HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Mario non diceva mai no

17/07/2014



Chissà quanti lo avranno pensato: “adesso apre gli occhi, si alza di soprassalto e con una battuta delle sue ci fa fessi tutti quanti”.
E invece no.
E invece, questa volta, Mario non esce, alla fine dello spettacolo, per salutare il pubblico che ha riso con lui e lo ha applaudito dall’inizio alla fine. Non esce alla fine della lunga lista degli attori, come è giusto che faccia il protagonista più bravo, quello che è stato di più sulla scena. Questa volta, dalla scena di questa vita, Mario è uscito anzitempo.
In realtà lo spettacolo della vita di Mario ha dimostrato di essere composto da atti unici infiniti, capaci di lasciare la loro scia a lungo, superando anche la profondità di quel vuoto che ora sembra incolmabile. Mario, l’amico di tutti, la persona che, come i coriandoli a carnevale, era insostituibile nei momenti di gioia e che, quando si trattava di colorare con il sorriso contagioso di chi non si risparmia mai i momenti belli della comunità senisese e non solo, non si tirava mai indietro. Conservo ancora un vecchio articolo scritto su un settimanale e in occasione di un anniversario della morte di Totò. L’articolo titolava “Totò non diceva mai no”. Ecco, sarà comune a chi offre la sua spontaneità a servizio degli altri, che con innato piglio artistico riesce a comunicare una allegria che coinvolge davvero tutti, ma anche Mario non diceva mai no. E, nonostante la beffa del maledetto epilogo, la verità è che la malattia bastarda che lo ha colpito in maniera così repentina, non ha vinto. E dobbiamo pensare a lui con la certezza che il suo ricordo e il suo esempio resteranno con noi sottoforma di quel sorriso e di quella leggerezza che lo hanno accompagnato come padre, come marito, come nonno, come fratello, come amico, come “compare” e come protagonista sulla scena. E il grande affetto dimostrato da decine e decine di persone, da quelli che lo hanno vissuto nel quotidiano e anche da chi ha accompagnato anche solo per un attimo il suo cammino, deve poter trasformare in granito vivo questa certezza.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

13/12/2018 - ''Perchè la vicenda di Masseria La Rocca è una vittoria di Pirro''
13/12/2018 - Riciclaggio e commercio abusivo dell'oro: coinvolto anche un orafo di Matera
12/12/2018 - Scoperto evasore totale dalla GdF Potenza,occultati al fisco ricavi per 400.000
12/12/2018 - Masseria La Rocca, no a permesso ricerca dal Consiglio dei Ministri

SPORT

13/12/2018 - Futsal Senise: Mercuro va via per fare il salto in B
12/12/2018 - Al Viviani il Potenza non va oltre il pari con il Trapani
12/12/2018 - Buon pari del Matera in trasferta con la Paganese
12/12/2018 - Serie D – G/H: il Picerno supera indenne l’esame Taranto

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

12/12/2018 Serie D: risultati girone I 15^ giornata

Acireale – Gela 2-1
Bari – Troina 1-0
Castrovillari – Igea Virtus 1-0
Cittanovese – Nocerina 3-1
Locri – Citta di Messina 1-2
Marsala – Portici 2-0
Messina – Roccella 0-0
Sancataldese – Rotonda 0-1
Turris – Palmese 3-0

12/12/2018 Serie D: risultati 15^ giornata girone H

Cerignola – Granata 1-0
Bitonto – Francavilla 1-1
Citta di Fasano – Team Altamura 0-1
Gragnano – Gelbison 0-0
Fidelis Andria – Sarnese 3-0 ore 16:00
Nola – Gravina 2-1
Savoia – Nardò 0-0
Pomigliano - Sorrento 1-1
Taranto – Az Picerno 0-0

12/12/2018 Matera 2019: la diretta Rai con Proietti

Sarà Gigi Proietti a guidare la diretta televisiva della Rai - che durerà quasi un'ora - durante la quale, il 19 gennaio 2019, Matera inaugurerà l'anno da Capitale europea della Cultura: lo ha annunciato a Tito (Potenza) - partecipando ad un'iniziativa promossa dall'Eni - il presidente della fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce. Confermando anche la presenza a Matera, il 19 gennaio, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Adduce ha ricordato alcune delle iniziative programmate per il 2019. E' compresa la mostra degli oggetti che ciascun turisti potrà portare e lasciare a Matera.Ansa

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo