HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

San severino lucano accoglie 9 ragazze nigeriane

23/07/2014



9 giovani ragazze nigeriane, tra cui una bimba di appena un mese, da una settimana sono ospiti di San Severino Lucano. Il comune dopo aver risposto alla richiesta del Ministero di dare disponibilità per il servizio di accoglienza, integrazione e tutela per i richiedenti e i titolari di protezione internazionale e umanitaria, nel quadro dello Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, ha fatto tutto quanto necessario per l’attuazione del progetto, la cooperativa Senis Ospes si sta occupando della gestione dei servizi offerti.
Il progetto procede bene, ha detto Giorgia Simonetti, una delle psicologhe che opera nel centro, “le ragazze si stanno integrando e la popolazione le ha ben accolte. Cercheremo di valorizzare le loro attitudini e speriamo che rimangono anche dopo nella nostra cittadina”.
Il progetto prevede l’accoglienza per sei mesi di ognuna di loro, rinnovabili su richiesta per altrettanti. La loro giornata le ragazze la trascorrono in parte in modo autonomo in parte facendo laboratori di lingua, manuali e altro, per una migliore integrazione si cercherà di organizzare delle attività in collaborazione con le persone del posto. “la nostra, dice Egidio Castronuovo, referente della struttura, è un’attività di aiuto per l’integrazione e l’autonomia, cercheremo di rendere queste nostre ospiti capaci di lavorare e vivere da noi in modo dignitoso”.
Dunque sei mesi, durante i quali la persona, oltre ad ottenere accoglienza e consulenza giuridica, avrà a disposizione anche corsi e tirocini formativi.
Il livello di civiltà di un popolo, dice il sindaco Franco Fiore, “si vede dallo spazio che destina all’accoglienza. Da noi ogni straniero che arriva è un patrimonio di ricchezza per tutti, ha continuato, garantiremo la massima disponibilità per aiutare le rifugiate e coloro che si occupano del progetto. Ci sforzeremo insieme di mettere gli ospiti in grado di “camminare con le proprie gambe” sul territorio nazionale. Sono persone con i nostri stessi sogni, aspettative e necessità, sono persone abituati al sacrificio e al dolore a cui noi cercheremo di migliorare la qualità della vita, e speriamo di riuscire a farli diventare rifugiati celebri. E di esempi di esuli che hanno svolto un ruolo eccezionale per talento, esperienza o ricerca e sono diventati un elemento importante della società che li ha accolti fino a entrare nella storia del Paese, ne abbiamo non pochi, Albert Einstein era un rifugiato come, ad esempio, lo sono stati in un certo periodo della loro vita Victor Hugo, Giuseppe Garibaldi o Enrico Fermi”.



ALTRE NEWS

CRONACA

19/05/2019 - Lauria. Detiene mille cartucce, denunciato
19/05/2019 - Controlli antidroga, un arresto a Montescaglioso
18/05/2019 - Bolognetti: ‘Non si risparmia su pluralismo e conoscenza’
18/05/2019 - Parco del Pollino in credito di 282 mila euro con la Regione Basilicata

SPORT

19/05/2019 - Play-off nazionali,pari tra il Potenza e il Catania
19/05/2019 -  Play-off.Bernalda Futsal:i calabresi si aggiudicano il match nella ripresa
19/05/2019 - Futsal Senise: sfuma il percorso nel torneo nazionale
18/05/2019 - PM Asci Potenza,la salvezza affidata alla gara di spareggio

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

17/05/2019 Sospensione idrica San martino

Palazzo San Gervasio: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Roma dalle ore 13:30 alle ore 17:30, salvo imprevisti
Armento: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in contrada Barone dalle ore 21:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.
San Martino d'Agri: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 22:30 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti.
Venosa: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 12:00, salvo imprevisti, nell'intero centro storico: via Garibaldi, corso Vittorio Emanuele II, via Frusci, via Annunziata, via Roma e strade limitrofe.

16/05/2019 Nel 2019 i reati sono in calo del 14/7%

(ANSA) - POTENZA, 16 MAG - In Basilicata, nel 2019, i reati sono "in calo del 14,7 per cento rispetto al primo trimestre di un anno fa. In particolare, a Matera il calo è del 14,4%, a Potenza del 14,9%": Lo ha reso noto stamani il Ministero dell'Interno.
"Si riducono - è stato precisato - anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 2.377 al 13 maggio 2018, diventati 1.696 al 13 maggio 2019 ( calo del 28,65%): a Matera il calo è del 33,28%, a Potenza del 26,88%".
"Con il Decreto Sicurezza Bis - è scritto nella nota - il Viminale individua nuove misure per potenziare la lotta alla immigrazione clandestina e tutelare le Forze dell'ordine".
"Vogliamo fare sempre di più e meglio - ha spiegato il ministro dell'Interno Matteo Salvini - i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi".

14/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 14 Maggio in Basilicata

Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Donnaperna, via Cairoli e via Rinaldi sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.
Lagonegro: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in viale Colombo e nelle località Verneta e Cappella resterà sospesa fino alle ore 11:00 di oggi, salvo imprevisti.

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo