HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Il cece ribelle: tradizione e innovazione di un legume lungimirante

7/09/2018

Si terrà nel pomeriggio di domenica 9 settembre a Latronico, con inizio previsto alle ore 18,00 in piazza Umberto I, il seminario intitolato “Cece ribelle: tradizione e innovazione di un legume lungimirante”, organizzato dall’amministrazione comunale del borgo sinnico e fortemente voluto dall’assessore Rosita La Banca, che ne è stata l’ideatrice. Per la prima volta, il cece sarà presentato al pubblico come prodotto tipico del comune di Latronico, grazie ad una ricerca storica legata al fenomeno del Brigantaggio, da qui il nome del seminario. Dai racconti degli anziani del paese, infatti, è emerso che già in epoca pre-unitaria esistevano nel territorio dell’area sud della Basilicata campi coltivati di ceci, che venivano utilizzati dai Briganti nascosti sulle montagne per ricavarne farina (macinata in un mulino che sorgeva lungo l’argine del fiume) da utilizzare per il pane e la pasta fatti in casa. È nato così un progetto, che ha l’obiettivo di far conoscere questo prodotto tipico e sensibilizzare i giovani all’importanza dell’agricoltura, mettendo in relazione conoscenze e tradizioni eno-gastronomiche, che è stato accolto con entusiasmo da imprenditori agricoli, casalinghe e pensionati, i veri custodi del cece. Un progetto che ha previsto la realizzazione, in via sperimentale, di undici campi coltivati a legume autoctono, grazie al recupero dell’antico seme conservato nella banca dati dell’Alsia. Al convegno, che sarà moderato dal giornalista del Roma Fabio Falabella e cui prenderanno parte l’assessore La Banca e il sindaco di Latronico Fausto De Maria, che aprirà i lavori con i saluti istituzionali, parteciperanno, in qualità di relatori, il responsabile dell’Alsia Pollino Domenico Cerbino, la biologa e nutrizionista Cristina De Luca, il presidente della Comunità del cibo della biodiversità – area sud della Basilicata - Annibale Formica, il presidente del Gal “La cittadella del sapere” Franco Muscolino, il presidente regionale dell’Agia Rudy Marranchelli, la presidente del consiglio comunale di Latronico Egidia Gioia, il direttore dell’Alsia Basilicata Domenico Romaniello e l’assessore regionale all’agricoltura Luca Braia. A margine del dibattito, alle ore 19,30, ci sarà l’apertura degli stand con i prodotti tipici, a cura dei “Custodi del cece di Latronico”, mentre alle 20,00 è in programma il laboratorio “Mani in pasta”, che sarà coordinato da famosi chef locali. Alle ore 21,00, infine, è prevista una degustazione di pasta fatta in casa a base di ceci guarnita con una ricetta dell’antica tradizione culinaria popolare, cui seguirà, alle 22,00, il concerto degli “Mbrascatu”, un gruppo indie rock proveniente da Portland, nell’Oregon, Stati Uniti.




archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
16/10/2018 - Consegna degli attestati di partecipazione al corso di micologia

Con la consegna degli attestati ai partecipanti, avvenuta lo scorso 11 ottobre nella sede del Parco, si è chiuso il seminario di educazione micologica organizzato dall’AMSCIL (Associazione Micologica dei Sostenitori della Cultura Idnologica Lucana) in collaborazione con il P...-->continua

16/10/2018 - Di Leo Pietro Spa ‘School partner’ di Matera 2019

La Di Leo Pietro Spa, impegnata nella produzione di prodotti da forno con origini nel 1663 ad Altamura e con sede a Matera, sarà ‘School partner’ di Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019. La partnership è stata annunciata durante l’incontro avvenut...-->continua

16/10/2018 - Successo di pubblico a Matera per il Fadiesis Accordion Festival

Il direttore artistico Gianni Fassetta: Matera ci accoglie ogni anno con rinnovata curiosità verso il festival e verso la fisarmonica. Il pubblico, sempre più numeroso, vuol ascoltare le diverse anime dello strumento a mantice ed è un pubblico “fedele” che seg...-->continua

16/10/2018 - E' online il primo Ep dei Radio Lausberg

Una farfalla che ‘esplode’ in tutta la sua bellezza attraverso lo squarcio di un muro bianco; le sue ali sono mani che si fanno spazio nella luce del mondo; le crepe del muro, al di là del quale si vede il cielo, sono anche radici profonde, trame di vita e di ...-->continua

E NEWS



WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo