HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Nep Italy:‘Rifiuti da problema a risorsa,non una utopia ma una realtà’

2/08/2014



Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa che segue a firma della Nep Italy srl, la società che intende realizzare un impianto per il trattamento dei rifiuti a Senise. Come con altre testate giornalistiche anche noi siamo stati contattati dalla società per dedicare, a pagamento, uno spazio per la pubblicazione del testo. Evidenziamo, però, la nostra decisione di pubblicare il comunicato gratuitamente e senza percepire alcun compenso nel nome del dovere di informare rispetto ad un tema così delicato e importante come la realizzazione di questo progetto nel nostro territorio.
La NepItalysrl ,costituita da due importanti realtà imprenditoriali, la Bonaventurasrl e la Pellicano Verde s.pa., leader nel settore dei rifiuti da oltre 20 anni, intende realizzare nel Comune di Senise una iniziativa imprenditoriale che prevede il superamento della discarica in quanto tale, così come previsto dalle normative nazionali e europee, attraverso la realizzazione di un impianto di trattamento e recupero di rifiuti solidi urbani. La mission imprenditoriale consiste nella valorizzazione e trasformazione del rifiuto in una vera e propria risorsa, il C.S.S. (combustibile solido secondario) che esce dalla qualifica dei rifiuti e diventa una fonte di calore. L’incremento della produzione dei rifiuti oggi fa sì che, in quelle nazioni in cui lo sviluppo d’impianti e tecnologie è in ritardo (Italia Meridionale), i costi per lo smaltimento diventino più alti. La gestione dei rifiuti è una delle voci di costo più pesanti nei bilanci delle amministrazioni pubbliche. Il trattamento del rifiuto e l’adeguamento alle normative nazionali ed europee ci impongono, come cittadini, e come Società di dover affrontare con coscienza e sapienza il problema. L’impianto proposto dalla Nep a Senise rispecchia questi requisiti ed è già una realtà sperimentata in altri siti sul territorio nazionale. La società sta vagliando in questi giorni con i propri esperti ulteriori migliorie tecnologiche confrontandosi anche con realtà europee consolidate. La Società ad oggi ha ottemperato a tutte le prescrizioni previste dal bando Regionale (D.G.R.n.272/2013) per la quale risulta essere aggiudicataria, ha individuato in primis il miglior processo produttivo, l’area di collocamento dell’impianto, tenendo ben presente i vincoli urbanistici e ambientali, ed ha ottenuto il nulla osta rispetto alla pianificazione di settore L.R. n. 17/2011 e s.m.i. Fin da subito, ben comprendendo e legittimando l’impatto sociale del progetto, si è resa disponibile ad incontri pubblici con la cittadinanza, i comitati e l’amministrazione comunale instaurando un confronto aperto libero e costruttivo. L’obiettivo della Società è quello di coinvolgere la cittadinanza di Senise creando con la stessa una sinergia proficua, al fine di far ben comprendere gli aspetti positivi, a medio e lungo termine, del processo produttivo innovativo, l’impatto ambientale ed economico nonché la ricaduta occupazionale non solo dell’impianto (54 unità da assumere) ma anche di tutto l’indotto terziario. L’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo, ha sempre avuto un atteggiamento prudente, e non ha mai espresso un parere favorevole all’iniziativa, ma, nei vari incontri, ha sempre voluto ben comprendere il processo produttivo, l’impatto ambientale e sociale, anteponendo a priori la difesa e la tuteladegli interessi della comunità che rappresenta. Per dare informazioni dettagliate e trasparenti alla cittadinanza riguardo all'impianto di trattamento dei rifiuti, la Società accoglie la richiesta di un incontro pubblico rivoltagli dalla cittadinanza, dai comitati e dalle delegazioni di partito e si dichiara disponibile a confrontarsi democraticamente con tutti gli abitanti di Senise, in un incontro pubblico il6 Agosto alle 19.00 in Piazza V. Emanuele a Senise. I rifiuti sono spesso un problema, ma attraverso il buon senso civico e una corretta tecnologia posso diventare una risorsa per il nostro paese.

Per la società NEP ItalySrl
Il legale
Avv. Anna Badalamenti



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2018 - Antonietta Ciancio uccisa da un colpo di fucile sparato a bruciapelo
25/06/2018 - Basilicata. A Policoro chiuso un ristorante etnico
25/06/2018 - Nel Materano 83 "sconosciuti al fisco"
25/06/2018 - Oriolo. Oltre 4 milioni di euro per consolidamento aree colpite da frana

SPORT

25/06/2018 - Pollino Marathon:D’Agostino bis e sorrisi coperti di fango sui volti degliatleti
25/06/2018 - Eccellenza, Grumentum: Falco resta e nel mirino anche un difensore goleador
25/06/2018 - UISP di Matera organizza 'Torneo Antirazzista itinerante in Basilicata'
25/06/2018 - Marathon del Pollino: Marco D'Agostino fa il bis

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2018 Matera, 2 ambulanti sospesi da attività

Due attività di commercio ambulante sono state sospese a Matera dall'Ispettorato territoriale del lavoro, al termine di controlli che hanno permesso di scoprire l'utilizzazione di "ben cinque lavoratori al nero". I controlli sono stati eseguiti nell'area del mercato settimanale che si svolge in città: in totale, hanno interessato quattro esercenti.

22/06/2018 Sospensioni idriche 22 giugno 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 13:00 di oggi salvo imprevisti in Via Rocco Scotellaro dal civico n.143 al civico n.155 e dal civico n.116 al civico n.140 - Via Carlo Alberto dal civico n.1 al civico n.26 - Via Nazionale - C/da Cona (altezza palazzo Forastieri 3F)

21/06/2018 Sospensione idrica oggi 21 giugno 2018

Maschito: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa, nell'intero abitato, dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo