HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Interesse Uomo: i dati della fondazione antiusura nei 15 anni di attività

24/06/2014



Sono in totale 1933 le persone incontrate in 15 anni, 283 da quando la fondazione antiusura "Interesse Uomo" ha esteso le attività a livello nazionale.
L'attività di prevenzione e di contrasto all'usura parte a Potenza con uno sportello nel 1999, nel 2002 nasce la fondazione Interesse Uomo che incontra sul suo percorso il Comune e la Provincia di Potenza, l'Anci, Banca Etica e Libera. Dopo i primi anni di attività la fondazione riceve richieste di aiuto e di intervento anche da oltre i confini regionali per cui estendere la propria operatività su tutto il territorio nazionale non è più una scelta ma una evoluzione necessaria e inevitabile.

A 17 mesi di attività a livello nazionale, don Marcello Cozzi, presidente della fondazione, ha illustrato la relazione "Usuropoli. Vittime e carnefici in un paese strozzato" che descrive le attività svolte dalla fondazione dal primo agosto 2012 al 31 dicembre 2013.

"I numeri - ha detto don Cozzi - sono ancora piccoli ma sono indicativi dello stato del Paese, del dilagare del'usura, del fenomeno dell'usura come affare di mafia e confermano come il Sud sia la zona più colpita".

Avvalorando quanto individuato a livello nazionale dai rapporti Sos Imprese e della Cgia di Mestre, anche i dati raccolti dalla fondazione indicano Calabria, Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata, come le regioni a maggior rischio usura. Per quanto riguarda il Nord, il triste primato spetta al Piemonte.

La fotografia è confermata anche dalle richieste di accesso ai benefici previsti dal Fondo antiusura (l. 108/96). Sono in totale 1200 le persone che hanno chiesto di accedere alla linea di finanziamento (di cui 195 nei 17 mesi in esame e 164 nel solo 2013) e nel 77 per cento dei casi provengono dalle regioni del Sud. I finanziamenti sono stati chiesti per coprire sofferenze economiche di piccole imprese (61% dei casi) o per risolvere situazioni debitorie familiari (15%).

A chiedere aiuto sono principalmente commercianti e piccoli imprentitori ma anche famiglie che, spesso a causa della perdita di lavoro, non riescono a pagare il mutuo della casa.

Il totale delle garanzie concesse dal 2003 al 2013 tramite la linea di finanziamento della legge 108, ammonta a 1.362.580,73 euro, suddivisi in 99 interventi. Per quanto riguarda il periodo di riferimento (1/08/2012-31/12/2013) sono stati erogati fondi a 7 beneficiari per un totale di 122.500,00 euro.

I motivi che mettono le persone in una condizione di rischio usura sono principlamente quattro: cattiva o poco equilibrata gestione delle proprie economie (il cosiddetto “passo più lungo della gamba”), perdita del lavoro, problemi legati al gioco e al gioco d'azzardo (in molti casi successivi ad una prima situazione di indebitamento in quanto considerati “ultima spiaggia per risollevare le sorti), per pagare gli estorsori diventando quindi vittima due volte: dell'estorsione e dell'usura.

Il rapporto evidenzia anche com'è cambiata l'usura negli ultimi anni, passando da fenomeno gestito da singoli parassiti a vere reti organizzate malavitose.

“Con il perdurare della crisi – ha spiegato don Cozzi che è anche vicepresidente nazionale di Libera – i gruppi malavitosi sono gli unici a possedere liquidità di denaro ed è necessario rimettere in moto la macchina dell'economia nazionale altrimenti offriamo agli usurai occasioni d'oro per continuare a mettere in ginocchio un numero sempre crescente di italiani”.

“L'unico modo per contrastare l'usura – ha concluso don Cozzi – rimane la denuncia perchè è solo così che ci si libera davvero dal flagello. Attività di prevenzione sono importantissime ma l'unica azione davvero risolutiva è la denuncia e noi siamo qui per accompagnare le persone in questo cammino di liberazione”.

La fondazione antiusura Interesse Uomo si è costituita parte civile in cinque processi (due a Potenza e tre a Catanzaro) che vedono alla sbarra singoli soggetti o gruppi malavitosi accusati di usura.



ALTRE NEWS

CRONACA

20/06/2019 - Basilicata. Il 25 giugno la convalida definitiva dei consiglieri eletti
20/06/2019 - #ParchixilClima del Ministero dell’Ambiente:7,6 Milioni di € per i Parchi Lucani
20/06/2019 - Marcia d’amore per la cultura: da Assisi benedizione per Pomarico
20/06/2019 - Prostituzione minorile: 9 rinvii a giudizio

SPORT

20/06/2019 - Giacomarro: ‘Priorità al Picerno, ma ho dei dubbi”
20/06/2019 - Calcio: perquisizioni Bitonto e Picerno
20/06/2019 - A Terranova di Pollino sopralluogo per realizzare una pista di Skiroll
20/06/2019 - Minibasket in piazza: concluse le attività della terza giornata

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/06/2019 Comunicazione sospensione idrica oggi 18 giugno in Basilicata

Potenza, Pignola: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi e fino al termine dei lavori. A POTENZA in contrada Faloppa, via Saragat, via Gronchi, contrada Centomani Tora e zone limitrofe. A PIGNOLA nelle contrade: Campo di Giorgio, Molino di Capo, Serra San Marco e zone limitrofe
Lagonegro: a causa di un guasto improvviso, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica nelle seguenti zone: Sant'Anna, Molara, Portella, San Giovanni e Castello. Il ripristino del servizio è previsto alle ore 12:30 di oggi, salvo imprevisti.
Barile: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14:00 circa, nel centro storico, in corso Alice De Gasperi e nelle strade limitrofe. Il ripristino è previsto al temine dei lavori di riparazione.
Paterno: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nell'area Pip sarà sospesa dalle ore 09:30 alle ore 14:00, salvo imprevisti.

17/06/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 17 Giugno in Basilicata

Melfi: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l’erogazione dell’acqua potabile potrebbe subire cali di pressione o essere sospesa nell'intero abitato, ad esclusione del centro storico, dalle ore 21:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cupa, Pascone, Piano Pagani, Piani San Quirico, Serra del Vento, Serrone.
Muro Lucano: a partire da oggi 17 giugno 2019 e fino al ripristino dei livelli nel serbatoio, l’erogazione dell’acqua potabile, sarà sospesa tutte le sere dalle ore 18:00 di alle ore 07:00 del mattino seguente, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cappuccini, Belvedere, Santatuono, Via Conserva, e Sopra Maddalena.

16/06/2019 Metaponto: ruba un cellulare ad un turista, denunciato 33enne

Al termine di attività investigativa i Carabinieri di Metaponto hanno denunciato per ricettazione un 33enne, extracomunitario, originario del Mali e residente a Massa, ma di fatto domiciliato nella frazione di Metaponto, all’interno degli ex stabilimenti della “Felandina” sulla SS 407 “Basentana”.
Il 33enne si era reso autore di un furto di un telefonico di proprietà di una cittadina italiana, residente nella Provincia di Bergamo, avvenuto mentre era in ferie nella cittadina Jonica.
Alla signora verrà riconsegnato il telefonino la quale si è complimentata con i militari.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo