HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Venosa:dimissioni revocate,maggioranza torna con il sindaco.M5S:'tutto previsto'

16/02/2017

Dimissioni revocate nel giorno di San Valentino; le stesse che erano arrivate, come un fulmine a ciel sereno, proprio a causa delle “dinamiche interne alla maggioranza” del Comune oraziano. Ma durante l’ultimo consiglio comunale, evidentemente la freccia di Cupido ha centrato il cuore di buona parte di quella maggioranza, riportando quest’ultima al fianco del primo cittadino.
“Diversità di vedute, incapacità di amministrare, protagonismo e tanta superficialità”: per niente sorpresa la minoranza pentastellata, che da subito aveva denunciato l’arma “ricattatoria” del Sindaco ed il gioco delle parti espresso dalla maggioranza. “Noi – ha ribadito Fabiana Papa, capogruppo del M5S – abbiamo sempre ritenuto che queste fossero delle dimissioni ‘farsa’: sapevamo che quella era una mossa per cercare di fare un braccio di ferro con alcuni elementi dissidenti. Rispetto al consiglio comunale, ci aspettavamo la dichiarazione di una squadra di governo, che però non è arrivata; più che un consiglio è stata una semplice riunione di maggioranza, nella quale assessori e consiglieri si sono limitati a leggere una sorta di ‘letterina d’amore’ al loro sindaco. Quello che è emerso, in sostanza, è che la frammentazione interna è ancora in corso ed è stata espressa chiaramente dalla dichiarazione di autonomia di voto di Carmela Sinisi, dall’appoggio di Franco Rosati ad un ‘programma condiviso’ però inesistente e dalla scissione ufficiale di ‘Nuova Venosa’. Il vero collante di questa nuova ricompattazione – insiste il capogruppo Papa – è stata la paura di una possibile vittoria del Movimento alle nuove elezioni comunali; come dichiarato anche dall’ex assessore Massimo Zullino, il quale ha poi ribadito con forza come questi quasi tre anni di Giunta Gammone non abbiano prodotto nulla di concreto proprio a causa della mancanza di una vera e propria regia alle spalle”.
Guerre intestine, così pare, ancora in atto. Una maggioranza, questa volta, formata da dieci membri (otto del PD, compresi Sindaco e Presidente del Consiglio, ai quali si aggiungono Rosati e Francabandiera); mentre, due componenti – l’ex assessore Massimo Zullino e Carmela Sinisi – valuteranno “caso per caso” il da farsi. “Per rispondere all’opposizione, – ha dichiarato il Sindaco Tommaso Gammone – io ho condotto quest’azione politica con l’idea di far capire i motivi politici per i quali avevo ed ho bisogno di una maggioranza; la quale, penso, abbia fatto le sue valutazioni senza alcun “ricatto” da parte mia. Mi trovo a dover prendere decisioni molto importanti: decisioni che riguardano la discarica e la raccolta dei rifiuti, la valorizzazione del centro storico con atti di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità, l’approssimarsi a Matera Capitale Europea della Cultura 2019; decisioni che non potevo prendere senza la consapevolezza di un vero sostegno. C’era, tra l’altro, una mozione di sfiducia, da parte dell’opposizione, che non potevo non considerare seppur carente dei numeri necessari. Dopo i dieci giorni di riflessione che mi sono consentiti dalla legge, – ha continuato il Sindaco – ho messo la maggioranza di fronte alle mie responsabili dimissioni, essa stessa consapevole della mia volontà di non lasciare il paese al consequenziale periodo di commissariamento e della mia ferma decisione qualora questa avesse deciso di non continuare a sostenermi; e questo perché ritengo che la funzione del Sindaco sia anche quella di raccordo della maggioranza. In questo momento c’è un clima di carica positiva; Sinisi e Zullino sono ‘rimasti fuori’, sì, ma solo perché hanno scelto di esprimersi di volta in volta sui provvedimenti che verranno portati in discussione”. E allora, “omnia vincit amor”, scrivevano i latini; ma se cediamo all'amore, che sia verso il bene comune.

Marialaura Garripoli




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/02/2018 - G.Rosa:Il trasformista Viceconte occupatore abusivo della cosa pubblica

Il 16 febbraio scorso è andato in scena l’ennesimo scempio politico e istituzionale da parte di persone senza vergogna e senza pudore. Nell’incontro dello scorso 16 febbraio a Castelluccio Superiore, organizzato da Sviluppo Basilicata, Società per Azioni in house della Regio...-->continua

20/02/2018 - 193 nuovi imprenditori in agricoltura under 40: valore aggiunto per la Basilicat

“Grazie a una scelta politica ben precisa, oggi con altri 193 giovani agricoltori di Basilicata vogliamo suggellare un patto di sviluppo con la nuova generazione da mantenere nella nostra terra, volto a far realizzare le progettualità imprenditoriali che li ve...-->continua

20/02/2018 - Liberi e Uguali:le altre tappe lucane

Proseguono, con cadenza quotidiana, le iniziative di Liberi e Uguali in Basilicata. Domani, mercoledì 21 febbraio, a Barile e a San Fele si svolgeranno delle pubbliche manifestazioni elettorali alle quali interverranno il candidato alla Camera dei Deputati Fil...-->continua

20/02/2018 - Di Battista da Lauria lancia il 'Pittellexit'

La tappa lucana di Alessandro Di Battista, il big pentastellato non candidato che, però, sta macinando chilometri con il suo camper per portare nelle piazze italiane la bandiera del Movimento 5 Stelle, arriva in un luogo simbolo: Lauria, il paese della famigli...-->continua

20/02/2018 - Proclamata Astensione dalle Udienze per il 23 febbraio

Venerdì 23 febbraio, alle ore 10,00, presso il teatro Francesco Stabile di Potenza, si terrà l'incontro dal titolo "Giornata della dignità e dell'orgoglio dell'avvocatura e della salvaguardia delle tutele. Parliamone prima"
La manifestazione, organizzata ...-->continua

20/02/2018 - NoScorie:'consigli comunali su Tempa la Petrosa'

In merito al permesso di ricerca petrolifera Tempa la Petrosa riaperto dal Tar Basilicata nella Valle del Sinni , permesso di ricerca, dove le comunità locali e i sindaci del territorio interessati si erano già espressi con un secco no nei confronti della reg...-->continua

20/02/2018 - Domani a Potenza Question time con i candidati del Pd

Mercoledì 21 febbraio 2018 in vista del voto per le Elezioni politiche del 04 marzo gli Stati Generali delle Donne organizzano un Question Time con le Candidate ed i Candidati del PD, alle e ai quali dal Pubblico verranno rivolte delle domande relative ai loro...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo