HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Pittella: 'Nonostante i tagli un bilancio che guarda al futuro'

20/04/2017

“Fare meglio e di più con molto meno. In questa direzione si muove il bilancio 2017/2019 che purtroppo deve fare i conti con una massiccia riduzione di fondi disponibili collegata alle varie leggi di stabilità e alle mancate royalties sulle estrazioni petrolifere. Basti pensare che oggi abbiamo l’obbligo di fare i conti con tagli negli ultimi 5 anni che ammontano complessivamente a ben 134 milioni di euro sui vari settori, dai trasporti (meno 34 meuro) agli incentivi alle imprese (meno 10,6 meuro) alla viabilità (meno 23 meuro) solo per citare alcuni fra i comparti più colpiti. Senza contare l’assenza dei fondi perequativi legati a minori entrate previste in passato per le regioni più deboli. E a tutto ciò bisogna aggiungere le inaspettate riduzioni delle royalties sul petrolio per ragioni ormai note a tutte e riguardanti la produzione del centro oli di Viggiano. Solo nel 2017, abbiamo calcolato che l’ammontare dei tagli sarà di circa 52 milioni di euro a cui vanno aggiunte le riduzioni delle royalties pari a circa 40 milioni di euro. Di fronte a questo scenario molto complicato il Governo regionale, con questa manovra, non solo mantiene i servizi essenziali, ma continua ad assicurare consistenti investimenti per l’occupazione, per le imprese, per la innovazione tecnologica e a sostenere le fasce sociali più deboli perché nessuno deve essere lasciato solo. Anche se dobbiamo affrontare tagli di queste dimensioni”.

Con queste parole il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha presentato in Consiglio regionale, la proposta del bilancio di previsione pluriennale 2017/2019.

“Al centro della programmazione regionale – ha aggiunto Pittella – resta la formazione delle competenze che è un asse strategico per il presente ed il futuro della Basilicata. Con i fondi Fsc abbiamo destinato 40 meuro all’Università degli studi della Basilicata, 56 meuro al sistema regionale della ricerca, 35 meuro per l’istruzione universitaria e 75 meuro per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e della cultura. Così come resta una priorità lo sviluppo sostenibile e la tutela del territorio. Nel bilancio di previsione abbiamo calcolato un investimento di 191 meuro per le aree protette e 215 meuro per il servizio idrico integrato oltre a 17 meuro per interventi sul ciclo dei rifiuti. Ovviamente sono solo alcune delle numerose voci del bilancio che provano a disegnare una vera e propria strategia di sviluppo del Governo regionale tenendo conto anche di alcune emergenze come il dissesto idrogeologico (43 meuro) o nella sanità (24 meuro)”.

Fra gli altri investimenti più consistenti sono i 31 meuro per l’edilizia scolastica, i 25 meuro per il sostegno all’occupazione, 14 meuro per il diritto allo studio, interventi per la sicurezza sociale come caserme forze dell’ordine (23 meuro).

Non meno importanti le risorse per lo sviluppo che ammontano a poco meno di 400 milioni di euro fra industria, Pmi e artigianato (121 meuro), commercio ricerca e innovazione (150 meuro) sviluppo delle reti (60 meuro) e promozione turistica (45 meuro). E non mancano gli investimenti in cultura come un milione e mezzo per Matera2019, e un milione e mezzo per legge sullo spettacolo e legge cultura. Per il trasporto pubblico locale e ferroviario la somma prevista è di 240 milioni di euro. Previsto anche un fondo straordinario per i comuni pari a 8,2 meuro.

“La proposta del Governo regionale – ha concluso Pittella – è chiara e decisa. Nonostante lo scenario di generale di complessità finanziaria in cui si muovono tutte le regioni, la Basilicata non arretra di un millimetro rispetto al cammino intrapreso con cui vuole dare una risposta complessiva ai bisogni della comunità. Siamo arrivati a metà della legislatura e risultati positivi sono sotto gli occhi di tutti. Diverse riforme le abbiamo realizzate, altre sono in itinere, altre ancora le realizzeremo perché siamo convinti che la Basilicata può e deve diventare sempre di più il punto di riferimento di Mezzogiorno nuovo, capace di coniugare efficacia ed efficienza delle sue azioni, capace di raccontare una storia diversa alle nuove generazioni, fatta di opportunità e di positive occasioni di crescita”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
25/06/2017 - Impresa e Territorio – Evento pubblico a Tursi

Sabato 1° luglio, alle ore 19.00, presso la sala Benedetto XVI, affianco la Cattedrale, si terrà l’evento tematico organizzato da MuoviAmo Tursi intitolato “Impresa e Territorio, l’impresa come opportunità per il territorio”. Sarà l’occasione per tutte le imprese commerciali...-->continua

25/06/2017 - Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale Basilicata anche ad Oppido Lucano

Anche ad Oppido Lucano, un gruppo di cittadini hanno, con entusiasmo, deciso di aderire a Fratelli d’Italia, dimostrando che la voglia di riscatto per questa nostra Terra parte dalla società civile.

Pamela Cimadomo e Nicola Pepe si sono assunti la res...-->continua

25/06/2017 - Reddito minimo, Gambardella (Cisl): "Gravi responsabilitàprogetti"

“Dopo il recente incontro con il presidente Pittella e il direttore generale di Lab, dott. Antonio Fiore, la tanto attesa misura del reddito minimo di inserimento resta inspiegabilmente al palo nonostante l’urgenza del provvedimento”. È quanto sostiene il seg...-->continua

25/06/2017 - Potenza: Continuano i dialoghi su #Potenzavisibile

Domani, lunedì 26 giugno 2017, alle ore 18.30, presso il parco di Santa Croce a Potenza, si terrà un incontro organizzato da Ufficio Stampa Basilicata e dall'associazione “Santa Croce in movimento” su #Potenzavisibile, l'ultimo libro del giornalista e blogger ...-->continua

25/06/2017 - Idv: programma di fine legislatura

Il rischio di povertà e di esclusione sociale che tocca da vicino quattro lucani si dieci non lascia molto spazio alla politica: dopo i nuovi incontri programmati in Regione con i sindaci si deve avviare il Reddito Minimo di Inserimento per ridurre il disagio ...-->continua

24/06/2017 - Potenza: Legambiente e Movimento Azzurro su volontari della raccolta differenzia

Il Circolo Legambiente di Potenza, il Servizio Vigilanza Ambientale, la Legambiente Basilicata Onlus e il Movimento Azzurro si dissociano categoricamente da quanto riportato a mezzo stampa in merito alla situazione dei volontari impegnati nello start up della ...-->continua

24/06/2017 - M5S: Un’altra Sanità possibile nasce dalla Basilicata, tra Innovazione e IV Rifo

Il prossimo 30 giugno i cittadini potranno incontrare tecnici e rappresentanti politici che si occupano di Sanità quotidianamente nel proprio lavoro per ascoltare, approfondire, capire, chiedere quali sono gli scenari odierni e futuri della Sanità in Basilicat...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo centrale dovrebbe dedicare ai cittadini, in primis, e agli enti pubblici locali, che pure dovrebbe rappresentare e tutelare. Ma, mi sono detta, sempre di Sviluppo Economico si tratta, non certo di Ministero dell’Ambiente o della Salute.

Oggi l’amministratore delegato di Eni Claudio DeScalzi, lo st...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo