HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Messina FdI-AN:il grande problema della Sicilia: il traffico!

16/02/2017

il grande problema della Sicilia: il traffico!
Dispiace molto apprendere dai giornali che il nuovo prefetto di Potenza, la dott.ssa Cagliostro, evidentemente mal consigliata dai suoi collaboratori, se non addirittura dal suo predecessore, individui le priorità della sua futura azione in provincia di Potenza, sostanzialmente, nella gestione dell'immigrazione e nel contrasto al bullismo. Ci saremmo aspettati una maggiore attenzione, da parte di una dirigente pubblica di grado così elevato, rispetto alle vere urgenze della Basilicata, nessuna delle quali è stata toccata dalla stessa nel suo discorso di insediamento.
Ma la dottoressa è evidentemente scusata, innanzitutto, perché appena arrivata e poi perché ha, con sincerità, dichiarato di non conoscere ancora la nostra realtà locale.
Ciò che non si può scusare, invece, è il fatto che il predecessore, e gli uffici che l'hanno appena accolta, non siano riusciti a mettere il nuovo rappresentante del Governo in condizione di capire quali sono le urgenze della Basilicata. Ci permettiamo, quindi, di farlo noi.
Le urgenze della Basilicata, sul piano della legalità e dell'ordine pubblico, sono innanzitutto legate alla diffusa corruzione, che negli ultimi anni ha toccato addirittura i più delicati ambiti della magistratura, degli enti territoriali praticamente nessuno escluso, delle aziende partecipate, degli appalti pubblici.
La diffusa illegalità, agevolata da un ambiente fatto di piccoli centri e di inevitabili "relazioni corte", si riverbera non solo sul decoro delle istituzioni pubbliche (ivi compresa, naturalmente, la Prefettura) ma anche sulla percezione della sicurezza, sulla correttezza dei rapporti sociali e sulla sanità delle relazioni economiche.
Ciò è possibile grazie alla sistematica ignoranza delle regole della trasparenza amministrativa da parte degli enti territoriali e che costituiscono il terreno di coltura privilegiato del peculato e della corruzione, su cui può e deve sin da oggi vigilare la Prefettura.
È opportuna, quindi, una più pungente attività di controllo della legalità nei rapporti tra politica ed economia, a tutti i livelli e con particolare riguardo al rispetto delle regole della trasparenza amministrativa e della correttezza delle procedure, troppo spesso ignorati nell'omertà collettiva.
Inoltre, nella provincia di Potenza c'è un gravissimo problema ecologico ambientale: la scarsità dei controlli (di recente aggravata anche dalla soppressione del Corpo Forestale dello Stato), ma soprattutto i numerosi, diffusi conflitti di interesse tra politici e imprenditori, nonché le collusioni tra mondo imprenditoriale e organismi pubblici di controllo, hanno condotto recenti indagini della Procura della Repubblica di Potenza a scoprire inquietanti casi in cui alcuni imprenditori senza scrupoli operavano nella più piena libertà, devastando il nostro territorio.
Una regione che consta per lo più di territorio non antropizzato deve assolutamente organizzare, pur con gli scarsi strumenti del 2017, un controllo adeguato del medesimo, per evitare che luoghi disabitati si trasformino in zone franche dell'inquinamento e del crimine organizzato. Ci auguriamo, quindi, che la Prefettura voglia organizzarsi anche su questo importantissimo settore, garantendo ai lucani un controllo dell'ecosistema più efficace di quello che abbiamo visto finora.
Lasci perdere, la dottoressa Cagliostro, le questioni del bullismo e dell'immigrazione, che in Basilicata non rappresentano né un problema né, tantomeno, un'urgenza.
Le auguriamo di essere indipendente dal groviglio di interessi lobbistici e dalle cointeressenze della nostra regione, e di poter verificare da sé, secondo la sua elevatissima professionalità, e il più possibile senza "intermediari", quale universo di interessi illeciti, mafiosi a tutti gli effetti, riempie ogni angolo della vita pubblica.
Le auguriamo le migliori prospettive e i migliori successi per il suo lavoro, avvertendola - da esperti conoscitori della nostra realtà locale - che, in un luogo come la Lucania, non è possibile operare con onore senza farsi dei nemici.

Potenza, 16 Febbraio 2017

Francesca Messina, Responsabile Dipartimento Integrazione ed Immigrazione Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Basilicata




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
24/06/2017 - Potenza: Legambiente e Movimento Azzurro su volontari della raccolta differenzia

Il Circolo Legambiente di Potenza, il Servizio Vigilanza Ambientale, la Legambiente Basilicata Onlus e il Movimento Azzurro si dissociano categoricamente da quanto riportato a mezzo stampa in merito alla situazione dei volontari impegnati nello start up della raccolta differ...-->continua

24/06/2017 - M5S: Un’altra Sanità possibile nasce dalla Basilicata, tra Innovazione e IV Rifo

Il prossimo 30 giugno i cittadini potranno incontrare tecnici e rappresentanti politici che si occupano di Sanità quotidianamente nel proprio lavoro per ascoltare, approfondire, capire, chiedere quali sono gli scenari odierni e futuri della Sanità in Basilicat...-->continua

24/06/2017 - Interrogazione Pedicini M5s su impianto mobile COVA-ENI

L'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini ha presentato un'interrogazione alla Commissione europea per fare chiarezza sulle autorizzazioni della Regione Basilicata per l'impianto mobile di trattamento dei reflui del petrolio che l'Eni vorrebbe attivare in Val...-->continua

24/06/2017 - Latronico (DI) su giunta Matera

“Raffaello De Ruggieri era stato eletto per costruire, nel governo della città di Matera, un’alternativa al Pd ed al suo sistema di potere dalla giunta municipale alla fondazione, per questo evocò ed ottenne il sostegno di un vasto fronte di forze e di soggett...-->continua

23/06/2017 - L'intervento di Pittella al Comitato di sorveglianza Po Fesr Basilicata

"Continuiamo a operare su settori strategici puntando ad un utilizzo virtuoso dei fondi della nuova programmazione 2014/2020. In questo senso abbiamo lavorato su tutte le condizioni ex ante, come misura di serietà amministrativa e politica, che ci permetterann...-->continua

23/06/2017 - Villa Nitti. Pittella: "diventi luogo simbolo per cultura mediterranea"

"L'inaugurazione di oggi ha un grande valore simbolico. É memoria, storia, cultura, ma soprattutto visione. Nel Mezzogiorno, come diceva Nitti, la Basilicata può avere un ruolo importante. L'Italia deve assaporare consapevolmente l'opportunità che questo luogo...-->continua

23/06/2017 - Comune di Potenza partecipa al Comitato di Sorveglianza PO-FESR 2014-2020

Oggi a Maratea il Sindaco Dario De Luca e l’assessora alla programmazione Donatella Cutro, accompagnati dal vicesindaco Sergio Potenza, rappresentano la città di Potenza al Comitato di Sorveglianza del PO FESR 2014-2020, organismo che riunisce tutti gli attori...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo centrale dovrebbe dedicare ai cittadini, in primis, e agli enti pubblici locali, che pure dovrebbe rappresentare e tutelare. Ma, mi sono detta, sempre di Sviluppo Economico si tratta, non certo di Ministero dell’Ambiente o della Salute.

Oggi l’amministratore delegato di Eni Claudio DeScalzi, lo st...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo