HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

G.Rosa:Pittella paga 253.000 euro per conoscere la Basilicata

16/02/2017

La Regione Basilicata vuole assumere qualcuno perchè spieghi alla Regione Basilicata la realtà socio economica della Regione Basilicata. Non è uno scherzo. È, nella sua drammaticità, tutto vero.

Con la Determinazione Dirigenziale n. 2 del 03/01/2017 del Dipartimento Programmazione e Finanze, è stata avviata un’indagine di mercato per acquisire le manifestazioni di interesse a partecipare ad una procedura negoziata per l’affidamento del servizio di ricerca in campo socio economico, aventi per oggetto l’analisi delle dinamiche regionali e del contesto di riferimento alla luce dei programmi di sviluppo regionale e nazionale. Il servizio articolato in due lotti, prevede un importo complessivo di € 253.000, con una durata di 24 mesi.

Non mancano i soliti requisiti di capacità tecnica e professionale ‘abbastanza’ dettagliati. Le ‘solite coincidenze’.

La Regione, insomma, paga per conoscere qualcosa che già dovrebbe essere un dato acquisito di chi da tre anni ci governa. Questo dimostra quello che da anni diciamo: siamo in mano a persone che millantano progetti e visioni ma che non conoscono nulla della nostra Terra. Non hanno le fondamenta, figuriamoci il tetto.

L’inutilità della politica di Pittella, della sua Giunta, della dirigenza e di tutti coloro che appoggiano questo Governo è conclamata. Cosa paghiamo a fare dirigenti regionali, Assessori e Presidente di Giunta se dobbiamo assumere qualcuno che studi i Lucani e ci dica se le azioni messe in campo dal Governo regionale hanno avuto impatto o no?

Ma stiamo scherzando? E la politica a cosa serve? A cosa servono i grandi esperti? A cosa serve questo Governo? Ma finora cosa abbiamo fatto?

Per tre anni abbiamo speso soldi per cosa? E quando Pittella esalta i successi conseguiti, di cosa parla se deve pagare qualcuno perché glielo dica? O magari, vuole conoscere quanto il suo ‘regime’ ha danneggiato la Basilicata?

No. Questa non è più una questione di visioni diverse sullo sviluppo economico e sul welfare. Oggi abbiamo la conferma che visione non ce n’è mai stata e continua a non esserci.

Dove vogliamo andare se il nocchiero non conosce la rotta?

Questa azione non è altro che l’ennesima manifestazione di incapacità politica e amministrativa di Pittella e della sua maggioranza, che non sono in grado di comprendere lo stato drammatico in cui versa una delle
Regioni più povere d’Italia.

Siamo dinanzi ad un provvedimento che ridicolizza, in primo luogo, il Governo regionale, che evidentemente non sa come indirizzare i programmi di sviluppo della Regione e si rivolge ad altri per farlo e, in secondo luogo, i loro sostenitori che parlano di convergenza sulle idee e su questi benedetti programmi che, evidentemente, non ci sono.

Onestà intellettuale vorrebbe che si dimettessero in blocco. Ma sappiamo che sarebbe pretendere troppo.

Potenza, 16 Febbraio 2017

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
21/02/2017 - "Agri-cultura è futuro", intervento di Pittella a Matera

"Ci sono fattori diversi da gelo e neve che possono incidere sul raccolto. L'autostima é uno di questi".
Lo ha detto oggi pomeriggio a Matera, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, intervenendo nel corso di "Agri-cultura è futuro", un incontro tenuto...-->continua

21/02/2017 - Ferrandina: Zizzamia su conclusione lavori metano in area industriale

Da giorni le imprese insediate nell’ area industriale di Ferrandina possono approvvigionarsi di gas metano direttamente dalla rete grazie al completamento della metanizzazione dell’area realizzata nel 2016 dal Consorzio industriale di Matera con un finanziamen...-->continua

20/02/2017 - Leggieri M5s su corruzione e malaffare in Basilicata

Si è aperta in Basilicata una vera e propria questione morale che coinvolge politica, amministrazione pubblica e imprenditoria.
Le notizie delle ultime settimane creano grandi perplessità e non possono essere certamente sottovalutate.
Prima la notizi...-->continua

20/02/2017 - Reddito minimo d'inserimento, incontro in regione

In vista dell’avvio del Programma Reddito Minimo di Inserimento si è fatto il punto in Regione, con le agenzie di formazione, i sindacati e i lavoratori coinvolti

Proroga di due mesi dei tirocini extracurriculari per l’inserimento e il reinserimento a...-->continua

20/02/2017 - Lagopesole,Ass..ne politica culturale su trasloco centro smistamento poste

L’intervento del Segretario Generale della CIGL, Angelo Summa, a questa associazione appare eticamente e moralmente scorretto.
I fatti. Dai quotidiani abbiamo appreso che ad Avigliano (città di residenza del segretario Generale), Poste Italiane ha deciso ...-->continua

20/02/2017 - Oggi incontro tra Regione e Cgil Cisl Uil su reddito minimo

Si è tenuto in mattinata l'incontro tra Regione Basilicata e Cgil Cisl Uil sul tema del Reddito minimo di inserimento.

Dopo il primo risultato ottenuto, i Segretari Generali di Cgil Cisl Uil hanno sospeso il presidio e nella giornata di oggi si sono r...-->continua

19/02/2017 - G.Rosa: Lo spettacolo Fa'fafine viola la decisione del Consiglio regionale

Da padre di un bimbo di 9 anni, io rivendico il diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai miei figli, così come l'articolo 26 terzo comma, della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, dove per istruzione si intende non ...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Tra i mali dell’umanità le tossicopatie
di Sac. Don Camillo Perrone – Parroco emerito di San

Basilicata immune dalle contaminazioni della droga? Niente affatto!
Spacci di droga si sono registrati recentemente da Melfi a Senise, da Avigliano a Maratea. Imperversano gli stupefacenti. Retate e manette a raffica. Occorre ben riflettere e agire con vigore.
L’umanità oggi soffre di molti mali fisici, psichici e sociali. Col crescere del progresso scientifico e tecnico aumentano i beni della terra, si dilata il benessere della gente, ma divampa sempre più la brama del piacere, sollecitata dalla pubblicità irresistibile del consumismo, e il disordine dei costumi non ha più freno. I valori vengono disattesi o falsati se non addirittura rigettati, particolarmente il valore della vita e dell’amore. La civiltà dei consumi non risparmia neppure l’a...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo