HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

G.Rosa:Pittella paga 253.000 euro per conoscere la Basilicata

16/02/2017

La Regione Basilicata vuole assumere qualcuno perchè spieghi alla Regione Basilicata la realtà socio economica della Regione Basilicata. Non è uno scherzo. È, nella sua drammaticità, tutto vero.

Con la Determinazione Dirigenziale n. 2 del 03/01/2017 del Dipartimento Programmazione e Finanze, è stata avviata un’indagine di mercato per acquisire le manifestazioni di interesse a partecipare ad una procedura negoziata per l’affidamento del servizio di ricerca in campo socio economico, aventi per oggetto l’analisi delle dinamiche regionali e del contesto di riferimento alla luce dei programmi di sviluppo regionale e nazionale. Il servizio articolato in due lotti, prevede un importo complessivo di € 253.000, con una durata di 24 mesi.

Non mancano i soliti requisiti di capacità tecnica e professionale ‘abbastanza’ dettagliati. Le ‘solite coincidenze’.

La Regione, insomma, paga per conoscere qualcosa che già dovrebbe essere un dato acquisito di chi da tre anni ci governa. Questo dimostra quello che da anni diciamo: siamo in mano a persone che millantano progetti e visioni ma che non conoscono nulla della nostra Terra. Non hanno le fondamenta, figuriamoci il tetto.

L’inutilità della politica di Pittella, della sua Giunta, della dirigenza e di tutti coloro che appoggiano questo Governo è conclamata. Cosa paghiamo a fare dirigenti regionali, Assessori e Presidente di Giunta se dobbiamo assumere qualcuno che studi i Lucani e ci dica se le azioni messe in campo dal Governo regionale hanno avuto impatto o no?

Ma stiamo scherzando? E la politica a cosa serve? A cosa servono i grandi esperti? A cosa serve questo Governo? Ma finora cosa abbiamo fatto?

Per tre anni abbiamo speso soldi per cosa? E quando Pittella esalta i successi conseguiti, di cosa parla se deve pagare qualcuno perché glielo dica? O magari, vuole conoscere quanto il suo ‘regime’ ha danneggiato la Basilicata?

No. Questa non è più una questione di visioni diverse sullo sviluppo economico e sul welfare. Oggi abbiamo la conferma che visione non ce n’è mai stata e continua a non esserci.

Dove vogliamo andare se il nocchiero non conosce la rotta?

Questa azione non è altro che l’ennesima manifestazione di incapacità politica e amministrativa di Pittella e della sua maggioranza, che non sono in grado di comprendere lo stato drammatico in cui versa una delle
Regioni più povere d’Italia.

Siamo dinanzi ad un provvedimento che ridicolizza, in primo luogo, il Governo regionale, che evidentemente non sa come indirizzare i programmi di sviluppo della Regione e si rivolge ad altri per farlo e, in secondo luogo, i loro sostenitori che parlano di convergenza sulle idee e su questi benedetti programmi che, evidentemente, non ci sono.

Onestà intellettuale vorrebbe che si dimettessero in blocco. Ma sappiamo che sarebbe pretendere troppo.

Potenza, 16 Febbraio 2017

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/02/2018 - Politiche 2018 in Basilicata: secondo i sondaggi, chi sale e chi scende

I sondaggi sulle elezioni Politiche del 4 marzo lasciano un’ incertezza sulle intenzioni di voto degli italiani. Secondo le ultime analisi dal voto del 4 marzo non ci dovrebbe essere la maggioranza per governare. Il sito termometropolitico.it al 16 Febbraio porta la coalizio...-->continua

20/02/2018 - Summa (Cgil) su centrale Mercure: confronto si sposti al Mise

"La Cgil di Basilicata, oggi presente al tavolo tecnico per la Centrale del Mercure, non ha votato il bilancio consuntivo e preventivo dell’Osservatorio ambientale chiedendo di spostare il tavolo al Mise affinché si faccia chiarezza".
“Si faccia chiarezza ...-->continua

20/02/2018 - G.Rosa:Il trasformista Viceconte occupatore abusivo della cosa pubblica

Il 16 febbraio scorso è andato in scena l’ennesimo scempio politico e istituzionale da parte di persone senza vergogna e senza pudore. Nell’incontro dello scorso 16 febbraio a Castelluccio Superiore, organizzato da Sviluppo Basilicata, Società per Azioni in ho...-->continua

20/02/2018 - 193 nuovi imprenditori in agricoltura under 40: valore aggiunto per la Basilicat

“Grazie a una scelta politica ben precisa, oggi con altri 193 giovani agricoltori di Basilicata vogliamo suggellare un patto di sviluppo con la nuova generazione da mantenere nella nostra terra, volto a far realizzare le progettualità imprenditoriali che li ve...-->continua

20/02/2018 - Liberi e Uguali:le altre tappe lucane

Proseguono, con cadenza quotidiana, le iniziative di Liberi e Uguali in Basilicata. Domani, mercoledì 21 febbraio, a Barile e a San Fele si svolgeranno delle pubbliche manifestazioni elettorali alle quali interverranno il candidato alla Camera dei Deputati Fil...-->continua

20/02/2018 - Di Battista da Lauria lancia il 'Pittellexit'

La tappa lucana di Alessandro Di Battista, il big pentastellato non candidato che, però, sta macinando chilometri con il suo camper per portare nelle piazze italiane la bandiera del Movimento 5 Stelle, arriva in un luogo simbolo: Lauria, il paese della famigli...-->continua

20/02/2018 - Proclamata Astensione dalle Udienze per il 23 febbraio

Venerdì 23 febbraio, alle ore 10,00, presso il teatro Francesco Stabile di Potenza, si terrà l'incontro dal titolo "Giornata della dignità e dell'orgoglio dell'avvocatura e della salvaguardia delle tutele. Parliamone prima"
La manifestazione, organizzata ...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo