HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Tutto pronto per U Strittul ru Zafaran a Senise

1/08/2014



E’ stato chiuso definitivamente il programma della 12^ edizione de U Strittul Ru Zafaran, la manifestazione promossa dall’associazione Assa con il patrocinio, anche quest’anno, del Comune di Senise. Anche nell’edizione 2014 l’evento sarà diviso in tre giornate (9,10 e 11 agosto). Il Peperone rosso di Senise è uno degli IGP più apprezzati in tutta Italia, le famose serte di zafaran che colorano di rosso l’abitato senisese nei giorni di agosto e non solo, rappresenta una tradizione che affonda le radici nella storia della cittadina sinnica. L’amministrazione senisese darà ancora una volta il suo contributo alla manifestazione, confermando anche per quest’anno, la quinta volta consecutiva, di credere nel progetto di valorizzazione del centro storico e del peperone IGP di Senise tramite la tre giorni organizzata dall’ASSA (associazione sviluppo storico Ambientale). Convegni, visite guidate e mostre fotografiche e pittoriche sono state le azioni che in questi 13 anni l’associazione ha svolto sia all’interno che all’esterno della manifestazione. Anche quest’anno ci saranno visite guidate che si svolgeranno tra il 9 e il 10 agosto.
Una mostra fotografica all’interno del centro storico arricchirà il programma culturale che si chiuderà con la tradizione affidata alla 10ecima edizione dei giochi popolari a rione. L’aspetto gastronomico sarà dedicato tutto al peperone principe della Basilicata e dell’intero sud Italia. Il peperone IGP di Senise rappresenta il prodotto tipico lucano per eccellenza amato e apprezzato in tutte le cucine nazionali e internazionali. La promozione gastronomica avverrà con la classica gara di cucina giunta alla sua quarta edizione e alla più famosa sagra del peperone IGP giunta alla sua 12^ edizione. Ad allietare la serata ci sarà la musica dei Sud Italia con il loro repertorio di musica Etno Popolare, quella musica che abbraccia la gente comune di ogni genere e fascia di età , in poche parole il popolo. “La storia dello strittul, nasce da lontano – racconta il presidente Giulia Crocco – dalla prima edizione del 2002 ad oggi abbiamo vissuto tanti bei momenti, ma anche tante difficoltà. I primi anni sono stati molto belli ma difficili perchè le amministrazioni non ci davano tanta fiducia ed è stato grazie all’aiuto degli agricoltori e dei privati che siamo riusciti a costruire un prodotto vincente. Negli ultimi anni, assieme al contributo dell’attuale amministrazione, siamo riusciti a consolidare la tre giorni mettendo qualcosa in più in un progetto di valorizzazione che già ad oggi ha ottenuto tanti risultati”. Infatti durante U strittul ru zafaran sono state tante le presenze registrate da fuori regione, presenze documentate sia attraverso visite fatte durante le varie mostre fotografiche e pittoriche, tramite interviste e visite guidate nel centro storico. La maggior parte delle presenze arrivano dalla vicina Puglia, poi tanti Laziali, Lombardi e Toscani senza dimenticare le presenze dei comuni vicini. “Speriamo che anche quest’anno, nonostante la crisi economica che fa diminuire le presenze turistiche in tutta la Basilicata, possiamo confermare il risultato dell’anno passato – continua il presidente Crocco – noi siamo fiduciosi, perché il progetto ha dimostrato negli anni di essere vincente, nonostante il costo non eccessivo dell’operazione. Questo si rende possibile, grazie all’impegno che il gruppo dei ragazzi dell’ASSA, in pieno volontariato, riesce a dare nella prima metà di agosto, sacrificando buona parte delle loro vacanze”.

Strittul 2011


Strittul 2012


Strittul 2013




ALTRE NEWS

CRONACA

15/08/2018 - Rotonda: Andrea Di Consoli si confessa in una lunga e profonda intervista
14/08/2018 - Rotonda: auto in fiamme a Pedarreto
14/08/2018 - "Salmone a rischio listeria", Coop richiama un lotto di salmone affumicato
14/08/2018 - Pezzi di metallo nel succo, Migros richiama le confezioni

SPORT

14/08/2018 - Più di mille corridori per la XI StraMarconia
14/08/2018 - Calciomercato: i movimenti di Matera e Potenza
14/08/2018 - Allenatori settore giovanile Matera Calcio
14/08/2018 - Promozione: a sorpresa ripescato il Possidente

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

14/08/2018 Sospensioni idriche

Salandra: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 22:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.

14/08/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Tito: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 22:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti frazioni: rione Mancusi, contrada Serra, Area PIP, scalo ferroviario, contrada Stranieri, contrada Rodolena, Torre di Satriano, contrada Chiancarelli, contrada Botte, contrada Botte, contrada campi, contrada campi e zone limitrofe

13/08/2018 Pubblicato numero speciale Bollettino Regionale

E’ consultabile on line, nell’apposita sezione del portale web della Regione Basilicata, il numero speciale 32 del Bollettino Ufficiale dell’Ente. Nell’edizione odierna del Bur compaiono, in particolare, quattro leggi approvate nei giorni scorsi dall’Assemblea regionale. Si tratta di quelle riguardanti il bilancio di previsione finanziario per il triennio 2018-2020 dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Arpab) e del Parco Naturale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, insieme con il Rendiconto per l’esercizio finanziario 2017 dello stesso Parco Gallipoli-Cognato e delle modifiche alla legge regionale 3 maggio 202 n. 16 che disciplina gli interventi a favore dei lucani nel mondo.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo