HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

L’Apt incontra il Consorzio degli albergatori di Matera: “Stagione 2014 positiva

20/08/2014



La Città dei Sassi si conferma la meta lucana per eccellenza dei turisti stranieri che giungono in Basilicata, dato che emerge da un primo bilancio riferito dagli operatori del Consorzio degli albergatori di Matera all’APT, ancora in viaggio tra le strutture ricettive per un primo riscontro sui risultati dell’estate 2014.
“Bilancio positivo ma senza clamore” – per Gino Marchionna, di Palazzo Gattini. “L’analisi – prosegue – si estende al periodo compreso tra aprile e agosto, i cui riscontri sono buoni ma comunque restano risultati lontani dal potenziale, nonostante – puntualizza – si siano registrati miglioramenti rispetto a un 2013 già positivo”. Nel ricordare poi che la permanenza dei turisti si attesta intorno a una media di due notti e mezzo, Marchionna osserva: “Il margine di aumento delle presenze nella città è assolutamente in controtendenza rispetto alla situazione nazionale che registra dati per lo più negativi”. Va osservato, inoltre, che se i turisti italiani riducono i pernottamenti e la spesa, sono quelli stranieri, invece, a prolungare la permanenza e a dare maggiori ricadute in termini economici. In aumento rispetto all’anno precedente, essi “sono soprattutto francesi, come rileva Antonio Panetta, della Locanda di San Martino, il quale sottolinea che “se tra aprile e maggio e – in previsione – tra settembre e ottobre si lavora molto con gruppi intercettati da Tour Operator, tra giugno, luglio e agosto si registra una predominanza di ospiti individuali che prenotano sempre più all’ultimo momento”. Lo riconosce anche Gregorio Padula, dell’Hotel Sassi e presidente del Consorzio, il quale attribuisce questa tendenza “anche alla crisi, come conferma il fatto che le stanze si riempiono sempre più tardi con last minute avanzati nei mesi di luglio e agosto, in cui si registrano soprattutto presenze italiane, mentre nei mesi più temperati dominano quelle straniere”.
Il mercato estero che punta su Matera, oltre a quello europeo “e orientale con Taiwan e Cina” – come riferisce Gino Marchionna – si estende anche “a paesi come Australia, Brasile e Argentina” secondo l’esperienza di Fernando Ponte, di Corte San Pietro, per il quale, “nonostante lo scopo sia mantenere la stessa tendenza di crescita del 2013, e fino a ora possiamo dire di esserci riusciti, mi sarei comunque aspettato qualcosa in più nei primi mesi della stagione”. Che Matera faccia parte del “Grand tour d’Italia” trova conferma nel giudizio degli operatori del Consorzio, i quali, relativamente al turismo straniero, evidenziano che la città dei Sassi “non sia tanto meta di viaggi in Basilicata ma tappa di un tour che ha come destinazione il Sud Italia e in particolare la Puglia e la costiera amalfitana”. Lo osserva Michele Centonze, del Sextantio Le Grotte della Civita, che ribadisce la rilevazione di “un primo bilancio positivo con una clientela diversificata nel corso dei mesi, in cui, tra giugno e luglio, predominano italiani provenienti da tutto il paese e, al di là dell’incremento di visitatori francesi rispetto allo scorso anno, i flussi maggiori tra gli stranieri comprendono sempre più americani e inglesi”.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/02/2019 - Maltrattamenti ed estorsione nei confronti della madre, arrestato
21/02/2019 - Senise: danneggiato il telone della nuova piscina all’aperto
21/02/2019 - Droga. A Viggiano un 69enne arrestato per spaccio e 2 giovani segnalati
21/02/2019 - Matera. Truffa un rivenditore di orologi Rolex, arrestato

SPORT

21/02/2019 - Bisignano- Bernalda Futsal.Patron Plati:“assisteremo a un match di alto livello"
21/02/2019 - Passione, sport e montagna: vi raccontiamo Pasquale Larocca
21/02/2019 - Recuperi Eccellenza: pari a Pomarico
21/02/2019 - Promozione: vincono Anzi e Raf

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/02/2019 Comunicazione acquedotto lucano SOSPENSIONE idrica

Melfi, Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano, San Fele: in considerazione dell’andamento dei lavori condotti da Acquedotto Pugliese Spa, si comunica che la sospensione dell’erogazione idrica nei comuni di Melfi (tranne centro storico e zona industriale di San Nicola), Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano e nelle zone rurali Monteserico e Insertafumo di San Fele, si verificherà dalle ore 20:00 di oggi (anziché dalle ore 14:00) alle ore 7:00 di domani 22 febbraio 2019.
Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Tufarelli sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.
Barile: il ripristino dell'erogazione idrica, inizialmente previsto per le ore 7,00, avverrà alle ore 11:00, di oggi salvo imprevisti.
Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa nelle contrade Fontanelle, Cappuccini, Mandaresi e zone limitrofe dalle ore 11:00 fino ad ultimazione lavori

20/02/2019 Pallavolo maschile serie D, rinviata la gara tra Volley Academy Matera e Venosa

A causa della indisponibilità della squadra ospite, è stata rinviata la gara casalinga della Volley Academy Matera contro il Venosa valida per il recupero della prima giornata di ritorno del campionato di pallavolo maschile di serie D ed in programma nella serata di mercoledì alle 19:30. L’incontro è stato rinviato al prossimo 19 marzo alle 20:30.

20/02/2019 Conferito incarico di Direttore Sanitario F.F. dell’AOR San Carlo

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza, Dottor. Massimo Barresi, ha affidato in via temporanea le funzioni di Direttore Sanitario F.F., alla Dottoressa Angela Bellettieri, Dirigente medico della stessa Direzione. Tali funzioni saranno esercitate fino alla nomina del nuovo Direttore Sanitario.
La Dottoressa Bellettieri subentra al Dottor Antonio Picerno, che ha rassegnato le dimissioni dall’incarico per motivi personali.
L’Azienda lo ringrazia per il contributo dato negli anni in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore Sanitario.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo