HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Melfi Popolare su Melfi a Capitale della Falconeria

20/03/2017

È partito ufficialmente, oggi 19 marzo 2017, dal Castello federiciano, il percorso per la candidatura di Melfi a Capitale della Falconeria. Si tratta di una iniziativa che Melfi Popolare ha voluto fortemente e in cui crede fermamente. La cultura come veicolo di incontro e dialogo tra i popoli e come opportunità economica. È così che noi di Melfi Popolare vediamo la nostra città; proiettata verso un grande progetto che la metta al centro di grandi interessi. È un progetto ambizioso, ma l'ambizione è la molla che fa muovere uomini ed idee. Il primo passo è stato il Seminario di studi su Falconeria e Arte del buon governo. Numerosi gli ospiti intervenuti, moltissime le associazioni culturali di tutto il panorama melfitano e non solo. Dopo i saluti del Sindaco Livio Valvano, dell'Assessore alla cultura del comune di Melfi Raffaele Nigro, della dott.ssa Marta Ragozzino Direttrice del polo museale Regione Basilicata, del dott. Mariano Schiavone Direttore generale APT Basilicata, del dott. Edoardo Fabbri Nitti Responsabile della Fondazione Nitti, del prof. Enzo Navazio della Associazione Falconieri del Vulture "Nino Laviano" ci sono state le relazioni della Prof.ssa Anna Laura Trombetti dell'Università di Bologna e del Prof. Luigi Serra dell'Università Orientale di Napoli e del Principe Alduino di Ventimiglia di Monteforte Lascaris. Ha concluso i lavori il Consigliere regionale, Avv. Aurelio Pace, il quale ha promosso l'iniziativa e ha curato la nascita del Comitato Scientifico e del costituendo Comitato cittadino. Melfi Popolare crede nella cultura e nella sua forza motrice. Se "la cultura è un bene comune come l'acqua, i teatri, le biblioteche e i cinema sono come tanti acquedotti". Dunque, perché non potrebbe esserlo una iniziativa così prestigiosa? Candidare Melfi a Capitale della Falconeria, dopo che quest'ultima è stata dichiarata patrimonio culturale immateriale dell'umanità con riconoscimento da parte dell'Unesco il primo dicembre 2016, è un po' come aprire i rubinetti di questi acquedotti. Melfi Popolare spera di poter portare quest'acqua nella sua sede naturale, alla fonte, la città di Melfi.

La coordinatrice di Melfi Popolare



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
19/08/2017 - Montescaglioso: attuazione Decreto Minniti festività patronali

In attuazione al Decreto Minniti (Circolare del 7 giugno 2017 del Ministero dell’Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza, NR. 555/OP/0001991/2017/1 firmata dal Capo della Polizia Franco Gabrielli), con cui il Ministro dell’Interno, dopo i tragici fatti di Torino, h...-->continua

19/08/2017 - Fondi europei diretti: workshop base sulla progettazione in Basilicata

Da venerdì 29 Settembre 2017 a domenica 1 Ottobre 2017 Rosa D’Amato, Portavoce al Parlamento Europeo in collaborazione con il gruppo regionale M5S Basilicata, Organizza il Workshop Base sulla progettazione con i fondi europei diretti. L’Intervento di formazion...-->continua

19/08/2017 - Rosella (Idv): 'alzare qualità della concertazione sociale'

L’invito del consigliere regionale Pd Piero Lacorazza, a nome della componente del Pd Fronte Democratico, ad aprire quello che definisce un vero confronto con i sindacati, almeno per noi, sfonda una porta aperta e diventa un motivo in più per alzare la qualità...-->continua

18/08/2017 - Ugl e Cittadinanza Attiva sul carcere di Matera

“Conosciamo bene le problematiche e le difficoltà delle persone che quotidianamente lavorano nel carcere di Matera: è solo grazie alla dedizione che operatori socio-sanitari, educatori e agenti della polizia penitenziaria mettono nel loro lavoro che l’istituto...-->continua

18/08/2017 - Bolognetti su presentazione del libro di Nicodemo a Maratea

C'è del tragicomico nel confronto tra Pittella, Nicodemo e Puca, che si terrà questa sera in quel di Maratea. Lor signori parleranno di "Disinformazione" e lo faranno in compagnia di un giornalista che, nel dicembre del 2015, ebbe a scrivere un articolo su Vig...-->continua

18/08/2017 - Senise: sindaca chiede incontro urgente per problemi legati all'agricoltura

La sindaca di Senise Rossella Spagnuolo ha chiesto ufficialmente un incontro urgente al Commissario Unico dei Consorzi di Bonifica Giuseppe Musacchio e alla Regione Basilicata (assessore Braia e Presidente Pittella). Tema dell'incontro richiesto: "le gravi pro...-->continua

18/08/2017 - G.Rosa sulle selezioni interinali ARPAB

È un’agenzia privata, la Manpower, che chiede ad un’Agenzia pubblica, l’ARPAB, di non procedere alla ricezione delle candidature nel mese di Agosto. E già questo dovrebbe far suonare un campanello d’allarme.

Se a questo si aggiunge che era previsto un...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Frana di Senise, 31 anni fa. Non crollò solo una collina
di Mariapaola Vergallito

Un anno fa, in occasione del trentesimo anniversario della frana di collina Timpone, a monte dell’abitato di Senise, la parrocchia intese commemorare le 8 vittime, tra queste 4 bambini, con una semplice e significativa immagine: ai piedi dell’altare della chiesa di San Francesco, dove anche oggi si commemoreranno le vittime, un telo bianco posto a più livelli e 8 candele, accese nei punti in cui vivevano, sulla collina, le persone che non ci sono più. Quelle candele accese devono continuare ad emanare luce e calore in chi resta. Soprattutto in tanti giovani, molti dei quali nel 1986 non erano neppure nati, che devono così essere accompagnati nel ricordo di quanto accaduto. Per dovere. E per necessità. L’intima necessità che tali tragedie non si ripetan...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo