HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Canterino FdI-AN sulla festa della CGIL

12/09/2017

L’ultima festa della CGIL tenutasi fino a domenica scorsa, a Potenza, per quanto reclamizzata con ogni possibile mezzo (finanche centinaia di bandiere “abusive” infisse in tutta la città), conferma la morte del sindacato come luogo di difesa e di promozione del lavoro. Una festa disertata dai lavoratori, alla quale hanno assistito quasi esclusivamente anziani, e che si è movimentata solo all’apertura degli eventi musicali.

Non siamo sorpresi del fatto che la CGIL abbia oramai un aspetto così rugginoso e impopolare. Aver sostenuto o tollerato quasi tutte le riforme degli ultimi governi (e tutte le sciagurate decisioni del governo regionale) ha fatto allontanare dal sindacato - e dall'importantissimo ruolo che esso dovrebbe interpretare - i giovani, gli operai, i precari, i lavoratori autonomi, ecc. Cioè chi necessita di maggiore tutela in questo periodo di forte crisi. Difatti, solo combattendo l'erosione di salari e guadagni di questi soggetti è possibile non solo restaurare la giustizia sociale, ma anche dare nuovo impulso all'economia, ricostituendo quella classe media che (un tempo) era la base della ricchezza nazionale.

Purtroppo, le uniche battaglie che la CGIL ancora patrocina - con grande energia, bisogna riconoscerlo - sono quelle legate agli immigrati, ai LGBT e alla cannabis; il che, evidentemente, non basta per attirare i lavoratori. A ciò si aggiunga che la CGIL Basilicata è del tutto complice del “sistema” che governa la Regione, mentre poche persone libere - tra cui certamente i militanti e i simpatizzanti di Fratelli d'Italia - denunciano quotidianamente lo sfascio economico, la mancanza di programmazione e di sviluppo, e l'utilizzo di risorse pubbliche per fini elettorali che sta distruggendo le nostre comunità.

Consigliamo vivamente ai vertici della CGIL (ma anche agli altri sindacati) di farsi un esame di coscienza e di dare spazio al rinnovamento dei propri quadri dirigenti. Soprattutto, consigliamo ai responsabili della CGIL lucana di portare nelle sedi romane del sindacato l'esempio del degrado del "Modello Basilicata", il dramma della povertà crescente, la disoccupazione dilagante, la tragedia dell'emigrazione del capitale umano rappresentato dai nostri giovani, l'abbandono dell'agricoltura e dell'industria, le difficoltà del terziario, le tangenti per lavorare, lo sfruttamento salariale, il caporalato, le congestioni del modello FCA, l’insalubrità ambientale che costerna il lavoro, ecc. Azioni necessarie affinché si apra finalmente il dibattito su un europeismo critico e ragionato, per riconsiderare le politiche liberiste che impoveriscono i lavoratori, per studiare ed implementare un nuovo modello di società sostenibile, e per tornare finalmente ad essere parte attiva della dialettica socio-economica, ruolo che oramai non ci appartiene da tempo.

Potenza, 11/09/2017

Giuseppangelo Canterino, Responsabile Dipartimento “Politiche del Lavoro” Fratelli d’Italia-AN Basilicata



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
19/09/2017 - Lettera a Mattarella: 'Più attenzione alle Guardie Mediche'

Egregio Presidente Sergio Mattarella, penso nella mia infinita modestia che Lei non verrà mai a conoscenza della presente; ciò nonostante vorrei farLe presente alcune situazioni imbarazzanti che riguardano i presidi delle guardie mediche.
L’occasione mi si presenta dopo ...-->continua

19/09/2017 - Scuola: garantire la sicurezza degli edifici scolastici

Interrogazione M5S al ministro dell’Istruzione per chiedere l’adozione di misure chiare a tutela dell’incolumità degli alunni ed a garanzia del ruolo dei Dirigenti, in un sistema normativo che vede gravare su di loro una responsabilità eccessiva sulla sicurezz...-->continua

19/09/2017 - Ryanair: Adoc pronta a fornire assistenza a clienti per voli cancellati

Oltre 2.000 voli in cancellazione entro la fine di ottobre per la compagnia irlandese Ryanair, con conseguenti disagi per oltre 350mila passeggeri. L’ADOC, in collaborazione con AIAV, offrirà assistenza a tutti i clienti per ottenere rimborsi e compensazioni. ...-->continua

19/09/2017 - M5S Potenza su trasporto pubblico

Sembra che la politica cittadina ruoti e dipenda in maniera significativa dal trasporto pubblico. E su questo tema che pendono indagini della magistratura, accordi, scandali, scontri, boicottaggi e così via. L'ultimo esempio lo si è visto nella commissione ded...-->continua

19/09/2017 - Cigo Fca, Fim: preoccupati ma consapevoli delle potenzialità di Melfi

"C'è una preoccupazione fisiologica per il nuovo ciclo di cassa integrazione annunciato oggi da Fca, ma siamo anche consapevoli delle grandi potenzialità che Melfi può esprimere su scala globale". Questo il commento a caldo del leader della Fim lucana Gerardo ...-->continua

19/09/2017 - Assessore Pietrantuono su dimissioni da consigliere regionale

Il rappresentante dell’esecutivo ha motivato in Consiglio la sua decisione di lasciare l’incarico elettivo nel parlamentino lucano per dedicarsi unicamente al lavoro in giunta

“Le mie dimissioni da consigliere regionale hanno come prima motivazione...-->continua

19/09/2017 - Regione, al via oggi le giornate dell’innovazione

“Basilicata Ultra Veloce” è il tema dell’incontro che si è svolto oggi nell’Aula Magna del Campus universitario di Macchia Romana, a Potenza, e ha dato avvio alle “Giornate dell’innovazione” in programma fino al prossimo 30 ottobre, con l’obiettivo di far cono...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo