HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Patto per il Sud, il tavolo di coordinamento si è riunito a Potenza

18/03/2017

L’avanzamento di spesa è arrivato a 430 milioni di euro, gli interventi pronti a partire ammontano a 70 milioni di euro, la previsione per il 2017 è invece di 61 milioni di euro, mentre le operazioni avviate ammontano a 118 milioni di euro. Sono alcuni numeri - indicati dal dirigente generale del Dipartimento Programmazione e Finanze, Elio Manti - che giustificano la soddisfazione di rappresentanti istituzionali e funzionari, a conclusione della riunione del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per lo Sviluppo della Regione Basilicata. Il tavolo si è tenuto questa sera a Potenza, nella Sala Verrastro del Palazzo della giunta regionale, alla presenza del ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, del governatore della Basilicata, Marcello Pittella, del vicepresidente della giunta regionale, Flavia Franconi, dell’assessore regionale all’Ambiente, Francesco Pietrantuono. Presenti anche il gruppo di lavoro del ministro, i dirigenti di tutti i Dipartimenti della Regione Basilicata e le Autorità di gestione dei Fondi strutturali, che hanno illustrato in dettaglio i passi in avanti compiuti negli investimenti riguardanti i rispettivi settori di competenza. La riunione, infatti, è stata convocata proprio per valutare direttamente lo stato d'attuazione degli interventi previsti e per esaminare le criticità rilevate, secondo un modus operandi adottato per la realizzazione del Patto per la Basilicata, che prevede frequenti momenti di confronto e di interlocuzione tra ministero e governo regionale. Apprezzamenti positivi, tra l’altro, sono stati espressi dal gruppo di lavoro del ministro De Vincenti nei confronti della programmazione unitaria messa in campo dalla Regione Basilicata. Tutto questo, anche in relazione al focus su “Matera 2019”, richiesto espressamente nel precedente incontro che si era svolto a gennaio, nella Città dei Sassi. In base ad accurate proiezioni e a precisi calcoli messi in campo dagli uffici regionali sugli effetti diretti ed indiretti degli investimenti per l’evento Capitale Cultura 2019 si è arrivato ad ipotizzare - sui tre miliardi complessivi del Patto per la Basilicata- un movimento pari a circa di 524 milioni di euro, di cui 309 milioni di euro soltanto per le infrastrutture.
“Esprimo soddisfazione - ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella - per il lavoro svolto, sia per il metodo che per il merito. Il mio apprezzamento va all’impegno profuso in un tempo complesso per la pubblica amministrazione. Il governo ha avuto la straordinaria intuizione di un coordinamento nella programmazione, che ci consentirà di fare grandi passi in avanti. Ma dobbiamo continuare ad accelerare, per mettere in campo entro il 2017 il maggior numero possibile di interventi. Questo scambio reciproco di riflessioni tra governo e Regione - ha evidenziato il governatore - ci consente di operare con sempre maggiore incisività. Ma restano le criticità. E Matera 2019, in questo momento, è una di quelle: rispetto alla governance, al rafforzamento amministrativo e all’avanzamento della spesa. C’è poi da recuperare con Anas la condivisione di un percorso operativo, affinché venga individuata una struttura di governance più forte rispetto al Patto per la Basilicata, che scongiuri il pericolo di ritardi che vanno in contrasto rispetto a quello che vogliamo realizzare. C’è inoltre - ha proseguito Pittella - il tema delle zone economicamente speciali, che ci consiglia di evitare di affidarci all’improvvisazione in determinate iniziative e scelte. E’ in corso un dibattito sull’argomento, preferiamo condividere eventuali azioni con il governo, come ad esempio l’ipotesi di investire sulla piattaforma logistica del Metapontino sull’agroalimentare, per un collegamento con il porto di Taranto”.
“In Basilicata - ha detto il ministro De Vincenti - si sta lavorando bene, anzi, siamo di fronte ad avanzamenti molto importanti, anche rispetto alla precedente riunione di gennaio. Molti lavori sono stati avviati, in particolare per Matera 2019, altri stanno per decollare. Il senso del nostro documento di indirizzo strategico è quello della concretezza: vogliamo che i cittadini vedano che gli interventi si realizzano. Quello che abbiamo scritto nel Patto per la Basilicata non sono intenzioni, ma fatti concreti. Mi farò portatore nei confronti del governo e del presidente del Consiglio delle criticità avanzate dal governatore Pittella ed avvierò tutte le interlocuzioni del caso ai vari livelli. L’idea di collegare la Basilicata al resto del mondo non è da sottovalutare in alcun modo.
Anzi – ha concluso - è per il governo Gentiloni una vera priorità”.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
25/06/2017 - Impresa e Territorio – Evento pubblico a Tursi

Sabato 1° luglio, alle ore 19.00, presso la sala Benedetto XVI, affianco la Cattedrale, si terrà l’evento tematico organizzato da MuoviAmo Tursi intitolato “Impresa e Territorio, l’impresa come opportunità per il territorio”. Sarà l’occasione per tutte le imprese commerciali...-->continua

25/06/2017 - Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale Basilicata anche ad Oppido Lucano

Anche ad Oppido Lucano, un gruppo di cittadini hanno, con entusiasmo, deciso di aderire a Fratelli d’Italia, dimostrando che la voglia di riscatto per questa nostra Terra parte dalla società civile.

Pamela Cimadomo e Nicola Pepe si sono assunti la res...-->continua

25/06/2017 - Reddito minimo, Gambardella (Cisl): "Gravi responsabilitàprogetti"

“Dopo il recente incontro con il presidente Pittella e il direttore generale di Lab, dott. Antonio Fiore, la tanto attesa misura del reddito minimo di inserimento resta inspiegabilmente al palo nonostante l’urgenza del provvedimento”. È quanto sostiene il seg...-->continua

25/06/2017 - Potenza: Continuano i dialoghi su #Potenzavisibile

Domani, lunedì 26 giugno 2017, alle ore 18.30, presso il parco di Santa Croce a Potenza, si terrà un incontro organizzato da Ufficio Stampa Basilicata e dall'associazione “Santa Croce in movimento” su #Potenzavisibile, l'ultimo libro del giornalista e blogger ...-->continua

25/06/2017 - Idv: programma di fine legislatura

Il rischio di povertà e di esclusione sociale che tocca da vicino quattro lucani si dieci non lascia molto spazio alla politica: dopo i nuovi incontri programmati in Regione con i sindaci si deve avviare il Reddito Minimo di Inserimento per ridurre il disagio ...-->continua

24/06/2017 - Potenza: Legambiente e Movimento Azzurro su volontari della raccolta differenzia

Il Circolo Legambiente di Potenza, il Servizio Vigilanza Ambientale, la Legambiente Basilicata Onlus e il Movimento Azzurro si dissociano categoricamente da quanto riportato a mezzo stampa in merito alla situazione dei volontari impegnati nello start up della ...-->continua

24/06/2017 - M5S: Un’altra Sanità possibile nasce dalla Basilicata, tra Innovazione e IV Rifo

Il prossimo 30 giugno i cittadini potranno incontrare tecnici e rappresentanti politici che si occupano di Sanità quotidianamente nel proprio lavoro per ascoltare, approfondire, capire, chiedere quali sono gli scenari odierni e futuri della Sanità in Basilicat...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo centrale dovrebbe dedicare ai cittadini, in primis, e agli enti pubblici locali, che pure dovrebbe rappresentare e tutelare. Ma, mi sono detta, sempre di Sviluppo Economico si tratta, non certo di Ministero dell’Ambiente o della Salute.

Oggi l’amministratore delegato di Eni Claudio DeScalzi, lo st...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo