HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

E' dedicata al wedding planner Antonio Fanelli la rivista 2018 ‘Oggi ti sposo’

14/07/2018

“Antonio Fanelli è un'eccellenza italiana, dopo averlo conosciuto di persona ho voluto approfondire il discorso e così, grazie ad una serie di valutazioni riguardanti l'operato svolto negli anni e, il grado di professionalità sin qui raggiunto, ho deciso insieme ad altri collaboratori, di dedicare la rivista che sarà in vendita da settembre e, riproposta a dicembre, ad Antonio Fanelli”. Sono le parole pronunciate dall'editore Franco Meli, durante la conferenza stampa di presentazione di “Oggi ti sposo”, rivista di Luxury Wedding dedicata al wedding planner lucano. Nella magnifica location del Monastero di Orsoleo, messa a disposizione dall'amministrazione comunale, con l'assessore alla cultura Lucia Finamore in modo particolare e il sindaco, Vincenzo Nicola Parisi che si è detto più volte orgoglioso di poter assistere ad un riconoscimento di caratura internazionale riguardante un suo concittadino, Antonio Fanelli ha avuto la possibilità di condividere questo premio (perchè di premio si tratta), all'interno della sua cittadina, circondato dal calore della madre, alla quale con grande emozione si è rivolto durante la conferenza, ai famigliari, agli amici e ai tanti giornalisti curiosi che, perchè no, assieme ai tanti presenti, hanno avuto modo di godere di una splendida atmosfera creata dallo stesso Fanelli, con la collaborazione e alla professionalità del giornalista e addetto stampa, Domenico Ciancio. Oggi ti sposo tra l'altro, è il primo network italiano di Luxury Wedding ed è stato creato dall'associazione Momenti Eventi, costituita da operatori della cerimonia con l'obbiettivo di lavorare in rete. La rivista inoltre, è tradotta in italiano e inglese, dato che viene diffusa oltre che in tutta Italia, anche all'estero e, per guanto riguarda il sud, la Basilicata è stata la prima regione scelta dall'editore. Insomma, un grande motivo d'orgoglio per l'intera Lucania che grazie a Fanelli e all'editore Franco Meli, porterà in giro per il mondo le proprie eccellenze nel campo dell'organizzazione e del matrimonio sul nostro territorio. Certo come sottolineato dallo stesso Fanelli, raggiungere questo grande obbiettivo che però “non è un traguardo ma l'inizio da cui avviare una nuova fase e continuare a fare sempre meglio il mio lavoro”, non è stato facile anzi. Dopo aver terminato gli studi a Sant'Arcangelo, come molti anche lui decise di andare fuori regione, ma non per studiare e diventare wedding pallner. Infatti la scelta di intraprendere questa attività, nasce dopo aver aiutato nell'organizzare un matrimonio a dei suoi cari amici. Da qui si rende conto di provare piacere e passione nel creare e, decide di frequentare delle scuole del settore. Come spesso capita poi, il richiamo della propria terra è difficile da ignorare, per questo Antonio decide di tornare e di fare quello che lui definisce “un salto nel buio”. D'altronde come attività non era molto conosciuta soprattutto in Basilicata e i consigli sul non fare questo grande passo erano per la maggiore rispetto a coloro che invece ne facevano da sostegno. Quando una cosa si vuol fare però, si va dritti per la propria strada e allora ecco che grazie all'ente “Sviluppo Basilicata” riesce ad ottenere un fondo per il credito per avviare l'attività che, a distanza di tre anni ha già regalato grandi soddisfazioni al santarcangiolese, come per esempio il premio ottenuto lo scorso anno a Milano, presso il Palazzo Reale, in Piazza Duomo, come migliore vetrinista/visual europeo, oltre ad essere scelto come wedding planner per dei matrimoni a Napoli e Capri, solo per citarne alcuni, fuori regione. “Spero che in tanti trovino il coraggio di fare quello che ho fatto io” - ci spiega. “Io amo la mia terra e spero di restarci a vita. Purtroppo non è sempre facile provare a raggiungere i propri sogni, soprattutto quando non si ha a disposizione una base economica importante e poi, a dirti di non provare a fare qualcosa sono nella gran parte, a differenza di quelle che ti incitano e ti spronano. Il nostro è un bel mondo, siamo in pochi in Basilicata (14) però c'è un bel rapporto tra di noi. Per chi volesse entrarne a far parte, tramite la rivista e il network si può accedere ad una serie di informazioni molto significative e che io suggerisco. In ogni campo lavorativo tutti danno il meglio di se e cercano di esprimere al meglio le proprie competenze, l'importante è non avere invidie e dare merito ad ogni componente del puzzle. Personalmente credo che in questo campo l'IO debba essere eliminato e che tutto vada affrontato con il NOI. Senza la giusta sinergia con i fornitori, i ristoratori, i musicisti e tutto il resto, io non potrei fare nulla. Il wedding planner deve mettersi a disposizione della coppia e organizzare il matrimonio in base all'esigenza di questa. C'è chi vuole un matrimonio di lusso, chi più intimo o altro ancora, di conseguenza il nostro compito è quello di realizzare il desiderio di si rivolge a dei professionisti del settore che ripeto, da soli, senza la professionalità delle tante altre persone che lavorano dietro le quinte, non vanno da nessuna parte”. Sulle ultime due nostre curiosità, ovvero se qualcuno gli abbia chiesto in questi tre anni di poter lavorare con lui e sul modo che ha di rapportarsi con la coppia nei mesi precedenti al matrimonio, ci risponde: “a dire la verità nessuno me lo ha mai chiesto e anzi, a dire il vero mi servirebbe un aiuto pratico, ma purtroppo non riesco a trovare persone vogliose di lavorare in questo settore. Certo è un lavoro molto più impegnativo e più faticoso di quel che si può immaginare dal di fuori, però regale grandi gioie, ma niente, non c'è nessuno che voglia lavorare. Per quanto riguarda il mio rapporto con la coppia, diciamo che che i mariti all'inizio forse sono più scettici all'idea di rivolgersi ad un wedding planner, anche se con il passare del tempo ormai la nostra figura è ben più compresa e riconosciuta quindi, sono entrambi felici di farsi aiutare nel far andare al meglio le cose. Però devo dire la verità, alla fine di tutto, sono proprio i mariti quelli più felici e che ti ringraziano con maggiore soddisfazione”.
La rivista sarà distribuita gratuitamente.


Carlino La Grotta



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
10/12/2018 - È lucano il miglior panettone artigianale tradizionale d'Italia 2018

Un panettone non basta. I gusti degli italiani sono sempre più ricercati e vari. Ai tradizionalisti che prendono in considerazione solo la versione più classica del dolce natalizio si aggiungono gli amanti delle versioni più sperimentali e originali. Anche chef rinomati si s...-->continua

10/12/2018 - Un calendario per il 2019 racconta un anno ‘Fashion Green’

Una stagione particolare, nel segno del fascino e dell’amore per l’ambiente: è stato questo il leit motiv innovativo di Fashion Green, il format originale ideato e organizzato dall’associazione FORME che da anni opera tra Puglia e Basilicata nel nome della bel...-->continua

9/12/2018 - A Francavilla in Sinni il 'Villaggio di Babbo Natale'

La Pro loco di Francavilla in Sinni ha inaugurato, l’8 di dicembre, il “Villaggio di Babbo Natale”. Alla manifestazione erano presenti l’associazione Concerto Bandistico “Salvatore Pisani”, la direzione e gli ospiti della Casa di riposo Colleverde, il parroco ...-->continua

9/12/2018 - Tito.Parte una nuova 'Bianca Stagione', il cartellone delle iniziative natalizie

Parte una nuova “Bianca Stagione”, il cartellone delle iniziative natalizie promosso dal Comune di Tito, in collaborazione con le associazioni e gli operatori culturali locali.
Si parte oggi 7 dicembre con uno degli appuntamenti dedicati al 70° anniversari...-->continua

E NEWS



WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo