HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Mario non diceva mai no

17/07/2014



Chissà quanti lo avranno pensato: “adesso apre gli occhi, si alza di soprassalto e con una battuta delle sue ci fa fessi tutti quanti”.
E invece no.
E invece, questa volta, Mario non esce, alla fine dello spettacolo, per salutare il pubblico che ha riso con lui e lo ha applaudito dall’inizio alla fine. Non esce alla fine della lunga lista degli attori, come è giusto che faccia il protagonista più bravo, quello che è stato di più sulla scena. Questa volta, dalla scena di questa vita, Mario è uscito anzitempo.
In realtà lo spettacolo della vita di Mario ha dimostrato di essere composto da atti unici infiniti, capaci di lasciare la loro scia a lungo, superando anche la profondità di quel vuoto che ora sembra incolmabile. Mario, l’amico di tutti, la persona che, come i coriandoli a carnevale, era insostituibile nei momenti di gioia e che, quando si trattava di colorare con il sorriso contagioso di chi non si risparmia mai i momenti belli della comunità senisese e non solo, non si tirava mai indietro. Conservo ancora un vecchio articolo scritto su un settimanale e in occasione di un anniversario della morte di Totò. L’articolo titolava “Totò non diceva mai no”. Ecco, sarà comune a chi offre la sua spontaneità a servizio degli altri, che con innato piglio artistico riesce a comunicare una allegria che coinvolge davvero tutti, ma anche Mario non diceva mai no. E, nonostante la beffa del maledetto epilogo, la verità è che la malattia bastarda che lo ha colpito in maniera così repentina, non ha vinto. E dobbiamo pensare a lui con la certezza che il suo ricordo e il suo esempio resteranno con noi sottoforma di quel sorriso e di quella leggerezza che lo hanno accompagnato come padre, come marito, come nonno, come fratello, come amico, come “compare” e come protagonista sulla scena. E il grande affetto dimostrato da decine e decine di persone, da quelli che lo hanno vissuto nel quotidiano e anche da chi ha accompagnato anche solo per un attimo il suo cammino, deve poter trasformare in granito vivo questa certezza.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

23/02/2018 - Caiata indagato per riciclaggio
23/02/2018 - Melfi: truffa agli anziani, una denuncia
23/02/2018 - Lavoratori Eipli senza stipendio, sindacati: 'pronti a bloccare gli impianti'
22/02/2018 - Energia. Federconsumatori su ipotesi di addebito in bolletta

SPORT

23/02/2018 - Basket Serie B, l’Olimpia va a Ortona e pensa alla zona playoff
22/02/2018 - Seconda Ctg/C: un trio al comando
22/02/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria resta al comando
22/02/2018 - A San Severino lucano ritorna la coppa delle nevi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

23/02/2018 Sospensione idrica in Basilicata 23 Febbario 2018

Lavello: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pescarello sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.
Brienza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Montecalvario e via Sasso sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 18:00 di oggi salvo imprevisti.

22/02/2018 Sospensioni Erogazioni Idriche

San Fele: per portare a termine i lavori di riparazione delle perdite idriche, , l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa e strada comunale Pergola.

Grassano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pirrone sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi fino al termine dei lavori.

22/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 22-02-2018

Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo