HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Pittella: 'Nonostante i tagli un bilancio che guarda al futuro'

20/04/2017

“Fare meglio e di più con molto meno. In questa direzione si muove il bilancio 2017/2019 che purtroppo deve fare i conti con una massiccia riduzione di fondi disponibili collegata alle varie leggi di stabilità e alle mancate royalties sulle estrazioni petrolifere. Basti pensare che oggi abbiamo l’obbligo di fare i conti con tagli negli ultimi 5 anni che ammontano complessivamente a ben 134 milioni di euro sui vari settori, dai trasporti (meno 34 meuro) agli incentivi alle imprese (meno 10,6 meuro) alla viabilità (meno 23 meuro) solo per citare alcuni fra i comparti più colpiti. Senza contare l’assenza dei fondi perequativi legati a minori entrate previste in passato per le regioni più deboli. E a tutto ciò bisogna aggiungere le inaspettate riduzioni delle royalties sul petrolio per ragioni ormai note a tutte e riguardanti la produzione del centro oli di Viggiano. Solo nel 2017, abbiamo calcolato che l’ammontare dei tagli sarà di circa 52 milioni di euro a cui vanno aggiunte le riduzioni delle royalties pari a circa 40 milioni di euro. Di fronte a questo scenario molto complicato il Governo regionale, con questa manovra, non solo mantiene i servizi essenziali, ma continua ad assicurare consistenti investimenti per l’occupazione, per le imprese, per la innovazione tecnologica e a sostenere le fasce sociali più deboli perché nessuno deve essere lasciato solo. Anche se dobbiamo affrontare tagli di queste dimensioni”.

Con queste parole il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha presentato in Consiglio regionale, la proposta del bilancio di previsione pluriennale 2017/2019.

“Al centro della programmazione regionale – ha aggiunto Pittella – resta la formazione delle competenze che è un asse strategico per il presente ed il futuro della Basilicata. Con i fondi Fsc abbiamo destinato 40 meuro all’Università degli studi della Basilicata, 56 meuro al sistema regionale della ricerca, 35 meuro per l’istruzione universitaria e 75 meuro per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e della cultura. Così come resta una priorità lo sviluppo sostenibile e la tutela del territorio. Nel bilancio di previsione abbiamo calcolato un investimento di 191 meuro per le aree protette e 215 meuro per il servizio idrico integrato oltre a 17 meuro per interventi sul ciclo dei rifiuti. Ovviamente sono solo alcune delle numerose voci del bilancio che provano a disegnare una vera e propria strategia di sviluppo del Governo regionale tenendo conto anche di alcune emergenze come il dissesto idrogeologico (43 meuro) o nella sanità (24 meuro)”.

Fra gli altri investimenti più consistenti sono i 31 meuro per l’edilizia scolastica, i 25 meuro per il sostegno all’occupazione, 14 meuro per il diritto allo studio, interventi per la sicurezza sociale come caserme forze dell’ordine (23 meuro).

Non meno importanti le risorse per lo sviluppo che ammontano a poco meno di 400 milioni di euro fra industria, Pmi e artigianato (121 meuro), commercio ricerca e innovazione (150 meuro) sviluppo delle reti (60 meuro) e promozione turistica (45 meuro). E non mancano gli investimenti in cultura come un milione e mezzo per Matera2019, e un milione e mezzo per legge sullo spettacolo e legge cultura. Per il trasporto pubblico locale e ferroviario la somma prevista è di 240 milioni di euro. Previsto anche un fondo straordinario per i comuni pari a 8,2 meuro.

“La proposta del Governo regionale – ha concluso Pittella – è chiara e decisa. Nonostante lo scenario di generale di complessità finanziaria in cui si muovono tutte le regioni, la Basilicata non arretra di un millimetro rispetto al cammino intrapreso con cui vuole dare una risposta complessiva ai bisogni della comunità. Siamo arrivati a metà della legislatura e risultati positivi sono sotto gli occhi di tutti. Diverse riforme le abbiamo realizzate, altre sono in itinere, altre ancora le realizzeremo perché siamo convinti che la Basilicata può e deve diventare sempre di più il punto di riferimento di Mezzogiorno nuovo, capace di coniugare efficacia ed efficienza delle sue azioni, capace di raccontare una storia diversa alle nuove generazioni, fatta di opportunità e di positive occasioni di crescita”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
28/04/2017 - Tito, approvato il conto consuntivo con un avanzo amministrativo di 340mila euro

Il totale rispetto dei vincoli imposti dal patto di stabilità e un avanzo di amministrazione di 340mila euro: è quanto restituisce il conto consuntivo 2016 del Comune di Tito, approvato a maggioranza dalla seduta del Consiglio del 27 aprile. “Un risultato importante – ha dic...-->continua

28/04/2017 -  Sviluppo Basilicata: dopo le dimissioni di Maruggi quale sarà il suo futuro?

Le recenti dimissioni di Giampiero Maruggi da Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata S.p.a. hanno indotto una serie di riflessioni sulla conduzione e sul bilancio della Società negli ultimi due anni.

Abbiamo presentato un’interrogazione al Presid...-->continua

28/04/2017 - Dichiarazioni di Mario Polese ad iniziativa romana sullo Spreco Alimentare

Il consigliere regionale Mario Polese ha partecipato a Roma assieme all’onorevole Gadda ed al sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo ad una iniziativa dell’ordine dei tecnologi nazionale sulle leggi proposte sia da Gadda che dallo stesso Polese contro ...-->continua

28/04/2017 - Napoli FI su spesa Farmaceutica Ospedaliera. Primi 10 mesi 2016 Basilicata +17ME

“Avremmo dovuto spendere 31 milioni di euro e ne abbiamo invece spesi 48 di milioni, cosi si è sforato il tetto di spesa, previsto dalla legge per la spesa dei farmaci erogati dalle strutture ospedaliere, di ben 17 milioni di euro “.
E’ il commento di Mich...-->continua

28/04/2017 - Finanza locale: Castelluccio (FI), aiuti a comuni non risolve il problema

Non saranno certamente i 2,5 milioni di euro concessi al Comune di Montalbano Jonico, il milione di euro al Comune di Tricarico e i 600 mila euro al Comune di Tursi a risolvere definitivamente i problemi della qualità dei servizi da garantire ai cittadini de...-->continua

28/04/2017 - M5S: Perrino su sentenza TAR che cancella diffide per serbatoi

Il TAR Basilicata ha annullato gli effetti delle diffide della Regione ad Eni perché a proporre alla Regione l'adozione delle diffide nei confronti della compagnia sarebbe dovuta essere l'autorità di controllo (ARPAB) e non poteva, quindi, la Regione esercitar...-->continua

28/04/2017 - PerrinoM5s su contributi a fondo perduto della Regione ai comuni meno virtuosi

Tra i pochi articoli della Legge di Stabilità regionale approvati nei giorni scorsi, Pittella ha trovato ancora il sistema per riproporre il suo “metodo” di contribuzione “a pioggia” a favore di comuni con le finanze disastrate (in dissesto o pre-dissesto): 6...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte; perché non siamo riusciti a leggere per tempo i segnali premonitori di un disagio nell’adolescente che potrebbe sfociare, come spesso accade, nella violenza contro coetanei. Ovviamente coetanei più deboli, vittime scelte per “accreditarsi” con se stesso e con gli altri.
Viene spontaneo chiederc...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo