HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

LEGGIERI (M5S) sulla PDL delle acque minerali

14/07/2017

Dopo tre anni la PDL sulle acque minerali presentata dal MoVimento 5 Stelle è approdata finalmente in commissione.
Una proposta che evidentemente va a toccare interessi consolidati nella nostra Regione se ci sono voluti appena 3 anni per farla arrivare in Commissione e se già si sono alzati i cori di protesta da parte di chi paventa possibili perdite di posti di lavoro, senza però spiegare il perché.
Una sorta di ostruzionismo preventivo da parte di chi intende mantenere posizioni di comodo e vuole continuare a sfruttare la nostra principale ricchezza pagando royalties irrisorie alla Regione.
Intervenire per ristabilire un po’ di ordine e per ridistribuire le risorse in favore della Regione Basilicata e dei cittadini, genera sempre vespai inutili e fuori luogo, spesso artatamente messi in piedi da chi ha direttamente interesse a che nulla cambi. Per questa ragione, quando si parla di acque minerali e di royalties delle acque occorrerebbe ricordare alcuni dati molto importanti: ogni anno in Basilicata, tra le sorgenti del Vulture e quelle del Pollino si arriva ad imbottigliare oltre 800 milioni litri. L’aria nord della Basilicata è un immenso giacimento di risorse idriche, con un miliardo di metri cubi d’acqua pronti a sgorgare dal sottosuolo. La concentrazione maggiore ricade sicuramente nella zona del Monte Vulture dove, a esclusione della Fonte Itala che è un’azienda prettamente lucana, tutti gli altri impianti ormai sono in mano a grandi gruppi economici, a vere e proprie multinazionali che fanno moltissimi ricavi imbottigliando in Basilicata e vendendo la nostra acqua anche all’estero a prezzi esorbitanti.
Come più volte sottolineato anche da inchieste giornalistiche nazionali, le royalties che queste multinazionali versano alla Regione Basilicata sono veramente briciole rispetto ai guadagni che vengono fatti ogni anno con la vendita della nostra acqua.
Nonostante questo dato, oggi, vi è ancora chi ha il coraggio di lamentarsi e di parlare di rischi occupazionali a causa della possibile applicazione di aumenti sulle royalties delle acque minerali.
Si tratta di una posizione assolutamente incomprensibile, a meno che non si voglia continuare a tutelare i forti e le aziende internazionali che vengono a speculare sulle nostre risorse, invece che pensare ai Bilanci della nostra Regione e alle tante cose positive che si potrebbero fare con nuove risorse derivanti da un più corretto e consono apprezzamento delle nostre risorse idriche.
Pensiamo ad esempio alle ricadute che si potrebbero avere proprio nell’area del Vulture. Pensiamo ad esempio che si potrebbero utilizzare maggiore risorse derivanti dagli aumenti delle royalties per interventi urgenti proprio sul Vulture e nell’area di Monticchio, oppure, sull’altro versante, nella zona del Pollino.
E se le maggiori risorse derivanti dagli aumenti proposti fossero utilizzati proprio per finanziare quel fantomatico “Parco del Vulture” che da tanti viene citato, ma che non parte proprio per mancanza di risorse economiche?
È chiaro che ci sono forti resistenze rispetto alla PDL presentata dal Movimento 5 Stelle in materia di acque minerali. È chiaro che queste resistenze provengono soprattutto da chi non considera che un corretto utilizzo delle nostre risorse può solamente generale maggiori opportunità per la nostra terra e, quindi, anche nuovi posti di lavoro.
È chiaro che chi guarda alla proposta in maniera miope, lo fa avendo in considerazione solamente gli interessi di grandi multinazionali e gruppi industriali che hanno ormai colonizzato il mercato delle acque minerali e fanno grandi profitti senza pagare un equo contributo per la nostra principale e più importante risorsa.
Spero che il buon senso abbia la meglio e non si inneschino i soliti meccanismi che abbiamo visto in azione in questa Regione a favore dei più forti.

Gianni Leggieri
Capogruppo M5S Basilicata




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/07/2017 - Arpab / Regione, Rosa: vergognosa pantomima

19 Luglio 2017, Pittella e Iannicelli, seduti uno vicino all’altro come due compagnucci di scuola, hanno rassicurato i cittadini lucani sulla riapertura del COVA “tutto regolare. Tutto a posto”. Anzi, hanno assicurato che ci sarà un presidio costante da parte di Arpab nella ...-->continua

20/07/2017 - Giunte comunali senza donne: diffide a tre comuni lucani

La Consigliera regionale di parità, Avv. Ivana Enrica Pipponzi, proseguendo nella sua attività di disamina della composizione delle Giunte nelle amministrazioni comunali che hanno votato nell’ultima tornata elettorale, nella giornata di ieri ha provveduto ad i...-->continua

20/07/2017 - Regione: luci ed ombre nella delegazione trattante

Dopo varie sollecitazioni, finalmente ieri si è riunita la delegazione trattante, nel corso della quale sono emerse luci ed ombre sulle tante problematiche che riguardano il personale regionale.
Un dato positivo riguarda le economie di risorse che possono...-->continua

20/07/2017 - Corriere Spot. Ramunno:Apt oltre Potenza dimentica Vulture e Laghi di Monticchio

In merito alla questione sollevata dal Consigliere Comunale di Potenza Alessandro Galella, circa la totale assenza della città capoluogo di regione all’interno dell’inserto del Corriere dello Sport, finanziato dalla Regione Basilicata e dall’APT per fare promo...-->continua

20/07/2017 - Cova:Perrino M5S su audizione 3^commissione di Pietrantuono,Iannicelli e Santoro

Mercoledì mattina, in terza commissione consiliare permanente, si è discusso della decisione della Regione di riavviare il COVA. L’assessore Pietrantuono ha illustrato sinteticamente quanto riportato nella delibera n. 733 del 17 luglio scorso, affermando che, ...-->continua

20/07/2017 - Stabilizzazione precari, audizione in prima Commissione

L'avvio del processo di stabilizzazione dei precari della Regione, dopo le norme approvate in tal senso dal Consiglio regionale con la legge di variazione al bilancio di previsione 2017/2019, e le problematiche relative al personale trasferito alla Regione dal...-->continua

19/07/2017 - Emergenza incendi, sindaco Lamboglia:'da fratelli d’Italia attacco da sciacalli'

Abbiamo letto con profondo stupore e rammarico la nota del partito Fratelli d’Italia sulla questione incendio Lauria.
Pensavamo che lo sciacallaggio politico non arrivasse fino al punto di strumentalizzare un evento spiacevole come l’incendio che ha coinvo...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo centrale dovrebbe dedicare ai cittadini, in primis, e agli enti pubblici locali, che pure dovrebbe rappresentare e tutelare. Ma, mi sono detta, sempre di Sviluppo Economico si tratta, non certo di Ministero dell’Ambiente o della Salute.

Oggi l’amministratore delegato di Eni Claudio DeScalzi, lo st...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo