HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Venosa:dimissioni revocate,maggioranza torna con il sindaco.M5S:'tutto previsto'

16/02/2017

Dimissioni revocate nel giorno di San Valentino; le stesse che erano arrivate, come un fulmine a ciel sereno, proprio a causa delle “dinamiche interne alla maggioranza” del Comune oraziano. Ma durante l’ultimo consiglio comunale, evidentemente la freccia di Cupido ha centrato il cuore di buona parte di quella maggioranza, riportando quest’ultima al fianco del primo cittadino.
“Diversità di vedute, incapacità di amministrare, protagonismo e tanta superficialità”: per niente sorpresa la minoranza pentastellata, che da subito aveva denunciato l’arma “ricattatoria” del Sindaco ed il gioco delle parti espresso dalla maggioranza. “Noi – ha ribadito Fabiana Papa, capogruppo del M5S – abbiamo sempre ritenuto che queste fossero delle dimissioni ‘farsa’: sapevamo che quella era una mossa per cercare di fare un braccio di ferro con alcuni elementi dissidenti. Rispetto al consiglio comunale, ci aspettavamo la dichiarazione di una squadra di governo, che però non è arrivata; più che un consiglio è stata una semplice riunione di maggioranza, nella quale assessori e consiglieri si sono limitati a leggere una sorta di ‘letterina d’amore’ al loro sindaco. Quello che è emerso, in sostanza, è che la frammentazione interna è ancora in corso ed è stata espressa chiaramente dalla dichiarazione di autonomia di voto di Carmela Sinisi, dall’appoggio di Franco Rosati ad un ‘programma condiviso’ però inesistente e dalla scissione ufficiale di ‘Nuova Venosa’. Il vero collante di questa nuova ricompattazione – insiste il capogruppo Papa – è stata la paura di una possibile vittoria del Movimento alle nuove elezioni comunali; come dichiarato anche dall’ex assessore Massimo Zullino, il quale ha poi ribadito con forza come questi quasi tre anni di Giunta Gammone non abbiano prodotto nulla di concreto proprio a causa della mancanza di una vera e propria regia alle spalle”.
Guerre intestine, così pare, ancora in atto. Una maggioranza, questa volta, formata da dieci membri (otto del PD, compresi Sindaco e Presidente del Consiglio, ai quali si aggiungono Rosati e Francabandiera); mentre, due componenti – l’ex assessore Massimo Zullino e Carmela Sinisi – valuteranno “caso per caso” il da farsi. “Per rispondere all’opposizione, – ha dichiarato il Sindaco Tommaso Gammone – io ho condotto quest’azione politica con l’idea di far capire i motivi politici per i quali avevo ed ho bisogno di una maggioranza; la quale, penso, abbia fatto le sue valutazioni senza alcun “ricatto” da parte mia. Mi trovo a dover prendere decisioni molto importanti: decisioni che riguardano la discarica e la raccolta dei rifiuti, la valorizzazione del centro storico con atti di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità, l’approssimarsi a Matera Capitale Europea della Cultura 2019; decisioni che non potevo prendere senza la consapevolezza di un vero sostegno. C’era, tra l’altro, una mozione di sfiducia, da parte dell’opposizione, che non potevo non considerare seppur carente dei numeri necessari. Dopo i dieci giorni di riflessione che mi sono consentiti dalla legge, – ha continuato il Sindaco – ho messo la maggioranza di fronte alle mie responsabili dimissioni, essa stessa consapevole della mia volontà di non lasciare il paese al consequenziale periodo di commissariamento e della mia ferma decisione qualora questa avesse deciso di non continuare a sostenermi; e questo perché ritengo che la funzione del Sindaco sia anche quella di raccordo della maggioranza. In questo momento c’è un clima di carica positiva; Sinisi e Zullino sono ‘rimasti fuori’, sì, ma solo perché hanno scelto di esprimersi di volta in volta sui provvedimenti che verranno portati in discussione”. E allora, “omnia vincit amor”, scrivevano i latini; ma se cediamo all'amore, che sia verso il bene comune.

Marialaura Garripoli




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
21/02/2017 - "Agri-cultura è futuro", intervento di Pittella a Matera

"Ci sono fattori diversi da gelo e neve che possono incidere sul raccolto. L'autostima é uno di questi".
Lo ha detto oggi pomeriggio a Matera, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, intervenendo nel corso di "Agri-cultura è futuro", un incontro tenuto...-->continua

21/02/2017 - Ferrandina: Zizzamia su conclusione lavori metano in area industriale

Da giorni le imprese insediate nell’ area industriale di Ferrandina possono approvvigionarsi di gas metano direttamente dalla rete grazie al completamento della metanizzazione dell’area realizzata nel 2016 dal Consorzio industriale di Matera con un finanziamen...-->continua

20/02/2017 - Leggieri M5s su corruzione e malaffare in Basilicata

Si è aperta in Basilicata una vera e propria questione morale che coinvolge politica, amministrazione pubblica e imprenditoria.
Le notizie delle ultime settimane creano grandi perplessità e non possono essere certamente sottovalutate.
Prima la notizi...-->continua

20/02/2017 - Reddito minimo d'inserimento, incontro in regione

In vista dell’avvio del Programma Reddito Minimo di Inserimento si è fatto il punto in Regione, con le agenzie di formazione, i sindacati e i lavoratori coinvolti

Proroga di due mesi dei tirocini extracurriculari per l’inserimento e il reinserimento a...-->continua

20/02/2017 - Lagopesole,Ass..ne politica culturale su trasloco centro smistamento poste

L’intervento del Segretario Generale della CIGL, Angelo Summa, a questa associazione appare eticamente e moralmente scorretto.
I fatti. Dai quotidiani abbiamo appreso che ad Avigliano (città di residenza del segretario Generale), Poste Italiane ha deciso ...-->continua

20/02/2017 - Oggi incontro tra Regione e Cgil Cisl Uil su reddito minimo

Si è tenuto in mattinata l'incontro tra Regione Basilicata e Cgil Cisl Uil sul tema del Reddito minimo di inserimento.

Dopo il primo risultato ottenuto, i Segretari Generali di Cgil Cisl Uil hanno sospeso il presidio e nella giornata di oggi si sono r...-->continua

19/02/2017 - G.Rosa: Lo spettacolo Fa'fafine viola la decisione del Consiglio regionale

Da padre di un bimbo di 9 anni, io rivendico il diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai miei figli, così come l'articolo 26 terzo comma, della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, dove per istruzione si intende non ...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Tra i mali dell’umanità le tossicopatie
di Sac. Don Camillo Perrone – Parroco emerito di San

Basilicata immune dalle contaminazioni della droga? Niente affatto!
Spacci di droga si sono registrati recentemente da Melfi a Senise, da Avigliano a Maratea. Imperversano gli stupefacenti. Retate e manette a raffica. Occorre ben riflettere e agire con vigore.
L’umanità oggi soffre di molti mali fisici, psichici e sociali. Col crescere del progresso scientifico e tecnico aumentano i beni della terra, si dilata il benessere della gente, ma divampa sempre più la brama del piacere, sollecitata dalla pubblicità irresistibile del consumismo, e il disordine dei costumi non ha più freno. I valori vengono disattesi o falsati se non addirittura rigettati, particolarmente il valore della vita e dell’amore. La civiltà dei consumi non risparmia neppure l’a...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo