HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Leggieri (M5S):interrogazione su barriere architettoniche stazioni ferroviarie

20/03/2017

A seguito di un report elaborato dall’Associazione “Non pendolari di Basilicata – Ciufer” ho avuto modo di prendere coscienza della situazione delle diverse stazioni ferroviarie lucane e della presenza di numerose barriere architettoniche che impediscono l’accesso e la libera fruibilità dei servizi ferroviari da parte di persone con disabilità o a ridotta mobilità.
In particolare, da quanto riportatomi, risulterebbe che solo le stazioni di Ferrandina – Pomarico – Miglionico e quella di Metaponto, sarebbero dotate di sottopassaggi, rampe per disabili e pensiline e percorsi tattili, ma comunque parziali, mentre tutte le altre stazioni presenti nel territorio regionale risultano non adeguate alla normativa di settore.

In base a quanto riportato dal sito della Rete Ferroviaria Italiana si evince che per favorire la mobilità e la fruizione dei servizi nelle stazioni da parte dei viaggiatori con disabilità o a ridotta mobilità, RFI sta realizzando un programma di interventi di natura strutturale e tecnologica. Nelle circa 2000 stazioni medio/piccole e piccole già esistenti gestite interamente da RFI (di cui circa 1700 gestite in telecomando da stazioni remote, cioè senza il presenziamento del personale addetto alla circolazione) - così come, per la parte relativa ai marciapiedi e ai sottopassi, nelle 103 stazioni medio-grandi gestite da Centostazioni - RFI realizza graduali adeguamenti compatibili con i vincoli presenti (strutturali, architettonici, logistici, interruzioni circolazione) insieme ad interventi di riqualificazione o potenziamento.

Sempre dallo stesso sito si apprende che: “Gli adeguamenti strutturali in fase di realizzazione/in programma si aggiungono a quelli già realizzati negli ultimi anni, e cioè: l’adeguamento di sportelli di biglietteria e di servizi igienici pubblici in circa; l’installazione di ascensori, piattaforme elevatrici e rampe fisse per consentire l’accessibilità ai binari nei sottopassaggi e passerelle aeree, oltre a scale mobili e tappeti mobili per migliorare la mobilità all’interno delle stazioni; la creazione di percorsi tattili per persone con disabilità visiva; l’innalzamento dei marciapiedi di stazione a 55 cm (anziché a 25 cm) sul piano del ferro per permettere a tutti i viaggiatori l’accesso a raso ai treni e consentire alle persone con disabilità motoria su sedia a ruote di muoversi in modo il più possibile autonomo.

Dopo aver acquisito queste informazioni ho deciso di presentare un'interrogazione rivolta al Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore ai Trasporti per conoscere quali interventi sono stati realizzati concretamente dalla RFI e da ogni altro soggetto responsabile presso le stazioni ferroviarie presenti nel territorio lucano; quali sono gli interventi previsti per il futuro, i termini di intervento e le somme stanziate, e infine se il governo regionale ritiene doveroso intervenire per sollecitare interventi volti all’adeguamento della stazioni alle esigenze degli utenti diversamente abili.

Nel 2017 non è più tollerabile la presenza di barriere architettoniche che impediscano l'utilizzo del trasporti pubblico, quindi credo che sia necessario intervenire con rapidità ed efficacia per garantire la piena accessibilità ai viaggiatori con disabilità o a ridotta mobilità che partono o arrivano in Basilicata, scegliendo il treno come mezzo di trasporto.


Gianni Leggieri
Capogruppo M5S Basilicata



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
25/03/2017 - Pittella a Venosa per #BasilicatainComune

La quinta tappa del tour #BasilicatainComune del Governatore Marcello Pittella arriva nella città oraziana. Dopo i comuni della Val d’Agri e le tappe di Bella, Viggianello e Tursi, il Governatore arriva nell’area Nord della Basilicata. Il Sindaco Tommaso Gammone a fare gli o...-->continua

24/03/2017 - Latronico (DI):la risposta di Delrio su tratta Taranto Sibari

“Ho letto con interesse la tua lettera relativa alla tratta ferroviaria Taranto-Sibari, le tue segnalazioni sullo stato di vetustà del materiale rotabile e la criticità dei collegamenti insufficienti”. Così il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Gra...-->continua

24/03/2017 - Grassano:Lavori di manutenzione strade centro abitato

Nei prossimi giorni molte vie del centro abitato saranno interessate da lavori di ripristino del manto stradale. Circa ottantamila Euro suddivisi sia per interventi di asfalto viale rimembranza, via Matera, via dei caduti, e sia ripristino nel centro storico ...-->continua

24/03/2017 - G.Rosa su intervista Pietrantuono a Striscia

“Continueremo a lavorare sulle cose concrete, per tutelare la salute dei lucani e salvaguardare l’ambiente” dice Pietrantuono dopo l’intervista a Striscia la Notizia. E dopo la figura in ‘diretta nazionale’ l’Assessore ci tiene a precisare che l’intervista fat...-->continua

24/03/2017 - Montescaglioso,lettera aperta del vice sindaco ai commercianti Montesi

Facendo seguito al fattivo e proficuo rapporto di collaborazione intrapreso con le attività commerciali di Montescaglioso, il Vice Sindaco Rocco Oliva scrive loro chiedendo di unire le sinergie per realizzare qualcosa di importante per il futuro.
“Carissim...-->continua

24/03/2017 - Pittella su reumatologia al San Carlo

"La firma dei contratti da parte dei cinque ricercatori dell'Irel è un segnale di speranza che come Basilicata diamo ai giovani". Marcello Pittella, presidente della Regione, introduce così il Report Reumatologia 2016, il tradizionale appuntamento annuale al S...-->continua

24/03/2017 - Braia intervento assemblea AREFLH

“Conferma delle risorse e Pac almeno a 2 pilastri, unico organismo di certificazione del biologico o regole uguali per tutti, più risorse per l’Ocm ortofrutta ma anche e, soprattutto, più rigore perché la spesa sia non solo efficace ma efficiente per lo svilup...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte; perché non siamo riusciti a leggere per tempo i segnali premonitori di un disagio nell’adolescente che potrebbe sfociare, come spesso accade, nella violenza contro coetanei. Ovviamente coetanei più deboli, vittime scelte per “accreditarsi” con se stesso e con gli altri.
Viene spontaneo chiederc...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo