HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

E’ terminato il pellegrinaggio di Francesco Di Sanzo

4/07/2014



Da qualche ora è terminato felicemente il pellegrinaggio di Francesco Di Sanzo verso la terra di Padre Pio. Infatti, all’incirca verso le 13,00, è arrivato davanti al piazzale antistante la Chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, felice e sereno per aver completato il percorso e aver così potuto sciogliere il voto fatto il 9 luglio dell’anno scorso. In mattinata avevo scambiato qualche battuta per telefono mentre a passo svelto, cercava di colmare gli ultimi due km. che lo separavano dalla meta. “ Fisicamente mi sento bene. La mia sensazione è di aver vissuto questi giorni in un sogno e la mia paura è di svegliarmi e trovarmi a dover iniziare ancora il cammino. Non riesco a descrivere le mie sensazioni di questo momento e sono il primo a restare incredulo per quello che ho fatto. Sono stanco e con alcuni problemi fisici che dovrò risolvere al più presto. In compenso, devo ringraziare il Signore e Padre Pio che mi hanno assistito in questo cammino. Ci sono stati momenti di sconforto e di paura temendo il peggio, soprattutto quando ho dovuto percorrere in perfetta solitudine dei tratti di percorso senza incontrare gente o la notte vissuta al freddo su qualche panchina di fortuna. Come pure devo sottolineare la bontà di alcune persone che mi hanno prestato aiuto con pane e acqua o cercando di alleviare le mie sofferenze ai piedi con dei sandali che non ho potuto calzare perché avevo i piedi gonfi. Devo ringraziare voi della Siritide per il conforto e l’aiuto che avete riservato alla mia persona”. “Ti voglio raccontare – continua Franco – quello che mi è capitato ieri. Stavo percorrendo una zona in cui da parecchio non incontravo persone. Camminavo da alcune ore e sentivo il bisogno di bere. Purtroppo, ero solo e, come mi è capitato spesso in questo viaggio, mi sono rivolto a Padre Pio chiedendogli d’intervenire, perché ero già stremato. Se qualcuno mi avesse visto e sentito parlare mi avrebbe preso per un pazzo. Non avevo nemmeno finito di chiedere che si ferma una macchina e un signore mi porge una bottiglia di acqua. Sarà stato una coincidenza o qualcos’altro non lo so. La verità è che avevo bisogno di acqua e l’acqua è arrivata”. Per adesso pensiamo di terminare il colloquio. Sappiamo che Franco, in questo momento, sta concedendo alle sue martoriate gambe, un meritato sollievo e che le nostre parole di conforto debbano tacere in rispetto alla sua persona e a quello che ha compiuto.

Vincenzo Terracina



ALTRE NEWS

CRONACA

19/02/2019 - Elezioni Basilicata, si ritira Carmen Lasorella: ‘Ci fermiamo qui’
19/02/2019 - ASM sindacati proclamano lo stato di Agitazione
19/02/2019 - Pomarico: sorpresi a rubare rame ed attrezzi in un deposito, denunciano 4 minori
19/02/2019 - Pisticci, sequestrata area per smaltimento illecito reflui

SPORT

19/02/2019 - Sul Pollino ritorna 'Ciapsolando verso sud'
18/02/2019 - Brutto stop per la Pegasus Matera ad Ariano Irpino
18/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone E, Molfetta – HP Matera 6-5
18/02/2019 - Promozione: Olivieri regala i 3 punti alla capolista

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/02/2019 Francavilla in Sinni: iban per solidarietà

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia di Francavilla in Sinni è stato istituito un conto corrente bancario per offrire sostegno e un aiuto concreto alla Famiglia Genovese.
IBAN: IT27R0815441990000000135735
Intestato a Parrocchia Sant’Andrea Avellino
Causale: DONAZIONE PRO FAMIGLIA GENOVESE

19/02/2019 Sospensioni idriche 19 febbraio 2019

Potenza: a causa di un nuovo ed improvviso guasto l'erogazione idrica in via Cerreta e zona Masseria Monaco resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione Irsina: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, in contrada Notargiacomo e zone limitrofe
Potenza: a causa del protrarsi dei lavori di riparazione che interessano contrada Cerreta e le zone limitrofe, Acquedotto Lucano ha attivato il servizio sostitutivo mediante autobotte, che stazionerà sulla strada provinciale nei pressi della contrada Masseria Monaco.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso alla condotta distributrice, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in località Piano dei Peri. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

18/02/2019 Comunicazione di sospensione idrica per oggi 18 febbraio

Avigliano, Filiano: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sara sospesa dalle ore 20.00 di oggi alle ore 08.00 di domani, salvo imprevisti, ad AVIGLIANO nelle frazioni Stagliuzzo, Mandria Nuova, Monte Alto, Bozzelli e Lacciola; a FILIANO nella frazione Carpini
Pisticci: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle località San Teodoro, Casinello e Lido 48 resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Lavello, Venosa, Montemilone: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe; MONTEMILONE: contrada Macinali e zone limitrofe.
Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe; BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe; PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo