HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Patto per il Sud, il tavolo di coordinamento si è riunito a Potenza

18/03/2017

L’avanzamento di spesa è arrivato a 430 milioni di euro, gli interventi pronti a partire ammontano a 70 milioni di euro, la previsione per il 2017 è invece di 61 milioni di euro, mentre le operazioni avviate ammontano a 118 milioni di euro. Sono alcuni numeri - indicati dal dirigente generale del Dipartimento Programmazione e Finanze, Elio Manti - che giustificano la soddisfazione di rappresentanti istituzionali e funzionari, a conclusione della riunione del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per lo Sviluppo della Regione Basilicata. Il tavolo si è tenuto questa sera a Potenza, nella Sala Verrastro del Palazzo della giunta regionale, alla presenza del ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, del governatore della Basilicata, Marcello Pittella, del vicepresidente della giunta regionale, Flavia Franconi, dell’assessore regionale all’Ambiente, Francesco Pietrantuono. Presenti anche il gruppo di lavoro del ministro, i dirigenti di tutti i Dipartimenti della Regione Basilicata e le Autorità di gestione dei Fondi strutturali, che hanno illustrato in dettaglio i passi in avanti compiuti negli investimenti riguardanti i rispettivi settori di competenza. La riunione, infatti, è stata convocata proprio per valutare direttamente lo stato d'attuazione degli interventi previsti e per esaminare le criticità rilevate, secondo un modus operandi adottato per la realizzazione del Patto per la Basilicata, che prevede frequenti momenti di confronto e di interlocuzione tra ministero e governo regionale. Apprezzamenti positivi, tra l’altro, sono stati espressi dal gruppo di lavoro del ministro De Vincenti nei confronti della programmazione unitaria messa in campo dalla Regione Basilicata. Tutto questo, anche in relazione al focus su “Matera 2019”, richiesto espressamente nel precedente incontro che si era svolto a gennaio, nella Città dei Sassi. In base ad accurate proiezioni e a precisi calcoli messi in campo dagli uffici regionali sugli effetti diretti ed indiretti degli investimenti per l’evento Capitale Cultura 2019 si è arrivato ad ipotizzare - sui tre miliardi complessivi del Patto per la Basilicata- un movimento pari a circa di 524 milioni di euro, di cui 309 milioni di euro soltanto per le infrastrutture.
“Esprimo soddisfazione - ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella - per il lavoro svolto, sia per il metodo che per il merito. Il mio apprezzamento va all’impegno profuso in un tempo complesso per la pubblica amministrazione. Il governo ha avuto la straordinaria intuizione di un coordinamento nella programmazione, che ci consentirà di fare grandi passi in avanti. Ma dobbiamo continuare ad accelerare, per mettere in campo entro il 2017 il maggior numero possibile di interventi. Questo scambio reciproco di riflessioni tra governo e Regione - ha evidenziato il governatore - ci consente di operare con sempre maggiore incisività. Ma restano le criticità. E Matera 2019, in questo momento, è una di quelle: rispetto alla governance, al rafforzamento amministrativo e all’avanzamento della spesa. C’è poi da recuperare con Anas la condivisione di un percorso operativo, affinché venga individuata una struttura di governance più forte rispetto al Patto per la Basilicata, che scongiuri il pericolo di ritardi che vanno in contrasto rispetto a quello che vogliamo realizzare. C’è inoltre - ha proseguito Pittella - il tema delle zone economicamente speciali, che ci consiglia di evitare di affidarci all’improvvisazione in determinate iniziative e scelte. E’ in corso un dibattito sull’argomento, preferiamo condividere eventuali azioni con il governo, come ad esempio l’ipotesi di investire sulla piattaforma logistica del Metapontino sull’agroalimentare, per un collegamento con il porto di Taranto”.
“In Basilicata - ha detto il ministro De Vincenti - si sta lavorando bene, anzi, siamo di fronte ad avanzamenti molto importanti, anche rispetto alla precedente riunione di gennaio. Molti lavori sono stati avviati, in particolare per Matera 2019, altri stanno per decollare. Il senso del nostro documento di indirizzo strategico è quello della concretezza: vogliamo che i cittadini vedano che gli interventi si realizzano. Quello che abbiamo scritto nel Patto per la Basilicata non sono intenzioni, ma fatti concreti. Mi farò portatore nei confronti del governo e del presidente del Consiglio delle criticità avanzate dal governatore Pittella ed avvierò tutte le interlocuzioni del caso ai vari livelli. L’idea di collegare la Basilicata al resto del mondo non è da sottovalutare in alcun modo.
Anzi – ha concluso - è per il governo Gentiloni una vera priorità”.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
16/10/2017 - Giordano (Ugl) e Di Giuseppe (Ugl Comun.) incontrano i lavoratori di PI

“La nuova riorganizzazione attuata da Poste Italiane sta creando gravi disagi, ritardi, mancate consegne della corrispondenza e caos ai cittadini. Siamo spiacenti di dover comunicare e informare ancora una volta la cittadinanza di Matera e tutto il territorio della provincia...-->continua

16/10/2017 - Noi con Salvini Basilicata contro la richiesta di rimborso a guardie mediche

Noi Con Salvini Basilicata denuncia la richiesta da parte della Regione Basilicata della restituzione delle indennità dei medici di guardia. La domanda nasce spontanea: la corresponsione delle indennità di rischio alle guardie mediche l’ha decisa la Regione B...-->continua

16/10/2017 - Giornate Innovazione: presentati i progetti per industria e ricerca

Si è tenuto questa mattina a Potenza, nella Sala Inguscio della Regione Basilicata, il quarto appuntamento delle "Giornate dell'Innovazione", serie di eventi organizzati per far conoscere quanto messo in campo per favorire l'innovazione tecnologica e la ricerc...-->continua

16/10/2017 - Molinari (Articolo uno-Mdp) su guardie mediche e richiesta Regione

Il responsabile organizzativo provinciale di Potenza di Articolo Uno-Mdp, Antonello Molinari, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“La decisione della Giunta Regionale di Basilicata di chiedere alle guardie mediche lucane la restituzione di presunte in...-->continua

16/10/2017 - Idv: Patrizia Gerardi nuova segretaria cittadina di Potenza

Patrizia Gerardi è la nuova segretaria cittadina di Potenza dell’Italia dei Valori.
L’elezione è avvenuta durante l’assemblea cittadina di IdV alla presenza del segretario regionale Angelo Rosella che ha illustrato ad iscritti e simpatizzanti le nuove line...-->continua

16/10/2017 - Uil Fpl su Coordinamenti San Carlo

La Rsu della UIL FPL del San Carlo, in merito alla vicenda dei coordinamenti, precisa che è stata sempre presente sui tavoli regionali ed aziendali di negoziazione. Nel merito, pertanto, ribadisce quanto segue. L’Azienda Ospedaliera San Carlo, per via di una r...-->continua

16/10/2017 -  Centro Democratico chiede tavolo del Csx

Le vicende politiche regionali e quelle nazionali, si incrociano ogni giorno sempre di più.
Le prospettive e le scadenze elettorali, impongono di andare oltre le vicende interne ai partiti e come insegna la nascente esperienza di Campo Progressista bisogna...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo