HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Gli incendi e il Je Accuse del Forum 'Gioia' contro la Centrale dell'Enel

14/07/2017

Il Forum ‘Stefano Gioia ha inviato una lettera aperta al Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra, ai Presidenti della Giunta Regionale della Regione Calabria e Basilicata Gerardo Mario Oliverio e Marcello Pittella e all’Assessore Ambiente della Regione Calabria Antonella Rizzo.
“Le scene apocalittiche, da inferno dantesco, che stiamo vedendo in questi giorni su tutti i canali televisivi, fanno stringere il cuore. Incendi sterminati, che sterminano un Bene Comune, rappresentato dal patrimonio boschivo nazionale; distruggono case; uccidono persone. Criminalità –individuale e organizzata- e inefficienza –di oggi e di ieri, come l’abolizione del Corpo Forestale dello Stato - fanno a gara nel peggiorare una situazione davvero tragica. Nè a spiegare –e tantomeno a giustificare- il tutto, basta certo una estate torrida, che appare -anziché un detestabile comprimario-, un inaccettabile alibi. Soprattutto per quelle aree, e il Parco Nazionale del Pollino è una di queste, che maggiormente dovrebbero essere tutelate e che investono risorse economiche –con che risultati ?-nella prevenzione, e che, proprio per questi motivi, non possono certo limitarsi a sperare solo in estati tiepide o nello “stellone italico”. Né, chi il Parco dirige, può gloriarsi di presunti successi e sorvolare su evidenti disastri. Non è così che funziona, o, almeno, non è così che dovrebbe funzionare.
In questo drammatico frangente, il Presidente dell’Ente Parco Pollino, Pappaterra (ma anche tutti quegli altri Enti e Istituzioni che da ENEL ricevono cospicue rimesse in denaro - a nostro parere non dovuti e, per legge, non erogabili) può far finta, ancora una volta, di dimenticarsi che, nel cuore del Parco, vive un “mostro” che divora 350.000 tonnellate di boschi all’anno: la centrale a biomasse dell’ENEL della valle del Mercure. Boschi, la maggior parte dei quali, come ENEL stessa informa, provenienti dall’area Parco e dalla Regione Calabria.
A questo punto si impone una iniziativa, seppur minimale (l’obiettivo rimane e rimarrà sempre la chiusura definitiva e lo smantellamento della centrale del Mercure): una moratoria che blocchi, l’attività della centrale, almeno fino al pronunciamento del Consiglio di Stato sulla liceità dell’autorizzazione concessa dalla Regione Calabria. Già questo costituirebbe una, seppur minimale, forma di ristoro per il nostro stremato patrimonio boschivo. Se anche questa richiesta fosse ignorata e disattesa, sarebbe l’ennesima prova di subalternità e acquiescenza agli interessi di pura e predatoria speculazione economica di ENEL e di completo disinteresse verso i diritti e gli interessi delle popolazioni del Mercure e di tutta la Calabria”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/07/2017 - Arpab / Regione, Rosa: vergognosa pantomima

19 Luglio 2017, Pittella e Iannicelli, seduti uno vicino all’altro come due compagnucci di scuola, hanno rassicurato i cittadini lucani sulla riapertura del COVA “tutto regolare. Tutto a posto”. Anzi, hanno assicurato che ci sarà un presidio costante da parte di Arpab nella ...-->continua

20/07/2017 - Giunte comunali senza donne: diffide a tre comuni lucani

La Consigliera regionale di parità, Avv. Ivana Enrica Pipponzi, proseguendo nella sua attività di disamina della composizione delle Giunte nelle amministrazioni comunali che hanno votato nell’ultima tornata elettorale, nella giornata di ieri ha provveduto ad i...-->continua

20/07/2017 - Regione: luci ed ombre nella delegazione trattante

Dopo varie sollecitazioni, finalmente ieri si è riunita la delegazione trattante, nel corso della quale sono emerse luci ed ombre sulle tante problematiche che riguardano il personale regionale.
Un dato positivo riguarda le economie di risorse che possono...-->continua

20/07/2017 - Corriere Spot. Ramunno:Apt oltre Potenza dimentica Vulture e Laghi di Monticchio

In merito alla questione sollevata dal Consigliere Comunale di Potenza Alessandro Galella, circa la totale assenza della città capoluogo di regione all’interno dell’inserto del Corriere dello Sport, finanziato dalla Regione Basilicata e dall’APT per fare promo...-->continua

20/07/2017 - Cova:Perrino M5S su audizione 3^commissione di Pietrantuono,Iannicelli e Santoro

Mercoledì mattina, in terza commissione consiliare permanente, si è discusso della decisione della Regione di riavviare il COVA. L’assessore Pietrantuono ha illustrato sinteticamente quanto riportato nella delibera n. 733 del 17 luglio scorso, affermando che, ...-->continua

20/07/2017 - Stabilizzazione precari, audizione in prima Commissione

L'avvio del processo di stabilizzazione dei precari della Regione, dopo le norme approvate in tal senso dal Consiglio regionale con la legge di variazione al bilancio di previsione 2017/2019, e le problematiche relative al personale trasferito alla Regione dal...-->continua

19/07/2017 - Emergenza incendi, sindaco Lamboglia:'da fratelli d’Italia attacco da sciacalli'

Abbiamo letto con profondo stupore e rammarico la nota del partito Fratelli d’Italia sulla questione incendio Lauria.
Pensavamo che lo sciacallaggio politico non arrivasse fino al punto di strumentalizzare un evento spiacevole come l’incendio che ha coinvo...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo centrale dovrebbe dedicare ai cittadini, in primis, e agli enti pubblici locali, che pure dovrebbe rappresentare e tutelare. Ma, mi sono detta, sempre di Sviluppo Economico si tratta, non certo di Ministero dell’Ambiente o della Salute.

Oggi l’amministratore delegato di Eni Claudio DeScalzi, lo st...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo