HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Basilicata. PO FESR 2014-2020, approvato pacchetto sanità digitale

12/08/2017

Una sanità sempre più digitale. Servizi informatizzati per poter disporre tempestivamente di dati e documenti a portata di un click. A disposizione oltre 15 milioni di euro rinvenienti da risorse del Programma Operativo Fesr Basilicata 2014-2020. La Giunta regionale ha approvato un pacchetto di delibere riguardanti il settore sanitario. Quattro i provvedimenti licenziati dal governo regionale: il fascicolo sociale, l’operazione “Rete Radio Unitaria Regionale”, la realizzazione della centrale operativa nell’ambito dell’operazione di Telemedicina e il fascicolo sanitario elettronico. Si tratta di operazioni di digitalizzazione dei processi amministrativi e di diffusione di servizi ai cittadini tecnologicamente innovativi. Per la realizzazione del fascicolo sociale sono stati stanziati 2,5 mln di euro a valere sull’Asse II “Agenda digitale” Azione 2C.2.2.1. Alle informazioni già contenute nel SISB, il Sistema Informativo Sociale Regionale (come numero di asili nido, presidi residenziali socio-assistenziali e ad integrazione socio-sanitaria, assistenza domiciliare e flusso sperimentale sui minori stranieri) si aggiungeranno altri dati (come le relazioni sociali periodiche, la misurazione della soddisfazione di utenti ed operatori; la prima social survey sui bisogni sociali delle famiglie e della popolazione anziana) contribuendo alla conoscenza dei bisogni sociali, del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali potendo così disporre di dati necessari alla programmazione, alla gestione e alla valutazione delle politiche sociali. Attuatore dell’operazione sarà la Regione Basilicata. Per l’operazione “Rete Radio Unitaria Regionale” l’importo complessivo ammonta a 12 mln di euro di cui 6mln sul Por Fesr Basilicata 2014-2020 e 6 mln sui fondi Fsc. L’intervento consentirà l’ammodernamento e il potenziamento della rete di prima emergenza territoriale in aree non urbane finalizzate alla riorganizzazione e al miglioramento del servizio di primo soccorso (sistema di gestione delle emergenze sanitarie 118), assicurando anche una infrastruttura di comunicazione digitale unica della Protezione civile. Per la realizzazione del progetto di telemedicina finalizzato ad una più efficiente integrazione ospedale- territorio, a disposizione dell’Azienda sanitaria di Potenza 800 mila euro per la realizzazione di un’infrastruttura “abilitante” necessaria per realizzare e rendere fruibili alla cittadinanza servizi di e-governement sanitario e di telemedicina. L’intervento prevede la realizzazione di una centrale operativa da realizzarsi presso la sede dell’ospedale di Venosa a servizio del sistema di telemedicina, alla quale affluiranno tutti i dati provenienti dai kit di rilevazione dei parametri vitali, sia quelli consegnati ai pazienti che quelli in dotazione al personale ADI. L’intervento consiste, quindi, nella realizzazione dei lavori per l’allestimento della struttura per la centrale operativa, l’arredo di detti locali, l’impiantistica primaria, la fornitura e l’installazione delle dotazioni informatiche. Si garantiranno così prestazioni di qualità ai pazienti attraverso uno strumento per la gestione telematica: dalla dimissione dall’ospedale alla ammissione nel setting assistenziale domiciliare, compresi la gestione informatizzata dei trattamenti e il monitoraggio dei parametri vitali a domicilio.
Per l’operazione Fascicolo sanitario elettronico regionale, una sorta di raccolta di documenti e file conservati in digitale che consentono di tracciare l’intera storia clinica di un paziente, sono stati stanziati 6 mln di euro. L’operazione consentirà di sostituire con un click la vecchia cartella clinica comportando una semplificazione dei dati ed essendo digitale e disponibile online, sarà fruibile, in qualsiasi momento e attraverso qualunque dispositivo, da ogni soggetto abilitato ad accedervi (medici di famiglia, pediatri, specialisti autorizzati, pazienti).



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/07/2018 - Sanità, Ugl Matera: “Continueremo ad abbaiare alla luna”

“La sanità lucana risulta fanalino di coda tra le Regioni italiane, come evidenziato da un Rapporto de la Repubblica in riferimento ai tempi di risposta alle chiamate del 118. Questo dato negativo si aggiunge ai lunghi tempi di attesa per l’erogazione delle prestazione sanit...-->continua

20/07/2018 - Rocco Tauro -FdI.Consorzio di Bonifica: Governo regionale imbranato!

"Annus horribilis" questo anno 2018 per il governo regionale.
Dopo il ritardo nella approvazione del bilancio di previsione corrente, dopo il terremoto giudiziario, ancora nel suo momento più vivo, e tante altre disavventure, altra mazzata micidiale per lo...-->continua

19/07/2018 - Fca, Spera (Ugl): “Importante accordo per Pomigliano d’Arco e Nola”

“Oggi, presso il ministero del Lavoro, è stato raggiunto un importante accordo per la proroga degli ammortizzatori sociali di ulteriori 12 mesi per gli stabilimenti FCA di Pomigliano D’Arco e Nola”.
Lo afferma il Segretario Generale Ugl Metalmeccanici, An...-->continua

19/07/2018 - Sequestro eliambulanze: riunione operativa presieduta da Franconi

La vice presidente e assessore alle Politiche della Persona della Regione Basilicata, Flavia Franconi, ha presieduto questo pomeriggio a Potenza una riunione operativa convocata d’urgenza a seguito del sequestro preventivo disposto dalla Procura della Repubbli...-->continua

19/07/2018 - L’Abbate (M5S) su direttiva UE pratiche commerciali sleali

Audizione del vicepresidente della Commissione Agricoltura Ue De Castro alla Camera dei Deputati. L’Abbate (M5S): direttiva che va nella giusta direzione di difesa della parte debole della filiera alimentare, gli agricoltori

Si è tenuta nelle commissi...-->continua

19/07/2018 - Valvano (Melfi)-inceneritore Rendina ex Fnice: forse siamo di fronte a una svolt

“Finalmente una buona notizia sull’inceneritore di Melfi. Dopo numerosi scontri, contenziosi, denunce e richieste di sequestro che Io stesso ho presentato all’autorità giudiziaria (l’ultima segnalazione risale al 04/05/2018), il provvedimento di sequestro disp...-->continua

19/07/2018 - Fenice, Bolognetti: Bene sequestro impianti

Non posso che plaudire alla decisione del Gip del Tribunale di Potenza, che ha disposto il sequestro degli impianti di messa in sicurezza e bonifica dello stabilimento Rendina Ambiente, ex Fenice. Meglio tardi che mai, verrebbe da aggiungere. Da quasi venti an...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo