HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Gli incendi e il Je Accuse del Forum 'Gioia' contro la Centrale dell'Enel

14/07/2017

Il Forum ‘Stefano Gioia ha inviato una lettera aperta al Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra, ai Presidenti della Giunta Regionale della Regione Calabria e Basilicata Gerardo Mario Oliverio e Marcello Pittella e all’Assessore Ambiente della Regione Calabria Antonella Rizzo.
“Le scene apocalittiche, da inferno dantesco, che stiamo vedendo in questi giorni su tutti i canali televisivi, fanno stringere il cuore. Incendi sterminati, che sterminano un Bene Comune, rappresentato dal patrimonio boschivo nazionale; distruggono case; uccidono persone. Criminalità –individuale e organizzata- e inefficienza –di oggi e di ieri, come l’abolizione del Corpo Forestale dello Stato - fanno a gara nel peggiorare una situazione davvero tragica. Nè a spiegare –e tantomeno a giustificare- il tutto, basta certo una estate torrida, che appare -anziché un detestabile comprimario-, un inaccettabile alibi. Soprattutto per quelle aree, e il Parco Nazionale del Pollino è una di queste, che maggiormente dovrebbero essere tutelate e che investono risorse economiche –con che risultati ?-nella prevenzione, e che, proprio per questi motivi, non possono certo limitarsi a sperare solo in estati tiepide o nello “stellone italico”. Né, chi il Parco dirige, può gloriarsi di presunti successi e sorvolare su evidenti disastri. Non è così che funziona, o, almeno, non è così che dovrebbe funzionare.
In questo drammatico frangente, il Presidente dell’Ente Parco Pollino, Pappaterra (ma anche tutti quegli altri Enti e Istituzioni che da ENEL ricevono cospicue rimesse in denaro - a nostro parere non dovuti e, per legge, non erogabili) può far finta, ancora una volta, di dimenticarsi che, nel cuore del Parco, vive un “mostro” che divora 350.000 tonnellate di boschi all’anno: la centrale a biomasse dell’ENEL della valle del Mercure. Boschi, la maggior parte dei quali, come ENEL stessa informa, provenienti dall’area Parco e dalla Regione Calabria.
A questo punto si impone una iniziativa, seppur minimale (l’obiettivo rimane e rimarrà sempre la chiusura definitiva e lo smantellamento della centrale del Mercure): una moratoria che blocchi, l’attività della centrale, almeno fino al pronunciamento del Consiglio di Stato sulla liceità dell’autorizzazione concessa dalla Regione Calabria. Già questo costituirebbe una, seppur minimale, forma di ristoro per il nostro stremato patrimonio boschivo. Se anche questa richiesta fosse ignorata e disattesa, sarebbe l’ennesima prova di subalternità e acquiescenza agli interessi di pura e predatoria speculazione economica di ENEL e di completo disinteresse verso i diritti e gli interessi delle popolazioni del Mercure e di tutta la Calabria”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
25/04/2018 - Monitoraggio: l’arma spuntata di Pittella, una commissione d’ indagine

Pittella non si è mai speso per rendere efficiente il sistema di monitoraggio e, oggi, fa finta di interessarsene. Quindi, quale migliore strumento per procrastinare la ricerca di responsabilità di una bella ed inutile commissione d’inchiesta?

Quando c’è un’emergenz...-->continua

25/04/2018 - Festa della Liberazione, il messaggio di Patriciello

“Il 25 aprile è una giornata di festa che appartiene a tutti gli italiani che tengono alla libertà. Una giornata di ricordo, certo, ma anche e soprattutto di impegno per il presente e per il futuro: l'emblema e la presa di coscienza dei valori fondanti della n...-->continua

24/04/2018 - PD Francavilla: il Commercio è morto

Gli ultimi anni in Italia, ma in particolare al Sud sono stati di crisi profonda, la realtà commerciale ed artigianale di Francavilla non ne è stata immune, anzi. Se prima la collocazione geografica ci avvantaggiava affidandoci il ruolo di “centro commerciale ...-->continua

24/04/2018 - G.Rosa su risparmio medicinali

Quanti soldi si potrebbero risparmiare facendo gare d’appalto a livello regionale per i farmaci? Molti. Ma per il centrosinistra i tagli alla spesa pubblica sono solo quelli che incidono sui diritti dei cittadini.

Il 20 dicembre 2017 abbiamo interroga...-->continua

24/04/2018 - Itrec Rotondella, le conclusioni di Pietrantuono

Intervenendo a chiusura del dibattito in Consiglio sull’impianto posto sotto sequestro l’assessore regionale all’Ambiente ha auspicato un approfondimento della questione evitando di creare confusione su temi complessi



In un nuovo intervento...-->continua

24/04/2018 - Comitato Jonico Acqua Pulita:emergenza rientrata ma noi andiamo avanti

Come ormai noto, l’emergenza acqua oggi è ufficialmente “rientrata” per Policoro, quantomeno per il serbatoio “Acinapura”, il che ci consente di tornare ad utilizzare regolarmente l’acqua potabile, e questo è un bene per tutti (mentre l’utilizzo del serbatoio ...-->continua

24/04/2018 - Erogazioni in agricoltura. Ieri incontro presso Agea

Il Presidente della Regione, Pittella e l’assessore all’agricoltura, Braia, assieme alle associazioni di categoria hanno partecipato nel pomeriggio di ieri ad un incontro a Roma con i vertici di Agea per rintracciare soluzioni tese a velocizzare il sistema de...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo