HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Scomparsa Sansanelli: l'ultima traccia indica l'utilizzo di un automezzo

10/01/2018



L’attività delle unità cinofile non ha prodotto effetti nella ricerca di Giuseppe Sansanelli. E questa è, comunque, una buona notizia. Ieri mattina a Sant’Arcangelo è arrivata Wendy, il pastore tedesco dell'associazione S.A.S.S. di Bitonto (l'associazione per i Servizi Ausiliari per la Sicurezza Stradale e Sociale)che, con il coordinamento dei carabinieri della Compagnia di Senise e della locale stazione, ha effettuato le ricerche partendo dall'abitazione dalla quale il 26enne è scomparso la mattina dello scorso 23 dicembre. Il lavoro del cane è cominciato poco dopo le 10.00. All'attenzione del pastore tedesco impiegato nell'attività le pantofole del ragazzo, conservate dai genitori in una busta. Passando dal retro (da lì è uscito Giuseppe quella mattina), il percorso di Wendy ha portato fino a località ‘fosso Farina’ e lì il cane si è seduto. Proprio in quel luogo un cittadino di Sant’Arcangelo aveva detto di aver visto Giuseppe la mattina della scomparsa. Adesso si attende la relazione della S.A.S.S., ma quello che la ricerca di ieri mattina ha prodotto potrebbe voler dire che da quel luogo il 26enne si è spostato non a piedi ma con qualche mezzo. Nelle attività di ricerche di ieri si è tentato anche di portare il fiuto del cane in zone limitrofe e nei calanchi ma Wendy, per fortuna, non ha riscontrato niente. Intanto venerdi scorso i genitori di Giuseppe hanno deciso di ritornare a Bologna sperando che il capoluogo emiliano, città nella quale abitano, possa essere una destinazione del figlio. Ricordiamo che il 26enne, originario di Sant’Arcangelo ma residente con la famiglia, appunto, a Bologna, è scomparso poche ore dopo essere tornato in Basilicata per trascorrere come di consueto con il resto della famiglia le vacanze di Natale. Ad oggi l’unica segnalazione più o meno confermata per i giorni successivi all’allontanamento, è quella di Scanzano Jonico, dove Giuseppe è stato visto il giorno di Natale. E’ venuto meno anche l’avvistamento a Bernalda nei giorni successivi, perché mamma Lucia racconta di aver personalmente visionato, frame per frame, il video delle telecamere del locale nel quale sarebbe stato avvistato suo figlio, ma niente. A Sant’Arcangelo sono rimasti nonni e zii. Giuseppe ha due tatuaggi, uno dei quali, sulla nuca. Venerdi mattina anche la trasmissione rai ‘Chi l’ha visto?’ ha realizzato un servizio che andrà in onda questa sera.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

16/07/2018 - Marsicovetere:Un 22enne è stato posto ai domiciliari dai Carabinieri per droga
16/07/2018 - Vigili del Fuoco: ancora niente convenzione con la Regione Basilicata
15/07/2018 - Cartelle Consorzio di Bonifica: si va verso la bocciatura dei ricorsi
15/07/2018 - Senise: completato l’iter per i lavori nel Centro Sportivo di Montecotugno

SPORT

16/07/2018 - Calcio a 5 serie B. Guardia Perticara: arriva l'inglese Croft
15/07/2018 - Promozione: l’Atletico Lauria comincia a muoversi sul mercato
15/07/2018 - Rinascita Lagonegro,ritorna il centrale calabrese Ernesto Turano
15/07/2018 - Serie D: altri due under per il Rotonda Calcio

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/07/2018 Sospensione idrica a Lauria

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 di oggi fino al termine dei lavori, nelle seguenti località: Santa Maria, Oliveto, Piano Focaia, Timpa D'Elce, Tronomanco e 4^ traversa provinciale Melara

16/07/2018 Sospensione idrica Tricarico

Tricarico: per consentire il recupero del livello del serbatoio, l'erogazione idrica resterà sospesa fino alle ore 7,30 di domani mattina, salvo imprevisti.

15/07/2018 Sospensione idrica a Melfi

Melfi: in attesa del completo ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione idrica potrà subire cali di pressione o essere sospesa in contrada Ferrara, zona Monteverde e nella frazione Leonessa . Acquedotto Lucano ha disposto il servizio sostitutivo tramite autobotte che effettuerà il servizio a domicilio nelle zone interessate.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo