HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

A Muro Lucano le “Ripe” sono candidate al Fai

19/08/2018

Anche Muro Lucano, in Basilicata, sta partecipando alla raccolta firme, cartacea e on-line, del Fondo Ambiente Italiano per salvaguardare il proprio “Luogo del cuore”: il Sentiero delle Ripe e dei Mulini.
Il luogo è già da tempo percorribile e si attesta tra i siti di maggior interesse storico naturalistico per i turisti che giungono a Muro Lucano e gran parte lo si deve soprattutto all’associazione che negli anni ha volontariamente ripulito i gradoni dalla fitta vegetazione. Gli scalini, larghi e bassi, erano studiati in conformità al passo di asini e muli, pertanto risulta una passeggiata agevole per chiunque volgli avisitare questo luogo.
Il percorso delle Ripe di Muro è la strada più antica del paese, affascinante ed incontaminata pur trovandosi quasi nel centro abitato. Scavata nella roccia calcarea ad un’altitudine di 530 metri con un andamento lento che scende e poi risale seguendo la conformazione orografica del territorio, prende il via dalla parte più alta del paese, per scendere fin giù nella gola rocciosa a strapiombo e poi risalire dal lato opposto. Si presume che la costruzione del sentiero sia databile al IX secolo. Il cammino scende fino al torrente Rescio con piani a gradoni calcarei, talvolta scavati nella stessa roccia. Si tratta di un posto unico nella sua specia, che ha sviluppato anche una flora ed una fauna del tutto particolari, rendendo così il luogo un crogiolo di storia, natura e arte.
In origine il percorso fu costruito per congiungere il quartiere Pianello con la frazione di Capodigiano. Oltre a ciò permetteva l’approvvigionamento, soprattutto idrico, all’antico borgo ed ancora oggi dalla fontana Parìa sgorga acqua freddissima, piacevole per quanti vi si recano o sostano per una giornata, grazie alla possibilità di pranzare nell’area pic-nic.
Lo scenario che si paventa agli occhi dello spettatore ha dell’incredibile giacchè giunti in fondo al vallone, ci si ritrova circondati da rocce calcaree che si stagliano verso il cielo fino ad un’altezza di oltre 100 metri e si ha la possibilità di ammirare la clebre opera del ponte Pianello voluta dal Ministro delle Finanze Francesco Saverio Nitti, da una prospettiva affascinante, ovvero dal basso, godendo della panoramica dell’arco parabolico sospeso sul burrone.
Lungo il cammino naturalistico si incontra un piccolo ponte che è ad oggi uno dei pochi esempi di architettura civile romanica realizzata intorno al 1100 e resti di mulini ad acqua con muri a secco, edificati a inizio ‘800 che servivano non solo alla macinatura del grano, ma anche alla lavorazione della lana. Poco pù sopra dei mulini sono state da poco rinvenute anche le vasche di riserva d’acqua. Certo, è difficile risalire alle date di utilizzo ultimo, ma di certo è noto, grazie ad un documento di concessione, che in età angioina erano elencati tra i beni del feudo accordato da re Carlo d’Angiò al primo feudatario murese, tale francese Pietro Hugot.
A Muro Lucano con la Pro Loco e l’associazione ambientalista “Un Muro d’amare” si è avviato già un percorso di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-sentieristico .
La raccolta firme a cui i cittadini stanno aderendo e che stanno promuovendo tramite il censimento del Fai è volto a salvaguardare e porre all’attenzione della comunità e delle istituzioni locali ma anche nazionali, un posto unico nel suo genere.
Pro Loco Muro Lucano
https://www.facebook.com/sentierodelleripe/




archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
18/12/2018 - A Natale la Sagra della Strazzata all’ombra di Federico

Una tre giorni all’insegna dei sapori tradizionali organizzata dalla Pro Loco Castel Lagopesole, dall’Associazione “Il Cigno” e dalla EuroCast Eventi in attesa del Natale. La piazza del borgo federiciano ospiterà, infatti, dal 21 al 23 Dicembre 2018 l’edizione invernale dell...-->continua

18/12/2018 - Scuola Bramante,attività di laboratorio e mercatini di Natale

Dopo il grande successo riscontrato dal Presepe Vivente, proposto dalle classi III A e B primaria dell’Istituto Comprensivo “Bramante” di Matera nella suggestiva location di Masseria Radogna, nel cuore del Parco della Murgia Materana, è già tutto pronto per un...-->continua

18/12/2018 - Teatro “Don Bosco” di Potenza,va in scena “Povr a chi car malat”

Giovedì 20 dicembre, alle ore 20.30, al teatro “Don Bosco” di Potenza, la compagnia teatrale “Lu Uarniedd” porterà in scena la commedia in due atti, in vernacolo potentino, “Povr a chi car malat”.
La rappresentazione teatrale scritta, diretta e interpretat...-->continua

18/12/2018 - Il Premio Siris diventa Premio Siris-Sud e Premio Siris-Gigi Giannotti

Il Premio Siris-Sud volge lo sguardo non solo alla Basilicata, ma alle personalità del Sud Italia che si sono distinte per il valore delle proprie opere. Non più un Premio ai grandi della Basilicata, ma dalla Basilicata un premio ai grandi uomini del Sud. Per ...-->continua

E NEWS



WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo