HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

L’artista D’Acunzo ritrae Mons. Orofino

16/05/2018

Arte, religione e fede hanno ispirato il ritratto di Mons. Vincenzo Carmine Orofino, realizzato dall’artista Vincenzo D’Acunzo e donato dalla comunità tursitana al vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro, in occasione del 14° anniversario della sua ordinazione Episcopale, avvenuta il 15 maggio 2004. L’omaggio è stato presentato martedì sera nella cattedrale diocesana dell’Annunziata di Tursi, al termine della messa vespertina presieduta dal Vescovo e concelebrata dal parroco don Battista Di Santo e don Giovanni Lippolis, con l’animazione liturgica del Coro della Parrocchia diretto dal maestro Diego Di Noia. Tra apprezzamenti, curiosità e applausi, il quadro è stato svelato e offerto alla visione dei fedeli che hanno potuto così ammirare l’opera compiuta dal maestro D’Acunzo per il vescovo della Diocesi dei due mari. L’artista ha raffigurato Mons. Orofino proprio nel giorno della sua consacrazione.

L’opera, di medie dimensioni (cm 50 x cm 70), è stata eseguita in acrilico su MdS, un materiale sintetico pressato dello spessore di 12 mm che D’Acunzo, poliedrico artista nato a Padula ma tursitano d’adozione, utilizza in sostituzione della tavole. In primo piano si apprezza Mons. Orofino e, alle sue spalle, l’alba, che vuole essere un chiaro rimando alla simbologia di una nuova vita, appunto quella episcopale, che nasce dal Santuario della Madonna del Pollino, a sua volta un omaggio forte e tenero alla terra di origine, San Severino Lucano, che ha dato i natali al prelato. Inoltre, si notano i pini loricati che svettano e caratterizzano i boschi del Pollino, mentre l’alba si sviluppa con un cielo dai colori brillanti e variegati, illuminando da un lato la piana antistante il Santuario, meta sicura sotto il manto protettivo della Madonna, e dall'altro una zona di dirupi, a significare le immancabili difficoltà che il nuovo impegno ecclesiastico comporta. Mons. Orofino, già vescovo di Tricarico dal 2004, è arrivato il 25 giugno 2016 a Tursi, dove è stato accolto calorosamente da una moltitudine di fedeli, assieme alle autorità civili e religiose, presenti anche alla suggestiva celebrazione nella centrale piazza Maria SS. di Anglona.

Ma il ritratto e la circostanza religiosa si ricollegano anche a una consolidata tradizione storica di vescovi e artisti nella millenaria diocesi di Anglona (dal 1546 Anglona-Tursi, ma dal 1976 ha assunto la nuova e attuale denominazione su base regionale), quando l'opera d'arte non era ancora nell'epoca della sua riproducibilità tecnica. Dunque, prima che la fotografia ne soppiantasse la funzione: immortalare il capo della Chiesa locale e la massima autorità morale e spirituale e rendere concreta e popolare, e talvolta itinerante, la conoscenza e assimilazione del binomio nome-immagine del vescovo. Con il quadro-ritratto si tenta oggi, forse, di ritrovare il segno distintivo di quell’aura perduta della unicità.




Nato a Padula (SA) nel 1950, vive e lavora a Tursi (MT). Ha allestito dal 1973 mostre personali e partecipato a manifestazioni artistiche, ricevendo lusinghieri riconoscimenti nazionali ed internazionali. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Dopo circa trent’anni dedicati alla ricerca, approda all’arte sacra e nel 2008, per la cattedrale diocesana dell’Annunziata di Tursi esegue gli ovali dei quattro “Evangelisti” (utilizzati anche da mons. Belfio di Udine, per la copertina dei quattro testi di riflessioni evangeliche). Per il soffitto della stessa chiesa, nel dicembre 2010, ha dipinto “L’Incoronazione della Beata Vergine” (mt 4,05×2,53), e nello stesso anno ha svolto il Tour d’arte “Equilibrio sopra la follia” (durato circa sei mesi). Dal 2011 ha avviato collaborazioni con scrittori, saggisti e storici per illustrazioni e copertine di libri, operando con gli stessi autori un confronto tra letteratura e pittura. Nel 2013, con il polittico realizzato a forma di croce “Il Battesimo di Gesù” (cm 110 x cm 200), completa il lavoro artistico nella Cattedrale di Tursi. Sempre nel 2013 ha realizzato “Padula è Gerusalemme”, tre pannelli acrilico su tavola, per la chiesa dell’Annunziata di Padula. Nel 2014, altre due grandi opere per la chiesa Buon Pastore di Policoro: “La Pentecoste” (pala d’altare cm 350 x 180) e “Giovanni l’Evangelista” (cm 160 x 110). Nel 2015 è tra i 15 finalisti del “XXXIII Premio Firenze 2015”, con “Natura morta: composizione di scatole abitate” (in cinque parti), un soggetto nato da un lavoro di ricerca su Policoro. Nel 2016 completa l’arricchimento artistico della chiesa Buon Pastore con i tre Evangelisti Luca, Marco e Matteo.



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
21/05/2018 - L'orchestra 'Nicola Sole' in Puglia per il concorso 'Mediterraneo'

La giovane orchestra ‘Nicola Sole’ dell’omonimo istituto comprensivo di Senise, parteciperà, il prossimo 26 maggio, al concorso internazionale musicale ‘Mediterraneo, organizzato dall’associazione ART IONICA di Taranto col patrocinio del Comune di Sannicandro di Bari. L’int...-->continua

21/05/2018 - 'Sulle orme di Ulisse': un viaggio nell'arte da Rocca Imperiale a Itaca

Quando l'arte abbraccia cultura, bellezza paesaggistica, natura, gastronomia, ecco che diventa un'esperienza altamente formativa e coinvolgente. È ciò che è avvenuto all'inaugurazione dell'ambizioso evento artistico-culturale e sportivo “Sulle orme di Ulisse”,...-->continua

21/05/2018 - A Marconia si celebra la giornata della legalità con il maresciallo Di Matteo

L’Amministrazione Comunale di Pisticci, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi “Padre Pio da Pietrelcina” di Pisticci e “Quinto Orazio Flacco” di Marconia e con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Giustino Fortunato”, in occasione della Giornata della L...-->continua

21/05/2018 - Pro Loco Trivigno:“Quando il riciclo si fa moda”, iscrizioni al 30 giugno

Dopo il grande successo delle prime due edizioni, La Pro Loco di Trivigno organizza per il terzo anno il concorso di eco-fashion “Quando il riciclo si fa moda”, manifestazione di riciclo creativo ideata per valorizzare i giovani talenti e promuovere idee e pro...-->continua

E NEWS



WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo