HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Legambiente: 'progetto opificio Senise obsoleto e inaccettabile'

10/07/2014



“Basta con nuovi impianti obsoleti e fallimentari. Ultimo, solo in ordine di tempo, l’impianto multifunzionale per il trattamento di rifiuti solidi urbani di Senise con produzione di CSS (combustibile solido secondario) a partire da Rsu (rifiuti solidi urbani)”. E’ quanto si legge in un comunicato di Legambiente, dedicato ai comuni ricicloni e nel quale viene posto l’accento sul progetto della costruzione dell’opificio a Senise. “Il progetto tecnico, da quello che si è potuto vedere, è ampiamente insufficiente, non contiene nessun riferimento ai codici CER, condizione minima per poter comprendere realmente le tipologie dei rifiuti che si vogliono trattare, condizione necessaria per valutare la sua pericolosità, anche in funzione della particolare collocazione dell’impianto, in zona agricola e nelle immediate vicinanze del lago di Monte Cotugno”.

Ritornando ai comuni ricicloni per la Basilicata, dunque, il premio va a Banzi (Pz), Comune al di sotto dei 10.000 abitanti. Sono tuttavia 7 i Comuni virtuosi nella nostra regione, che si sono distinti per il raggiungimento – e in alcuni casi addirittura superamento – dell’obiettivo del 65%: sono i sei dell’Unione dei Comuni Alto Bradano (Banzi, Genzano di Lucania, Palazzo San Gervasio, Montemilone, Forenza, Oppido Lucano) e Rotondella.

Dopo i Ricicloni, i Comuni rifiuti free. Anche quest'anno abbiamo segnalato l'eccellenza nell'eccellenza: quei comuni che sono riusciti a ridurre del 90% circa la quantità di rifiuti da smaltire. Sono circa 300 quelli che nel corso del 2013 hanno prodotto meno di 75 chilogrammi a testa di rifiuto secco indifferenziato, mentre la produzione media pro capite nazionale si aggira sui 550 chili annui. Le ricette sono diverse, ma con alcune caratteristiche comuni: la raccolta “porta a porta”, la modalità di tariffazione del servizio (due terzi applicano la tariffa puntuale), la responsabilizzazione dei cittadini attraverso una comunicazione efficace e con politiche di prezzo che premiano il cittadino virtuoso con una riduzione della tassa sui rifiuti se separa bene i materiali, incentivando la pratica del compostaggio domestico, promuovendo il consumo dell’acqua del Sindaco riducendo le bottiglie di plastica, bandendo l'usa e getta. Tra i 300 anche i lucani Genzano di Lucania (Pz) e Rotondella (Mt).

Cento di questi Consorzi. Difficile trovare comuni che facendo da sé arrivino a risultati eccellenti. La forza rimane quella dell'unione nei consorzi comuni gestiti efficacemente in forma consortile. Per questo motivo Legambiente ha istituito il premio “Cento di questi Consorzi”, al cui interno – anche se non sul podio, dove svetta infatti la provincia di Treviso – troviamo l’Unione dei Comuni Alto Bradano, con i suoi 66,7% di raccolta differenziata.

Modelli di questo tipo, presenti nella nostra regione, dimostrano ampiamente quanto la Legambiente Basilicata da tempo va professando: riuso, raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti, insieme alla riduzione in fase di produzione, sono gli unici pilastri di una gestione integrata dei rifiuti (la strategia delle “4R”) capace di dare una soluzione di lungo termine al problema, consentendo di risparmiare materie prime e ridurre l’uso delle discarica, e quindi anche lo sfruttamento e l’inquinamento del suolo. Le discariche vanno via via chiuse e gli inceneritori devono essere utilizzati in maniera sempre più residuale. Sono le ultime Direttive Europee a dirlo.



Su www.ricicloni.it anche alcune storie dei comuni ricicloni



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2018 - Basilicata. A Policoro chiuso un ristorante etnico
25/06/2018 - Nel Materano 83 "sconosciuti al fisco"
25/06/2018 - Oriolo. Oltre 4 milioni di euro per consolidamento aree colpite da frana
24/06/2018 - Billie Joe Armstrong ai viggianesi: ''vi prometto che tornerò''

SPORT

25/06/2018 - Eccellenza, Grumentum: Falco resta e nel mirino anche un difensore goleador
25/06/2018 - UISP di Matera organizza 'Torneo Antirazzista itinerante in Basilicata'
25/06/2018 - Marathon del Pollino: Marco D'Agostino fa il bis
24/06/2018 -  La Rinascita Lagonegro conferma per il secondo anno il libero Simone Sardanelli

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2018 Matera, 2 ambulanti sospesi da attività

Due attività di commercio ambulante sono state sospese a Matera dall'Ispettorato territoriale del lavoro, al termine di controlli che hanno permesso di scoprire l'utilizzazione di "ben cinque lavoratori al nero". I controlli sono stati eseguiti nell'area del mercato settimanale che si svolge in città: in totale, hanno interessato quattro esercenti.

22/06/2018 Sospensioni idriche 22 giugno 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 13:00 di oggi salvo imprevisti in Via Rocco Scotellaro dal civico n.143 al civico n.155 e dal civico n.116 al civico n.140 - Via Carlo Alberto dal civico n.1 al civico n.26 - Via Nazionale - C/da Cona (altezza palazzo Forastieri 3F)

21/06/2018 Sospensione idrica oggi 21 giugno 2018

Maschito: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa, nell'intero abitato, dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo