HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Contrasto povertà,Rosella (Idv):non più misure frammentarie e assistenziali

20/03/2017

In attesa del primo maggio - che quest’anno in Basilicata non sarà solo la Festa dei Lavoratori ma anche di quella parte di cittadini senza reddito per i quali dovrebbe partire il tanto atteso provvedimento regionale del Reddito Minimo d’Inserimento - il disegno di legge nazionale di contrasto alla povertà non ci soddisfa innanzitutto perché mette in campo risorse che si ritengono unanimemente insufficienti: 1 miliardo e 200mila euro per il 2017 e 1 miliardo e 700mila euro per il 2018. Saranno in totale solo 400mila famiglie ammesse a beneficiarie in tutto il Paese e avranno circa 500 euro al mese. Quella che viene “lanciata” come prima misura nazionale destinata ad assicurare un sostegno economico al 24,5% dei nuclei familiari che risultano al di sotto della soglia di povertà, oltre che rivolta alle famiglie residenti di italiani e stranieri con permesso di lungo soggiorno, è ampiamente inadeguata ad affrontare il disagio sociale da noi sempre più grave e diffuso. I numeri parlano chiaro: la Regione Basilicata ha ricevuto in totale 12 mila domande nell'ambito del "Programma reddito minimo di inserimento", mentre nelle scorse settimane è avvenuta la proroga di due mesi dei Tec (Tirocini extracurriculari) e dei Tis (Tirocini d’inserimento sociale), che interessano attualmente 1.525 persone, 825 delle quali appartenenti ai beneficiari del programma Copes (la cosiddetta platea o categoria B), e i restanti 700 relativi, invece, alla platea della mobilità in deroga (la categoria A). Se dunque le casse dello Stato sono sempre più esangui, incapaci di immettere risorse per far fronte ad un welfare di prima necessità, le speranze delle famiglie lucane che vivono in condizioni di povertà sono riposte nella Regione. È dunque prioritario fare una seria lotta agli sprechi all’interno della pubblica amministrazione e sul fronte dell’evasione per recuperare maggiori risorse da destinare a chi ha difficoltà persino di cibo e medicinali. La cosiddetta struttura di missione ad hoc che dovrà gestire il reddito minimo, così come prevede la Giunta Regionale, dovrà occuparsene per predisporre azioni in grado di assicurare protezione sociale alle famiglie lucane che versano in situazioni di vero disagio. La “discriminante”: non più una serie di misure frammentarie e scoordinate, ma un quadro unitario a livello nazionale e regionale sino a raddoppiare gli stanziamenti e a superare la fase di assistenzialismo ridando dignità di lavoro ai capofamiglia disoccupati.

Angelo Rosella, segretario regionale IdV Basilicata



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
26/04/2017 - Caserma carabinieri Lauria, presto 3 nuove unita’ in forza alla stazione

La stazione dei Carabinieri di Lauria godrà presto di un potenziamento dell’organico. A renderlo noto il sindaco di Lauria Angelo Lamboglia. “Il Generale Di Palma, comandante della Legione dei Carabinieri di Basilicata – afferma il primo cittadino lauriota - mi ha comunicato...-->continua

26/04/2017 - Cova: incontro Galletti-Pittella

Ministero dell’Ambiente e Regione Basilicata lavorano in piena condivisione d’intenti con un obiettivo prioritario: il massimo grado di sicurezza ambientale del Centro Olio Val d’Agri, presupposto irrinunciabile per la sua riapertura, dopo la sospensione impos...-->continua

26/04/2017 - Fiammate al Centro Olio del 24 e 25 Ottobre 2016: Pietrantuono ci ha mentito

Le bugie hanno le gambe corte. Dovrebbe averlo imparato ormai anche l’Assessore all’Ambiente Francesco Pietrantuono. Eppure, per superficialità o noncuranza, ci ha mentito in Consiglio regionale rispondendo all’ennesima interrogazione sull’ennesima ‘fiammata’ ...-->continua

26/04/2017 -  Gianni Leggieri su linee guida Mini Eolico

Con DGR n. 175 del 2 marzo 2017, venivano approvate le c.d. “Linee guida per il corretto inserimento nel paesaggio degli impianti alimentati da fonti rinnovabili relativa agli impianti di mini eolico, vale a dire le centrali con una potenza nominale compresa t...-->continua

26/04/2017 - CLaps FdI-AN sul progetto Avigliano Sport & Go

La nostra non vuol essere una critica strumentale, sarebbe un gioco facile di fronte all’ennesima bocciatura per il Comune di Avigliano, che si vede ancora una volta escludere un progetto da parte della Regione Basilicata, per motivazioni, a dir poco, evitabil...-->continua

25/04/2017 - Il PCI Basilicata su assenza del governo regionale sulla questione petrolio

Il Partito Comunista Italiano rinato a Bologna il 26 giugno 2016 è contro le energie fossili e si batte per il superamento delle stesse con le energie rinnovabili ed ecosostenibili. Il PCI Basilicata è seriamente preoccupato per l’assenza del governo regionale...-->continua

25/04/2017 - Ferrandina: Alternativa Popolare su pulizia e manutenzione strade

La consigliera comunale Tiziana Pirretti ed il coordinatore cittadino di Ferrandina Gino Canitano di Alternativa Popolare ringraziano il Presidente della Provincia Francesco De Giacomo e il consigliere provinciale di riferimento del partito Salvatore Cosma (S...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte; perché non siamo riusciti a leggere per tempo i segnali premonitori di un disagio nell’adolescente che potrebbe sfociare, come spesso accade, nella violenza contro coetanei. Ovviamente coetanei più deboli, vittime scelte per “accreditarsi” con se stesso e con gli altri.
Viene spontaneo chiederc...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo