HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Serpente da record? Sì, ma è solo un cervone

17/07/2017



A Roccanova, nella zona San Costantino , alcuni giorni fa è stato ammazzato un serpente di grosse dimensioni mentre divorava uova e conigli all’interno di una piccola stalla. La curiosità che viaggia sui social network ha fatto parlare addirittura di animale ‘strano per le nostre zone’. Ma non è così. Si tratta di un comune Cervone (Elaphe quatuorlineata) serpente non velenoso e presente nelle nostre zone. Ciò che ha destato scalpore è stata la dimensione del rettile di quasi due metri e settanta centimetri a quanto ci ha riferito Mario che lo ha avvistato nella sua campagna. “Nel pomeriggio ho sentito abbaiare i cani insistentemente – ci racconta Mario- ma non capivo il perché finché uno di loro non si è fermato davanti alla porta della stalla semiaperta ed è qui che ho visto una coda striata di colore marrone chiaro e poi più in là l’intero serpente che stava ingoiando un coniglio intero. Era grande , molto grande ed ho avuto paura , mi sono prima allontanato e poi pensando ai miei animali mi son fatto coraggio e sono tornato con un bastone”. Nelle vicinanze c’era il fuoco acceso e la paglia ha cominciato ad ardere così- ha continuato ancora Mario - il serpente è rimasto intrappolato sotto il fieno ed è morto bruciato”.


A dare una mano a Mario è poi arrivato il cugino Nicola che lo ha aiutato a liberare la stalla. “Ed è li - ha concluso Mario – che abbiamo visto le dimensioni del serpente. Non avevamo più paura e abbiamo fatto la foto”. Un esemplare che per le sue dimensioni potrebbe essere anche da record se si considera che quello più grande finora rinvenuto è stato trovato nel 1966 a Veio e misurava metri 2,40.
Andrea Lauria

foto pubblicata su facebook



ALTRE NEWS

CRONACA

20/07/2017 - Un anno fa ci lasciava Domenico Sacco. A Cosenza una messa a suffragio
20/07/2017 - A Laino Borgo ricordato Paolo Borsellino
20/07/2017 - Polizia,salvato un uomo dal suicidio postato su facebook
20/07/2017 - Montescaglioso,arrestato dalla polizia un rumeno,PV 1984

SPORT

20/07/2017 - Eccellenza: la Fides si assicura D'Amico
20/07/2017 - Fc Senise si prepara per la stagione in C1
20/07/2017 - Rinascita Lagonegro.Falabella: " squadra esperta e di livello internazionale"
20/07/2017 - Serie D: Francavilla preso il bomber di razza Evacuo

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/07/2017 Sospensioni idriche

San Fele: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nel centro abitato e in contrada Difesa.
Ruvo del Monte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cerrutolo, Fontanelle, Serra del Salice, Bosco Bucito, Piano Monticchio e S. Elia.

20/07/2017 Per motivi organizzativi la sede dell'Adiconsum di Policoro non è più operativa

In attesa di una riorganizzazione della stessa i cittadini della fascia Jonica possono rivolgersi gratuitamente presso la sede Provinciale di Matera, Via Ettore Maiorana 31, telefonando al numero 0835330538 o inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: matera@adiconsum.it.

20/07/2017 Sospensione idrica in Basilicata il 20-07-2017

Baragiano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Bernalda: per consentire l'esecuzione di lavori su condotte e/o impianti, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa fino al termine dei lavori.

San Mauro Forte: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nella zona Pip 167 resterà sospesa fino alle ore 17:00 di oggi, salvo imprevisti.

Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo central...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo