HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il parroco di Carbone su opificio di Senise

13/08/2014



Riceviamo e pubblichiamo una nota di don Aldo Viviano, parroco di Carbone, sulla questione dell'impianto di trattamento di rifiuti a Senise.
Salus publica supre malex,la salute pubblica è legge suprema.Il noto adagio latino è antico quanto il natale di Roma.La traduzione letterale del perentorio lemma non si riferisce soltanto all’ambito codicistico della formula normata, quanto soprattutto al principio universale dell’uomo associato che è prioritario su ogni istituzione e ogni gruppo.L’uomo viene prima dello stato,e la persona ha il sacrosanto diritto di perseguire fini di autonomia e di difesa nel pieno rispetto delle altrui libertà.Il diritto romano ha inglobato in sé questo punto fondamentale dell’esistenza,e così,dopo di esso,tutti i Paesi civili che vi si ispirano.L’articolo 41 della Costituzione Repubblicana impone alle imprese di rispettare la salute e di non comprometterne,con la funzionalità dell’impianto ,la qualità.Già la cultura greca,nei suoi primitivi filosofi,aveva elencato i quattro elementi vitali,ravvisandoli nella terra,nell’aria,nell’acqua e nel fuoco.La terra per abitare,l’aria per respirare,l’acqua per alimentare e irrigare il suolo,il fuoco per riscaldare.In questo quadruplice sistema gli elementi interagiscono armonicamente,e l’uomo vive nelle stagioni e nelle ore la sua migliore dimensione socio-antropologica.La salute pubblica non è soltanto riferita alla difesa e tutela del corpo,perché queste sono prerogative anche del singolo privato,ma soprattutto alla sicurezza,che, nell’insieme,la società è tenuta a rispettare e,in assenza di opportuni interventi,sarebbe doppiamente colpevole,nei confronti di se stessa e dei componenti che l’abitano.La legge,di cui,nell’assioma menzionato,più che scritta in un canone di diritto positivo,è un dovere naturale insito in ogni uomo,che provvede da solo e in comunità a coprire le esigenze di tutti.L’assunto,allora,può elevarsi al rango di assoluto dominio proveniente dalla stessa creazione e sul quale l’uomo non ha nessun potere di rettifica.Pertanto possiamo così formularlo:la sicurezza di tutti è il primo dovere di tutti,e,in particolare,di quelli preposti alla responsabilità e all’esercizio del potere.Ogni abuso di questo alto esercizio della pubblica moderazione costituirebbe una ferita infliggente al corpo sociale che ovviamente è tenuto a difendersi per proteggersi. È il caso,in questi giorni,di quanto starebbe per accadere nel comune di Senise,in località Santa Lucia,nei pressi della diga di Monte Cotugno e attigua ai feraci orti senisesi,che tanta parte,ancora oggi,rivestono nell’economia del Sud di Basilicata e in quella di mercato nei vari paesi.Si assisterebbe,cioè,al tentativo di creare un opificio,parola sorta due secoli addietro,all’inizio di una incipiente industrializzazione del Paese.La notizia,prima ignota agli abitanti,non si sa perché,solo da poche settimane si è diffusa tra la popolazione,che giustamente,organizzata in comitato, prende le opportune difese per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente,a protezione della terra,dell’aria e dell’acqua.I responsabili,richiesti di una spiegazione,al riguardo,sono tuttora assenti,per cui si è venuta a creare una incerta moratoria,aperta al dubbio e al timore di una incresciosa sorpresa.Nessuno può distruggere una sana economia agricola,che occupa decine e decine di persone,a fronte di una vaga speranza di risistemazione di cassintegrati.Se veramente si tratta di ristrutturazione industriale,perché non la si fa nella zona già esistente e vuota?Evidentemente il termine opificio starebbe per simulare una attività comparabile ad altre che già,in zone viciniori,sono sorte come discariche e smaltimento di rifiuti altamente nocivi alla salute,di cui nella menzionata antica affermazione.In attesa che gli animi si ricompongano, il comitato “Per Senise: Rifiuto!’’persiste nella richiesta di rassicurazione da parte dei responsabili,nell’unico intento che,a prevalere,siano il buon senso,la ragione e il dialogo.
Don Aldo Viviano



ALTRE NEWS

CRONACA

19/10/2018 - Matera: 'nell'acqua batteri al di sopra dei limiti consentiti'
18/10/2018 - Rotonda: un uomo ricoverato in gravi condizioni dopo un incidente
18/10/2018 - Lauria, omicidio Chiacchio: parlano gli avvocati di entrambe le parti
18/10/2018 - Sopralluogo della Coldiretti nell’area di Rotondella

SPORT

18/10/2018 - Potenza vs Reggina,analisi del tecnico Raffaele
17/10/2018 - La Reggina costringe al pari il Potenza. Ioime ancora in cattedra
17/10/2018 - A Forno Avoltri secondo posto di Alessandro Verre al Giro d’Italia Ciclocross
17/10/2018 - LND:Investire sul calcio giovanile per il bene di tutto il movimento

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/10/2018 Asp: Al via le visite mediche gratuite per pratica sportiva

L’Azienda Sanitaria Locale di Potenza rende noto che in attuazione della Legge Regionale n. 18 del 20.08.2018 art. 5 in materia di tutela sanitaria delle attività sportive, la quale stabilisce l'esenzione della compartecipazione alla spesa per i cittadini residenti in Basilicata relativamente al rilascio dei certificati di idoneità alla pratica sportiva agonistica dilettantistica e non agonistica, sarà possibile effettuare le visite mediche gratuite per il rilascio dei certificati di idoneità alla pratica sportiva. Le visite sono rivolte esclusivamente ad atleti non agonisti.
Si comunica altresì che l'inizio di tale attività è previsto per il giorno 29.10.2018 presso le sedi di Potenza, Lauria, Senise ed è programmata fino al 31.12.2018 come da calendario comunicato alle varie sedi CUP.

18/10/2018 Comunicazione di sospensione idrica oggi in Basilicata

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori su una condotta, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 12:00 di oggi fino al termine dei lavori, in rione Libertà e zone limitrofe e in contrada Dragonara e zone limitrofe.
Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nella zona alta di località Timparossa resterà sospesa fino al termine dei lavori.
Brienza: per consentire l'esecuzione di lavori su condotte l'erogazione dell'acqua potabile resterà sospesa fino alle ore 18:00 di domani salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Castellone, Santa Lucia, Vigna la Corte e zone limitrofe.

17/10/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Avigliano: a causa dell'intorbidimento della sorgente Canestrelle oggi 17 ottobre 2018 nelle frazioni Canestrelle, Paola Doce e Zaccagnino si potrebbero verificare disservizi dell'erogazione idrica.

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo