HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Mediterrano no scorie. Incidente Basentana: l'olio esausto e' ancora tutto lì?

13/11/2017

Il giorno 7 novembre avevamo subito segnalato la gravita dell’incidente accaduto sulla Basentana all’altezza dell’incrocio tra Salandra e Grassano e dove un’autocisterna che trasportava olio esausto si è ribaltata e svernando il rifiuto pericoloso sulla strada e di conseguenza nelle cunette.
( fonte:clicca per l'articolo su sassilive.it
).
Non era difficile immaginare l’enorme impatto che la perdita di rifiuti estremamente pericolosi avrebbe avuto per l’ambiente eppure dal reportage di JonicaTV (https://www.youtube.com/watch?v=pU7slVNSvHE&feature=youtu.be) apprendiamo che il rifacimento dell’asfalto è stato eseguito seppur con grave disagio per il traffico interrotto per molte ore ma, purtroppo, l’olio esausto che si è svernato nelle cunette è rimasto ancora lì.
Dal video emerge chiaramente la presenza di macchie nere in grande quantità nelle cunette ai lati della carreggiata.
Si tratta di terreno inquinato che nessuno ha rimosso e che rimane lì, situazione che è  estremamente pericolosa perché con il sopraggiungere delle piogge il rifiuto pericoloso potrebbe espandersi ancor di più.
Si deve intervenire con urgenza e immediatezza rimuovendo il terreno contaminato per scongiurare altri e più pericolose conseguenze per l’ambiente, per la salute dei cittadini ma anche per la loro sicurezza.
Inoltre, la denuncia del Sindaco di Salandra che precisa di non essere stato in alcun modo informato della gravità dell’accaduto, evidenzia l’anomalia tutta Lucana e relativa al continuo corto circuito tra le istituzioni.
Eppure i Sindaci sono la massima autorità sanitaria e dovrebbero sapere sempre cosa accade nel loro territorio soprattutto quando si tratta di questioni che possono avere impatti per la salute e la sicurezza dei cittadini.
Non è più possibile rinviare l’attuazione del Piano dei Trasporti dei rifiuti pericolosi che transitano sulle strade lucane al fine di consentire a tutti i Sindaci di avere una puntuale e rigorosa informazione e soprattutto per poter garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini e quindi anche la loro salute.
Il terreno contaminato dal ribaltamento dell’autocisterna che trasportava olio esausto, la mancata tempestiva informazione ai sindaci, il fatto che il terreno contaminato sia ancora lì dimostra che in Basilicata vi è assoluta approssimazione nell’affrontare situazioni estremamente pericolose.
Intanto, la Regione deve dare subito informazioni puntuali alle istituzioni locali e ai cittadini in merito ai tempi di bonifica del terreno e soprattutto deve procedere immediatamente al monitoraggio delle falde acquifere e dei terreni.
L’autorità giudiziaria dal canto suo, dovrebbe verificare le responsabilità non solo dell’incidente ma anche delle eventuali omesse informazioni in materia di sicurezza per i cittadini e di tutela per l’ambiente.

MEDITERRANO NO SCORIE ( già Mediterrnaneo No triv)



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
9/12/2018 - 9 Dicembre Giornata mondiale contro la corruzione

Il 9 dicembre si celebra la Giornata Internazionale contro la Corruzione
Indetta dalle Nazioni Unite, con lo scopo di sensibilizzare le persone su questo fenomeno distruttivo e sugli effetti che può avere nella società.

La corruzione è un fenomeno sociale, poli...-->continua

9/12/2018 - Autismo, Gemmato (fdi): "accolto come raccomandazione il mio odg al dl bilancio"

"È stato accolto come raccomandazione il mio odg al dl Bilancio con cui si impegnava il Governo a valutare l'opportunità di aumentare le risorse del Fondo per l'Autismo per garantire la tutela costituzionale della salute, il miglioramento delle condizioni di v...-->continua

9/12/2018 - Med NoTRiv: Sindyal rinuncia all’impianto chimico di trattamento

E’ con vera soddisfazione che gli attivisti di Mediterraneo No Triv , in particolare l’avv. Giovanna Bellizzi, l’ing. Antonio Alberti e l’avv. Antonio Grazia Romano, informano tutti i cittadini Lucani , ed in particolare della Val D’Agri, che in data 23 Novemb...-->continua

9/12/2018 - Salvini si dice pronto per la Basilicata

Straordinario successo lo scorso 8 dicembre, in Piazza del Popolo a Roma, per l’evento organizzato dalla Lega del Capitano Matteo Salvini. Migliaia le persone, famiglie, donne, bimbi, che sono accorse da tutta Italia con ogni mezzo, per rispondere all’appello ...-->continua

9/12/2018 - Confesercenti: a Potenza vendite natalizie in calo tra il 10 e il 12 p.c.

Non sarà certamente il “dono natalizio” del sindaco di Potenza De Luca che rigurda la defiscalizzazione delle attività commerciali del centro storico a salvare il Natale dei commercianti potentini. E’ il commento del presidente provinciale di Potenza di Confes...-->continua

8/12/2018 - Fim Cisl, lunedì 10 dicembre a Matera convegno sul futuro del lavoro

Come sarà il lavoro del futuro? Quali saranno le competenze necessarie per non restare esclusi dalla quarta rivoluzione industriale? E come dovrà cambiare il sindacato per rappresentare le nuove forme del lavoro? Sono alcune delle domande che saranno al centro...-->continua

8/12/2018 - Agricoltura: ecco le novità previste dalla legge di bilancio

Fermo pesca, catasto ortofrutticolo, controlli antifrode, riduzione accise per i birrifici artigianali, apicoltura nonché sostegno alla filiera del legno e al contrasto alla Xylella. Il deputato L’Abbate (M5S) illustra le misure approvate dalla Camera per il p...-->continua






WEB TV
La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i particolari della casa dei miei genitori, per esempio. O ricordando la stanza che ho vissuto a Roma da universitaria. Ci pensavo mentre ascoltavo le parole dei cittadini di Genova che sono costretti a fare inumana sintesi di quegli oggetti. Limitando una vita intera nel tempo e nello spazio. Il tempo ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo