fanno mancare i numeri in aula consiliare, nel corso delle sedute, paralizzando le prerogative ispettive e legislative dei consiglieri soprattutto di opposizione.

Purtroppo, anche in questa seduta, non c’è stato il tempo per discutere e far votare la nostra mozione sul futuro di Fca di San Nicola di Melfi e la nostra proposta di legge c.d “Zero Privilegi”. Anche se a parole, tutti mostrano di essere sensibili verso queste tematiche care al Movimento 5 Stelle ma, nei fatti, la vecchia classe politica lucana appare essere interessata esclusivamente alla propria sopravvivenza.

I cittadini lucani con il fardello quotidiano, sempre più gravoso di problemi che portano sulle spalle, devono rassegnarsi ad attendere tempi migliori, mentre gli avvoltoi della politica nostrana terminano il loro pasto con quello che rimane della carcassa regionale.

Sarebbe probabilmente opportuno che, considerata la conclamata impossibilità di continuare a espletare compiutamente il proprio mandato, Pittella ne traesse le conseguenze, dimettendosi, e ponendo la parola “fine” a questo esasperante e puerile “gioco delle parti”. Per i lucani, vittime di decenni di malgoverno, sarebbe la sospirata liberazione dal giogo della malapolitica.

Solo con il M5S alla guida della Regione si avrà la possibilità di far governare la Basilicata ai cittadini, esautorando i ras di partito e le note e fameliche lobby e multinazionali di ogni sorta.



Gianni Perrino

Gianni Leggieri

Portavoce M5S Basilicata – Consiglio Regionale



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
23/02/2018 - Bolognetti: ‘la terra dei cachi’

Non so se quello che viene riferito dai giornali sul candidato Caiata corrisponda a verità o sia una bufala. Ma so, e senza timore di poter essere smentito, che stiamo assistendo alla più brutta campagna elettorale della storia repubblicana. Una campagna che rischia di finir...-->continua

23/02/2018 - Unione Nazionale consumatori lancia 'bolletta giusta'

L’Unione Nazionale Consumatori, a livello Nazionale, ha lanciato una campagna on line : “bolletta giusta”, sostenuta anche dalla sede dell’unione Nazionale consumatori di Matera (Presidente Avv. E.Filippelli) per richiamare l’attenzione pubblica sui numerosi ...-->continua

23/02/2018 - Antonio Guglielmi UILFPL su rinnovato il CCNL

Finalmente anche per gli operatori della sanità è stato rinnovato il CCNL. Dopo un lungo negoziato (durato circa 27 ore) e a distanza di nove lunghi anni, oltre 600 mila lavoratori, di cui più di 5 mila in Basilicata, potranno beneficiare di un incremento cont...-->continua

23/02/2018 - Viabilità, La Torre (Filca Cisl) su Piano manutenzione strade provinciale

Il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, sollecita l’apertura di un tavolo di confronto con le Province di Potenza e Matera sul decreto del ministro Delrio che ha ripartito nei giorni scorsi i fondi per la manutenzione delle strade...-->continua

23/02/2018 - Forum 'Stefano Gioia': sindacati, Mercure e altri inganni

Si è riunito il 19 febbraio scorso il “Tavolo” MISE/Osservatorio Ambientale sulla centrale del Mercure. Quello, per intenderci, il cui funzionamento è finanziato da ENEL con centomila euro l’anno (!), e i cui componenti (Ente Parco, Regione Calabria e Basilica...-->continua

23/02/2018 - SMS:dichiarazione di Elisa Laraia

Raccontare Silvana Arbia è emozionante. In questa campagna elettorale concitata tra appuntamenti, discussioni affrontiamo ogni giorno argomenti difficili, tra questi quelli di cui avremo occasione di discutere a Potenza nell’appuntamento di sabato 24 febbraio ...-->continua

23/02/2018 - Latronico (Noi con l'Italia) su programma Mezzogiorno

“Non proponiamo alcuna promessa miracolistica, proponiamo invece un preciso programma di governo con proposte quali una intelligente riduzione fiscale, investimenti in infrastrutture, sostegno alle famiglie e alle piccole e medie imprese, un piano straordinar...-->continua




SPAZIO ELETTORALE A PAGAMENTO



WEB TV
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo