HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Serpente da record? Sì, ma è solo un cervone

17/07/2017



A Roccanova, nella zona San Costantino , alcuni giorni fa è stato ammazzato un serpente di grosse dimensioni mentre divorava uova e conigli all’interno di una piccola stalla. La curiosità che viaggia sui social network ha fatto parlare addirittura di animale ‘strano per le nostre zone’. Ma non è così. Si tratta di un comune Cervone (Elaphe quatuorlineata) serpente non velenoso e presente nelle nostre zone. Ciò che ha destato scalpore è stata la dimensione del rettile di quasi due metri e settanta centimetri a quanto ci ha riferito Mario che lo ha avvistato nella sua campagna. “Nel pomeriggio ho sentito abbaiare i cani insistentemente – ci racconta Mario- ma non capivo il perché finché uno di loro non si è fermato davanti alla porta della stalla semiaperta ed è qui che ho visto una coda striata di colore marrone chiaro e poi più in là l’intero serpente che stava ingoiando un coniglio intero. Era grande , molto grande ed ho avuto paura , mi sono prima allontanato e poi pensando ai miei animali mi son fatto coraggio e sono tornato con un bastone”. Nelle vicinanze c’era il fuoco acceso e la paglia ha cominciato ad ardere così- ha continuato ancora Mario - il serpente è rimasto intrappolato sotto il fieno ed è morto bruciato”.


A dare una mano a Mario è poi arrivato il cugino Nicola che lo ha aiutato a liberare la stalla. “Ed è li - ha concluso Mario – che abbiamo visto le dimensioni del serpente. Non avevamo più paura e abbiamo fatto la foto”. Un esemplare che per le sue dimensioni potrebbe essere anche da record se si considera che quello più grande finora rinvenuto è stato trovato nel 1966 a Veio e misurava metri 2,40.
Andrea Lauria

foto pubblicata su facebook



ALTRE NEWS

CRONACA

20/02/2018 - Anas: 1,3 milioni per 7 viadotti lucani
20/02/2018 - Centrale del Mercure: Enel promette 10 assunzioni entro marzo?
20/02/2018 - Continuità assistenziale, compenso forfettario per i medici
20/02/2018 - Sigla protocollo tra Commissione Pari Opportunità e Cia

SPORT

20/02/2018 - Futsal B: l'Or.Sa. sconfitta a Salerno ma resta terz'ultima
20/02/2018 - Sci Club Montenero vince la 23^ coppa Terranova - memorial Riccardi
20/02/2018 - Anno nuovo,squadra nuova per Domenico Pozzovivo
20/02/2018 - Promozione: il Ferrandina aggancia la vetta

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 20-2-2018

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.
Oppido Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi e fino al termine dei lavori nelle seguenti contrade: S. Francesco, Ripa D'Api, Forno e c.da Trigneto.
Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

19/02/2018 "Operazione coriandolo",20 lavoratori irregolari

"Ben 20" lavoratori "completamente in nero" sono stati scoperti dall'Ispettorato del lavoro durante controlli effettuati negli ultimi giorni di carnevale e in occasione di San Valentino in ristoranti, pub e locali notturni, in diversi centri della Basilicata. Funzionari dell'Ispettorato e Carabinieri hanno controllato 18 attività, 13 in provincia di Potenza e cinque in quella di Matera: solo quattro sono risultate regolari.Ansa

19/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 19 Febbraio

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobs, corso Umberto I , via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo