HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Mario non diceva mai no

17/07/2014



Chissà quanti lo avranno pensato: “adesso apre gli occhi, si alza di soprassalto e con una battuta delle sue ci fa fessi tutti quanti”.
E invece no.
E invece, questa volta, Mario non esce, alla fine dello spettacolo, per salutare il pubblico che ha riso con lui e lo ha applaudito dall’inizio alla fine. Non esce alla fine della lunga lista degli attori, come è giusto che faccia il protagonista più bravo, quello che è stato di più sulla scena. Questa volta, dalla scena di questa vita, Mario è uscito anzitempo.
In realtà lo spettacolo della vita di Mario ha dimostrato di essere composto da atti unici infiniti, capaci di lasciare la loro scia a lungo, superando anche la profondità di quel vuoto che ora sembra incolmabile. Mario, l’amico di tutti, la persona che, come i coriandoli a carnevale, era insostituibile nei momenti di gioia e che, quando si trattava di colorare con il sorriso contagioso di chi non si risparmia mai i momenti belli della comunità senisese e non solo, non si tirava mai indietro. Conservo ancora un vecchio articolo scritto su un settimanale e in occasione di un anniversario della morte di Totò. L’articolo titolava “Totò non diceva mai no”. Ecco, sarà comune a chi offre la sua spontaneità a servizio degli altri, che con innato piglio artistico riesce a comunicare una allegria che coinvolge davvero tutti, ma anche Mario non diceva mai no. E, nonostante la beffa del maledetto epilogo, la verità è che la malattia bastarda che lo ha colpito in maniera così repentina, non ha vinto. E dobbiamo pensare a lui con la certezza che il suo ricordo e il suo esempio resteranno con noi sottoforma di quel sorriso e di quella leggerezza che lo hanno accompagnato come padre, come marito, come nonno, come fratello, come amico, come “compare” e come protagonista sulla scena. E il grande affetto dimostrato da decine e decine di persone, da quelli che lo hanno vissuto nel quotidiano e anche da chi ha accompagnato anche solo per un attimo il suo cammino, deve poter trasformare in granito vivo questa certezza.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2018 - Antonietta Ciancio uccisa da un colpo di fucile sparato a bruciapelo
25/06/2018 - Basilicata. A Policoro chiuso un ristorante etnico
25/06/2018 - Nel Materano 83 "sconosciuti al fisco"
25/06/2018 - Oriolo. Oltre 4 milioni di euro per consolidamento aree colpite da frana

SPORT

25/06/2018 - Pollino Marathon:D’Agostino bis e sorrisi coperti di fango sui volti degliatleti
25/06/2018 - Eccellenza, Grumentum: Falco resta e nel mirino anche un difensore goleador
25/06/2018 - UISP di Matera organizza 'Torneo Antirazzista itinerante in Basilicata'
25/06/2018 - Marathon del Pollino: Marco D'Agostino fa il bis

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2018 Matera, 2 ambulanti sospesi da attività

Due attività di commercio ambulante sono state sospese a Matera dall'Ispettorato territoriale del lavoro, al termine di controlli che hanno permesso di scoprire l'utilizzazione di "ben cinque lavoratori al nero". I controlli sono stati eseguiti nell'area del mercato settimanale che si svolge in città: in totale, hanno interessato quattro esercenti.

22/06/2018 Sospensioni idriche 22 giugno 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 13:00 di oggi salvo imprevisti in Via Rocco Scotellaro dal civico n.143 al civico n.155 e dal civico n.116 al civico n.140 - Via Carlo Alberto dal civico n.1 al civico n.26 - Via Nazionale - C/da Cona (altezza palazzo Forastieri 3F)

21/06/2018 Sospensione idrica oggi 21 giugno 2018

Maschito: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa, nell'intero abitato, dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo