HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

L’assessore Cifarelli: garantire sicurezza nelle scuole

12/10/2017

“Quanto è accaduto negli ultimi tempi con gli atti vandalici e furti in alcuni istituti scolastici della regione e, in particolare, di Matera accresce la preoccupazione di tutti perché indebolisce il sistema lucano della formazione e dell’istruzione che, al contrario, va sempre più sostenuto ed aiutato”.
Lo ha detto l’assessore regionale alla Formazione, Roberto Cifarelli, che questa mattina ha partecipato a un incontro tenutosi nella sede dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Matera per affrontare insieme ai rappresentanti delle altre istituzioni questa emergenza. Oltre a Cifarelli hanno partecipato Rosaria Cancelliere Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Matera, Michele Casino, Assessore alle Infrastrutture del Comune di Matera, Pasquale Costante in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale, Filippo Squicciarini Ispettore Polizia Postale di Matera, Vincenzo Fiore Dirigente Regione Basilicata, e i dirigenti scolastici Michele Ventrelli dell’Istituto Comprensivo Pascoli , Maria Rosaria Santeramo Istituto Comprensivo Minozzi – Festa e Angela Martulli dell’Istituto Torraca.
“Il mondo della scuola – ha aggiunto Cifarelli - è oggetto di attenzione particolare da parte della Regione Basilicata. In particolare, si stanno realizzando investimenti importanti nel campo delle infrastrutture digitali considerato che sono stati destinati circa 10 milioni di euro per 122 scuole lucane per la realizzazione di classi 2.0”.
Il proficuo confronto e la disponibilità delle Istituzioni ed Enti presenti questa mattina, ha portato ad individuare le possibili contromisure da mettere in campo: attrezzare le scuole di radioallarmi e videocamere installati all’ingresso degli Istituti e delle aule/laboratorio, applicare a tutti gli apparecchi (pc, tablet, e altro) uno speciale software di controllo hardware in grado di segnalare, attraverso la rete, l’esatta posizione di quell’apparecchio informatico, anche in caso di computer smembrato. Di conseguenza, le soluzioni individuate vanno rese coerenti con le risorse economiche da reperire e necessarie per offrire più sicurezza e più tranquillità agli operatori scolastici e alle famiglie.
“Nell’auspicio che contromisure di questo tipo possano rappresentare un forte deterrente nei confronti di episodi così deprecabili, ci auguriamo – ha concluso Cifarelli – che in un immediato futuro, gli Istituti Scolastici vengano vissuti esclusivamente come soggetti promotori di formazione e cultura, centri attivi di socialità e di inclusione. Il futuro dei nostri figli dipenderà da quanta “buona scuola” riusciremo a trasmettere”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
19/10/2017 - Sanità: oggi incontro a Lauria promosso dal Partito Democratico

Questo pomeriggio alle ore 18.00 a Lauria si terrà l'incontro "Sostenibilità del sistema salute. Sanità tra ospedale e territorio: opportunità e aspettative alla luce del riordino del Servizio Sanitario Regionale della Basilicata" , presso la Saletta Convegni (Ex Discoteca) ...-->continua

19/10/2017 - Adoc Basilicata offre assistenza per rimborso per ritardi di Poste italiane

Poste Italiane provvederà al rimborso delle spese di spedizione per i ritardi rispetto agli obiettivi stabiliti per ogni prodotto, nonché ovviamente per danneggiamento, perdita o smarrimento della spedizione, riconducibili agli eventi che hanno portato al bloc...-->continua

18/10/2017 - Agricoltura: ecco le novità previste con la revisione della PAC

Pronto per la votazione del 9 novembre al Parlamento europeo il Regolamento Omnibus della Politica Agricola Comune. Per L’Abbate (M5S), “raggiunti importanti obiettivi ma manca la visione futura della PAC post 2020”

La revisione di medio termine della...-->continua

18/10/2017 - 'Muro della speranza': dipartimento programmazione risponde a Rosa

In riferimento al comunicato stampa del consigliere Rosa (FdI) sul progetto il "Muro della Speranza" si precisa quanto segue.
L'Ufficio Programmazione della Regione Basilicata ha inteso accogliere l'utilità dell'iniziativa ritenendo positivo il coinvolgim...-->continua

18/10/2017 - Coldiretti: per il latte scatta obbligo etichetta made in italy

L’invito ai consumatori lucani è di verificare l'obbligo di indicazione di origine del latte
E’ ormai definitivo l'obbligo di indicare obbligatoriamente in etichetta l'origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari come burro, formaggi, yogurt per impe...-->continua

18/10/2017 - G.Rosa sulla realizzazione di un murales,monumeto all'invasione

“Le dittature del '900 si impadronirono della semantica monumentale, gestendo la retorica del ricordo di pietra.”, scriveva qualcuno. È il culto della personalità, idolatria sociale che passa attraverso il dominare le menti per dominare un popolo. Una specie d...-->continua

18/10/2017 - LEGGIERI (M5s): le verità nascoste dell’Ospedale di Melfi

Il consiglio comunale aperto che si è svolto nei giorni scorsi a Melfi è stata l’ennesima occasione per il nostro Presidente di Regione per portarsi avanti con la campagna elettorale e soprattutto per raccontare frottole ai cittadini lucani. Un consiglio comun...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo