HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Pace. Melfi: firmato protocollo d’intesa per Melfi capitale della falconeria

20/03/2017

Si è svolto ieri, nella splendida cornice del Castello normanno- svevo di Melfi, il Seminario di studi ed approfondimento della proposta progettuale Melfi Capitale della Falconeria e dell’Arte di Governo.
L’iniziativa del Consigliere regionale Aurelio Pace ha portato alla firma di un Protocollo d’intesa fra Istituzioni, Università, fondazioni, istituti di ricerca, associazioni ed operatori del settore della promozione culturale e turistica per far attribuire alla città di Melfi il riconoscimento di Capitale Italiana della Falconiera.
L’esigenza fortemente sentita da Pace, anche in vista dell’anniversario, nel 2018, della fondazione della Città di Melfi ad opera di Federico II di Svevia, tende a far accendere, e meritatamente – sostiene il consigliere regionale - i riflettori su un territorio finora escluso dai network internazionali, contribuendo ad inserirlo nel circuito che gravita attorno alla nobile arte della caccia col falcone.
Dopo i saluti e l’introduzione di Lucia Sasso dell’associazione “Melfi popolare”, di Enzo Navazio, Associazione falconieri del Melfese “Nino Laviano”, di Edoardo Nitti, Responsabile Fondazione Francesco Saverio Nitti, sono seguiti gli interventi di Franco Canestrini, Direttore della Soprintendenza Archeologica Belle arti e paesaggio della Basilicata e le relazioni dei professorii universitari Anna Laura Trombetti e Luigi Serra, docenti rispettivamente dell’Università di Bologna e dell’università Orientale di Napoli.
Un folto pubblico ha seguito con interesse i contenuti del seminario, apprendendo soprattutto che la falconeria non è soltanto un’arte venatoria ma anche l’arte del saper governare. Di tutto questo vi è “traccia regale” nel De Arte Venandi cum Avibus, opera compilata da Federico II di Svevia in Melfi nel corso di circa un trentennio, rimasta incompiuta a causa della morte dell'imperatore, unanimemente riconosciuta come una delle opere scientifiche, redatta personalmente dal sovrano, più significative del Medioevo.
Ha caratterizzato i lavori del seminario la presenza del principe Alduino di Ventimiglia, discendente diretto del casato di Hohenstaufen di Federico II di Svevia, che ha trasferito al pubblico la passione totalizzante che l’imperatore nutrì per l'ars della caccia con i rapaci, elevata a filosofia di vita, della sua profonda cultura naturalistica, dell'ansia di conoscere ea que sunt sicut sunt (illustrare le cose come sono nella realtà), dell'inesauribile desiderio di misurarsi con una disciplina teorica e pratica di estrema complessità, quasi uno specchio dell'attività politica al vertice dell'Impero.
Nelle conclusioni del consigliere regionale Aurelio Pace, il personale impegno e la sintesi delle aspettative del Comitato, che si è costituito per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale federiciano della città di Melfi.
Il Comitato lavorerà perché la capitale federiciana sia la città candidata idonea all’assegnazione del prestigioso riconoscimento.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/02/2018 - G.Rosa:Il trasformista Viceconte occupatore abusivo della cosa pubblica

Il 16 febbraio scorso è andato in scena l’ennesimo scempio politico e istituzionale da parte di persone senza vergogna e senza pudore. Nell’incontro dello scorso 16 febbraio a Castelluccio Superiore, organizzato da Sviluppo Basilicata, Società per Azioni in house della Regio...-->continua

20/02/2018 - 193 nuovi imprenditori in agricoltura under 40: valore aggiunto per la Basilicat

“Grazie a una scelta politica ben precisa, oggi con altri 193 giovani agricoltori di Basilicata vogliamo suggellare un patto di sviluppo con la nuova generazione da mantenere nella nostra terra, volto a far realizzare le progettualità imprenditoriali che li ve...-->continua

20/02/2018 - Liberi e Uguali:le altre tappe lucane

Proseguono, con cadenza quotidiana, le iniziative di Liberi e Uguali in Basilicata. Domani, mercoledì 21 febbraio, a Barile e a San Fele si svolgeranno delle pubbliche manifestazioni elettorali alle quali interverranno il candidato alla Camera dei Deputati Fil...-->continua

20/02/2018 - Di Battista da Lauria lancia il 'Pittellexit'

La tappa lucana di Alessandro Di Battista, il big pentastellato non candidato che, però, sta macinando chilometri con il suo camper per portare nelle piazze italiane la bandiera del Movimento 5 Stelle, arriva in un luogo simbolo: Lauria, il paese della famigli...-->continua

20/02/2018 - Proclamata Astensione dalle Udienze per il 23 febbraio

Venerdì 23 febbraio, alle ore 10,00, presso il teatro Francesco Stabile di Potenza, si terrà l'incontro dal titolo "Giornata della dignità e dell'orgoglio dell'avvocatura e della salvaguardia delle tutele. Parliamone prima"
La manifestazione, organizzata ...-->continua

20/02/2018 - NoScorie:'consigli comunali su Tempa la Petrosa'

In merito al permesso di ricerca petrolifera Tempa la Petrosa riaperto dal Tar Basilicata nella Valle del Sinni , permesso di ricerca, dove le comunità locali e i sindaci del territorio interessati si erano già espressi con un secco no nei confronti della reg...-->continua

20/02/2018 - Domani a Potenza Question time con i candidati del Pd

Mercoledì 21 febbraio 2018 in vista del voto per le Elezioni politiche del 04 marzo gli Stati Generali delle Donne organizzano un Question Time con le Candidate ed i Candidati del PD, alle e ai quali dal Pubblico verranno rivolte delle domande relative ai loro...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo