HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Contrasto povertà,Rosella (Idv):non più misure frammentarie e assistenziali

20/03/2017

In attesa del primo maggio - che quest’anno in Basilicata non sarà solo la Festa dei Lavoratori ma anche di quella parte di cittadini senza reddito per i quali dovrebbe partire il tanto atteso provvedimento regionale del Reddito Minimo d’Inserimento - il disegno di legge nazionale di contrasto alla povertà non ci soddisfa innanzitutto perché mette in campo risorse che si ritengono unanimemente insufficienti: 1 miliardo e 200mila euro per il 2017 e 1 miliardo e 700mila euro per il 2018. Saranno in totale solo 400mila famiglie ammesse a beneficiarie in tutto il Paese e avranno circa 500 euro al mese. Quella che viene “lanciata” come prima misura nazionale destinata ad assicurare un sostegno economico al 24,5% dei nuclei familiari che risultano al di sotto della soglia di povertà, oltre che rivolta alle famiglie residenti di italiani e stranieri con permesso di lungo soggiorno, è ampiamente inadeguata ad affrontare il disagio sociale da noi sempre più grave e diffuso. I numeri parlano chiaro: la Regione Basilicata ha ricevuto in totale 12 mila domande nell'ambito del "Programma reddito minimo di inserimento", mentre nelle scorse settimane è avvenuta la proroga di due mesi dei Tec (Tirocini extracurriculari) e dei Tis (Tirocini d’inserimento sociale), che interessano attualmente 1.525 persone, 825 delle quali appartenenti ai beneficiari del programma Copes (la cosiddetta platea o categoria B), e i restanti 700 relativi, invece, alla platea della mobilità in deroga (la categoria A). Se dunque le casse dello Stato sono sempre più esangui, incapaci di immettere risorse per far fronte ad un welfare di prima necessità, le speranze delle famiglie lucane che vivono in condizioni di povertà sono riposte nella Regione. È dunque prioritario fare una seria lotta agli sprechi all’interno della pubblica amministrazione e sul fronte dell’evasione per recuperare maggiori risorse da destinare a chi ha difficoltà persino di cibo e medicinali. La cosiddetta struttura di missione ad hoc che dovrà gestire il reddito minimo, così come prevede la Giunta Regionale, dovrà occuparsene per predisporre azioni in grado di assicurare protezione sociale alle famiglie lucane che versano in situazioni di vero disagio. La “discriminante”: non più una serie di misure frammentarie e scoordinate, ma un quadro unitario a livello nazionale e regionale sino a raddoppiare gli stanziamenti e a superare la fase di assistenzialismo ridando dignità di lavoro ai capofamiglia disoccupati.

Angelo Rosella, segretario regionale IdV Basilicata



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/04/2018 - Potenza. Ugl, morti bianche: segretari Nazionali a sostegno sicurezza sul lavoro

“Tutta l’Ugl è solidale manifestando a Potenza sulla sicurezza sul lavoro dopo le ultime morti bianche avvenute nella regione”.
E’quanto dichiara il Segretario Confederale Ugl con delega alle politiche del lavoro, Stefano Conti, presente al sit-in di questa mattina con i...-->continua

20/04/2018 - Montescaglioso: finanziamento di € 262.160,00 per interventi di sicurezza

Con Determina Dirigenziale Regionale del 13 aprile 2018 recante in oggetto “Eccezionali eventi metereologici verificatisi nei giorni 7 e 8 ottobre 2013. Piano utilizzo economie – Attuazione”, la Città di Montescaglioso si è vista riconoscere un finanziamento c...-->continua

20/04/2018 - Legambiente su divieto uso acqua potabile nel Metapontino

Sono tre i comuni delle costa Jonica che in questi giorni hanno emesso ordinanze che vietano l’uso e consumo dell’acqua a scopo potabile, a seguito di un superamento dei valori di trialometani oltre i valori consentiti.Ordinanze che hanno determinato nelle pop...-->continua

20/04/2018 - Castelluccio, emergenza acqua nel Metapontino da affrontare adeguatamente

Si prenda atto che siamo di fronte ad una vera e propria emergenza che, purtroppo, ha troppi elementi oscuri al punto che sono gli stessi sindaci a chiedere trasparenza e chiarezza. Lo afferma il consigliere regionale Paolo Castelluccio in riferimento all’int...-->continua

20/04/2018 - Tavolo Verde: sit in di protesta a Pisticci

L’amministrazione Comunale di Pisticci a guida Verri, con il colpevole silenzio della Regione Basilicata, e non solo, invece di attivarsi per valorizzare il territorio a partire dal settore agricolo, favorendo investimenti per l’occupazione, anche attraverso l...-->continua

20/04/2018 - Gestione risorse idriche: Rosella (Idv), è tempo di svoltare

Il divieto all’uso di acqua potabile che perdura a Policoro e si è esteso in altri centri del Metapontino, da una parte, la vicenda del completamento dello schema idrico Basento-Bradano, dall’altra, nuovamente denunciata dai sindacati dei lavoratori edili, den...-->continua

20/04/2018 - Castelgrande su apertura nuovo tratto Bradanica

L’apertura al transito del nuovo tratto nell’ambito “dei lavori del 1 tronco-1 lotto della Martella sulla strada statale 655 ‘Bradanica”, rappresenta un passo importantissimo verso il completamento dell’intera infrastruttura e ci consente di “riavvicinare” l’a...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo