HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Medico notturno Calvera-Carbone,ripristinato il servizio ma resta alta la guardia

16/07/2014



Ha rischiato di far scatenare una vera e propria guerra il trasferimento, per quindici giorni, del servizio di guardia medica nel comune di Calvera. L’assaggio si è avuto nella serata di lunedi 14 luglio quando, decine e decine di persone, si sono presentate davanti all’ambulatorio (molte, per la verità, erano già dentro per effettuare le consuete visite) con l’intento di manifestare tutto il loro disappunto per la decisione dell’Asp. Fino al 30 luglio la guardia medica si sposta a Carbone, comune neanche troppo lontano se non fosse per le difficoltà oggettive legate, soprattutto, al numero di anziani presenti in queste comunità e alle spesso difficili condizioni delle strade. Il trasferimento è dovuto al fatto che il medico presente a Carbone non c’è per tutto il mese di luglio e così, invece di sostituirlo, la guardia medica, in questo mese, è rimasta a Calvera per i primi 15 giorni e sarà a Carbone per i prossimi. Mercoledi sera apprendiamo che l’Asp ha inviato un altro medico a coprire il servizio di guardia medica a Carbone, in modo che entrambi i paesi abbiano il servizio notturno. Situazione risolta? Per ora sì, ma i cittadini non abbassano la guardia. “Quello che temiamo- dicono i cittadini- è che questi quindici giorni rappresentino un esperimento per un trasferimento definitivo dall’autunno in poi, quando il medico di Carbone, da quello che sappiamo, potrebbe andare in pensione”. “Il diritto alla salute va garantito sempre- dicono i cittadini- ma qui ci devono dire chi deve morire prima tra i cittadini di Calvera e quelli di Carbone e perché i tagli riguardano sempre i servizi essenziali da garantire alla povera gente e non ai capi”. I cittadini temono qualcosa che, già qualche anno fa si era verificata. “Pochi anni fa avevano proposto l’accorpamento a coppie di comuni ma Carbone e Calvera si rifiutarono di firmare un verbale che già aveva previsto la guardia medica unica- spiega il sindaco di Carbone Mario Chiorazzo- ci rifiutammo sbattendo i pugni e dicendo che l’accorpamento poteva esserci qualora avessero dimostrato che non c’era altro da poter tagliare. Ma non mi pare sia così”.

Mariapaola Vergallito

il video della protesta di Lunedi 14-07-2014



ALTRE NEWS

CRONACA

19/04/2018 - Acquedotto Lucano: nessun superamento dei limiti di trialometani
19/04/2018 - Oltre 3 kg di tabacchi di contrabbando sequestrati nel metapontino
18/04/2018 - Provincia di Matera: politici e impiegati restituiranno oltre 230 mila euro
18/04/2018 - Nova Siri marina: il sindaco vieta l’uso dell’acqua per bere e mangiare

SPORT

19/04/2018 - La Geosat Geovertical al lavoro per gara 3 a Taviano
18/04/2018 - Eccellenza: respinto il ricorso della Soccer Lagonegro
18/04/2018 - Seconda Ctg/C: la Lainese vince, ma resta terza e dice addio ai play off
18/04/2018 - Domenico Pozzovivo capitano al Giro d’Italia 2018

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/04/2018 Comunicazione sospensione idrica Basilicata 18 Aprile 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 15:00 di oggi salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Galdo, Mosella, Piano Menta, Melara, S. Crispino, Taverna del Postiere, S. Elia, Madama Angiolella, Montegaldo e Cesinelle.
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Marciano resterà sospesa fino alle ore 12:30, salvo imprevisti.

16/04/2018 Sospensioni idriche 17 aprile 2018

Nova Siri: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione in viale Europa, nella giornata di domani l'erogazione idrica a Nova Siri paese sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 22:00, salvo imprevisti.

15/04/2018 Unibas, cordoglio a famiglia Pittella

La Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole, esprime, a nome dell'ateneo, sincere condoglianze alla famiglia Pittella per la scomparsa del Senatore Domenico Pittella".

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo