HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sul Pollino, 'zio Peppe' bruciato due volte

14/08/2014



E’ un po’ come prendere un pezzo della tela che ritrae la Gioconda e asciugarsi il sudore. Oppure come tranciare un braccio al David di Michelangelo e usarlo come martello per appendere un chiodo. O, ancora, usare il crocifisso di Giotto per accendere il camino. Ma a bruciare, per la seconda volta, è stato “zio Peppe”, il grande Pino Loricato che qualcuno pensò di bruciare per protestare contro l’istituzione dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, negli anni Novanta. Come segnala sui social network l’associazione Viaggiare nel Pollino, qualcuno ha pensato bene di utilizzare, per bivacco o per vandalismo, i resti dell’albero secolare per accendere un fuoco. “Scusate la volgarità- scrivono dall’associazione- ma solo degli imbecilli possono pensare di utilizzare i resti di "Zio Peppe" per arrostire e bruciarci dentro anche una bottiglia di plastica. Solo degli Imbecilli a cui dovrebbe essere negato l'accesso a questo paradiso”. Non sono mancati i riferimenti, nei messaggi degli utenti, alla mancanza di controlli in un’area che dovrebbe essere protetta.



ALTRE NEWS

CRONACA

17/08/2018 - Senise: auto in fiamme sotto Sinnica. Statale bloccata
17/08/2018 - Il Parco Appennino Lucano delibera il piano di gestione del cinghiale 2018/2023
17/08/2018 - Metaponto: Polizia Ferroviaria denuncia tre giovani per droga
17/08/2018 - Variati e Valluzzi: ‘30 mila Ponti e gallerie da monitorare’

SPORT

17/08/2018 - Lagonegro. Coppa Avis: Kemboi da spettacolo
17/08/2018 - Matera,il portiere Ioime passa al Potenza
17/08/2018 - Maurizio Cosentino passa dal Picerno all’Ascoli in Serie B
17/08/2018 - Zaza:si allontana la Sampdoria,in vantaggio il Torino

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/08/2018 Sospensioni idriche 16 agosto 2018

Lauria: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade Parco Carroso e Piano Focara sarà sospesa dalle ore 23:30 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.
per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade Carroso e Timpa d'Elce sarà sospesa dalle ore 23:30 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.

16/08/2018 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, nelle seguenti zone: via Lucana (nei pressi della Milizia), via Verricelli, via Cappuccini.

14/08/2018 Sospensioni idriche

Salandra: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 22:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo