HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Venosa:dimissioni revocate,maggioranza torna con il sindaco.M5S:'tutto previsto'

16/02/2017

Dimissioni revocate nel giorno di San Valentino; le stesse che erano arrivate, come un fulmine a ciel sereno, proprio a causa delle “dinamiche interne alla maggioranza” del Comune oraziano. Ma durante l’ultimo consiglio comunale, evidentemente la freccia di Cupido ha centrato il cuore di buona parte di quella maggioranza, riportando quest’ultima al fianco del primo cittadino.
“Diversità di vedute, incapacità di amministrare, protagonismo e tanta superficialità”: per niente sorpresa la minoranza pentastellata, che da subito aveva denunciato l’arma “ricattatoria” del Sindaco ed il gioco delle parti espresso dalla maggioranza. “Noi – ha ribadito Fabiana Papa, capogruppo del M5S – abbiamo sempre ritenuto che queste fossero delle dimissioni ‘farsa’: sapevamo che quella era una mossa per cercare di fare un braccio di ferro con alcuni elementi dissidenti. Rispetto al consiglio comunale, ci aspettavamo la dichiarazione di una squadra di governo, che però non è arrivata; più che un consiglio è stata una semplice riunione di maggioranza, nella quale assessori e consiglieri si sono limitati a leggere una sorta di ‘letterina d’amore’ al loro sindaco. Quello che è emerso, in sostanza, è che la frammentazione interna è ancora in corso ed è stata espressa chiaramente dalla dichiarazione di autonomia di voto di Carmela Sinisi, dall’appoggio di Franco Rosati ad un ‘programma condiviso’ però inesistente e dalla scissione ufficiale di ‘Nuova Venosa’. Il vero collante di questa nuova ricompattazione – insiste il capogruppo Papa – è stata la paura di una possibile vittoria del Movimento alle nuove elezioni comunali; come dichiarato anche dall’ex assessore Massimo Zullino, il quale ha poi ribadito con forza come questi quasi tre anni di Giunta Gammone non abbiano prodotto nulla di concreto proprio a causa della mancanza di una vera e propria regia alle spalle”.
Guerre intestine, così pare, ancora in atto. Una maggioranza, questa volta, formata da dieci membri (otto del PD, compresi Sindaco e Presidente del Consiglio, ai quali si aggiungono Rosati e Francabandiera); mentre, due componenti – l’ex assessore Massimo Zullino e Carmela Sinisi – valuteranno “caso per caso” il da farsi. “Per rispondere all’opposizione, – ha dichiarato il Sindaco Tommaso Gammone – io ho condotto quest’azione politica con l’idea di far capire i motivi politici per i quali avevo ed ho bisogno di una maggioranza; la quale, penso, abbia fatto le sue valutazioni senza alcun “ricatto” da parte mia. Mi trovo a dover prendere decisioni molto importanti: decisioni che riguardano la discarica e la raccolta dei rifiuti, la valorizzazione del centro storico con atti di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità, l’approssimarsi a Matera Capitale Europea della Cultura 2019; decisioni che non potevo prendere senza la consapevolezza di un vero sostegno. C’era, tra l’altro, una mozione di sfiducia, da parte dell’opposizione, che non potevo non considerare seppur carente dei numeri necessari. Dopo i dieci giorni di riflessione che mi sono consentiti dalla legge, – ha continuato il Sindaco – ho messo la maggioranza di fronte alle mie responsabili dimissioni, essa stessa consapevole della mia volontà di non lasciare il paese al consequenziale periodo di commissariamento e della mia ferma decisione qualora questa avesse deciso di non continuare a sostenermi; e questo perché ritengo che la funzione del Sindaco sia anche quella di raccordo della maggioranza. In questo momento c’è un clima di carica positiva; Sinisi e Zullino sono ‘rimasti fuori’, sì, ma solo perché hanno scelto di esprimersi di volta in volta sui provvedimenti che verranno portati in discussione”. E allora, “omnia vincit amor”, scrivevano i latini; ma se cediamo all'amore, che sia verso il bene comune.

Marialaura Garripoli




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
26/04/2017 - Caserma carabinieri Lauria, presto 3 nuove unita’ in forza alla stazione

La stazione dei Carabinieri di Lauria godrà presto di un potenziamento dell’organico. A renderlo noto il sindaco di Lauria Angelo Lamboglia. “Il Generale Di Palma, comandante della Legione dei Carabinieri di Basilicata – afferma il primo cittadino lauriota - mi ha comunicato...-->continua

26/04/2017 - Cova: incontro Galletti-Pittella

Ministero dell’Ambiente e Regione Basilicata lavorano in piena condivisione d’intenti con un obiettivo prioritario: il massimo grado di sicurezza ambientale del Centro Olio Val d’Agri, presupposto irrinunciabile per la sua riapertura, dopo la sospensione impos...-->continua

26/04/2017 - Fiammate al Centro Olio del 24 e 25 Ottobre 2016: Pietrantuono ci ha mentito

Le bugie hanno le gambe corte. Dovrebbe averlo imparato ormai anche l’Assessore all’Ambiente Francesco Pietrantuono. Eppure, per superficialità o noncuranza, ci ha mentito in Consiglio regionale rispondendo all’ennesima interrogazione sull’ennesima ‘fiammata’ ...-->continua

26/04/2017 -  Gianni Leggieri su linee guida Mini Eolico

Con DGR n. 175 del 2 marzo 2017, venivano approvate le c.d. “Linee guida per il corretto inserimento nel paesaggio degli impianti alimentati da fonti rinnovabili relativa agli impianti di mini eolico, vale a dire le centrali con una potenza nominale compresa t...-->continua

26/04/2017 - CLaps FdI-AN sul progetto Avigliano Sport & Go

La nostra non vuol essere una critica strumentale, sarebbe un gioco facile di fronte all’ennesima bocciatura per il Comune di Avigliano, che si vede ancora una volta escludere un progetto da parte della Regione Basilicata, per motivazioni, a dir poco, evitabil...-->continua

25/04/2017 - Il PCI Basilicata su assenza del governo regionale sulla questione petrolio

Il Partito Comunista Italiano rinato a Bologna il 26 giugno 2016 è contro le energie fossili e si batte per il superamento delle stesse con le energie rinnovabili ed ecosostenibili. Il PCI Basilicata è seriamente preoccupato per l’assenza del governo regionale...-->continua

25/04/2017 - Ferrandina: Alternativa Popolare su pulizia e manutenzione strade

La consigliera comunale Tiziana Pirretti ed il coordinatore cittadino di Ferrandina Gino Canitano di Alternativa Popolare ringraziano il Presidente della Provincia Francesco De Giacomo e il consigliere provinciale di riferimento del partito Salvatore Cosma (S...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte; perché non siamo riusciti a leggere per tempo i segnali premonitori di un disagio nell’adolescente che potrebbe sfociare, come spesso accade, nella violenza contro coetanei. Ovviamente coetanei più deboli, vittime scelte per “accreditarsi” con se stesso e con gli altri.
Viene spontaneo chiederc...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo