HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Ugl e Cittadinanza Attiva sul carcere di Matera

18/08/2017

“Conosciamo bene le problematiche e le difficoltà delle persone che quotidianamente lavorano nel carcere di Matera: è solo grazie alla dedizione che operatori socio-sanitari, educatori e agenti della polizia penitenziaria mettono nel loro lavoro che l’istituto di via Cererie ha potuto sopportare un cronico sovraffollamento e un’insostenibile carenza di personale. Oggi però, come denunciato con forza, incessantemente e quotidianamente dal segretario regionale dell’Ugl Basilicata polizia Penitenziaria, Giovanni Grippo, la situazione deve essere affrontata con risolutezza e per questo chiederemo un sollecito interessamento da parte del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, dal Viceministro dell'Interno, Sen. Filippo Bubbico e dal Prefetto. Dott.ssa Antonella Bellomo”.
A dichiararlo sono il Presidente regionale di Cittadinanza Attiva, dr.ssa Maria Antonietta Tarsia e del Segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano.
“Nonostante le continue segnalazioni fatte dal sindacalista Ugl Grippo, dalle richieste inoltrate dalla segreteria nazionale Ugl polizia Penitenziaria, le condizioni del carcere di Matera non sono cambiate. Chiediamo un imminente incontro con il Prefetto di Matera, per confrontarci sulle responsabilità che ha la dirigenza: gli operatori e i detenuti vivono in condizioni disperate ognuno per il proprio ruolo, e non mancheremo di riportare con celerità a Roma i problemi riscontrati. Sappiamo - proseguono Tarsia e Giordano - di non raccogliere consensi ricordando che il carcere oltre ad essere il luogo dove dev’essere scontata la pena per gli errori commessi, non può che essere anche la sede in cui preparare i detenuti al reinserimento nella società. Nonostante Grippo abbia più volte segnalato alle competenti autorità le condizioni strutturali del carcere e le insicure condizioni in cui lavorano i poliziotti penitenziari, a oggi non è assolutamente cambiato nulla. Siamo preoccupati poiché alla carenza del personale si potrebbe aggiungere quindi anche una non corretta distribuzione dello stesso e ciò potrebbe pregiudicare la sicurezza dell’istituto e soprattutto la sicurezza dei poliziotti stessi, costretti oltretutto a lavorare in ambienti poco salubri e senza adeguati sistemi di sicurezza personale e di areazione nei posti di servizio oltre che, a turni massacranti. Non è più rinviabile un incontro con le istituzioni. Al prefetto, e ai vertici istituzionali italiani vorremmo chiedere e sapere sul come mai non si raccolgono le denunce e le molteplici segnalazioni fatte dalla Segreteria Regionale Ugl Polizia Penitenziaria in merito alla carenza di personale e lo svolgimento stressante del servizio all’interno della struttura con la copertura di tre posti di servizio e più. Inoltre, ci preme conoscere le motivazioni su quanto registrato in un nuovo paradosso: non si è potuto assicurare il colloquio di sostegno psicologico ad alcuni detenuti per il tramite della Dott.ssa psicologa, la quale tale mancata prestazione è già avvenuta nei giorni scorsi a causa della carenza di personale. A tutto questo, si è aggiunto il danno alla figura professionale in questione: la Dott.ssa Psicologa ha dovuto affrontare il viaggio da Policoro (MT) al Carcere di Matera con andata e ritorno di un totale di 150 chilometri senza poter svolgere il suo lavoro e con costi che vanno sicuramente ad incidere sulle spese dei cittadini. Anche per questo allora - concludono Tarsia e Giordano – l’Ugl e Cittadinanza Attiva chiedono chiarezze e risposte, è necessario assicurare ai professionisti che vi operano le migliori condizioni di lavoro, perché è soprattutto nel loro impegno che dobbiamo confidare per scongiurare che chi esce dal carcere debba tornarvi rapidamente dopo aver commesso nuovi reati”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
24/06/2018 - Iallorenzi:i cittadini di Satriano sono un bancomat elettorale

I Cittadini di Satriano sono diventati un bancomat per la giunta che amministra il paese. Lo dico dal 2013, le scelte in materia finanziaria e contributiva su alcuni ambiti quali, Rifiuti e servizi a domanda semplice, hanno tassato i cittadini di Satriano piu’ di quanto acca...-->continua

23/06/2018 - I lavori del consiglio comunale di Pisticci

Il Consiglio Comunale di Pisticci si è riunito a Marconia per una seduta ordinaria incentrata su ben nove punti all’ordine del giorno: la massima assise cittadina si è aperta con un minuto di silenzio per la prematura scomparsa di un giovane pisticcese, travol...-->continua

23/06/2018 - Il parco risponde all’ennesimo attacco di Legambiente

“L’attenzione riservata da Legambiente Basilicata, e dal responsabile delle aree protette, al Parco Nazionale dell’Appennino Lucano è giunta ormai ai livelli della insostenibilità, sia per le falsità con le quali si riempiono giornali e dossier (nei quali l’as...-->continua

22/06/2018 - L’Ordine dei Giornalisti della Basilicata su scomparsa di Leonardo Sacco

La scomparsa di Leonardo Sacco lascia un vuoto enorme nel mondo della cultura in Basilicata.
Studioso, giornalista, ma soprattutto memoria storica e coscienza critica di Matera, della Basilicata, del Mezzogiorno d’Italia, Sacco è stato un grande testimone ...-->continua

22/06/2018 - Comitato Metasiris: parte anche la raccolta firme su Change.org

“Ciò che è emerso dalla risposta della Rai al Consigliere Regionale Gianni Leggieri è una verità che da tempo stiamo evidenziando. Tante persone, senza ragione ma per voci non fondate e non sancite da alcun atto formale, davano per scontato il Capodanno a Veno...-->continua

22/06/2018 - Psr: due milioni di euro ai Comuni, firmati i decreti della misura 7.4

“Si parte con l’attuazione delle 21 progettualità finanziabili con le risorse appostate relative ai servizi nei comuni. Firmati oggi i decreti di concessione della Misura 7.4 del Psr Basilicata 2014-2020”.
Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche a...-->continua

22/06/2018 - ‘La Provincia di Potenza non dimentichi la periferia dell'impero’

E' la storia di sempre che si ripete. Più lontani si è dal sole e meno ci si conta. E la Provincia di Potenza e suoi comuni di competenza non sfuggono a questa ferrea legge del "sole che scalda chi è più vicino".
Se poi mettiamo che Terranova del Pollino è...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo