HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Interesse Uomo: i dati della fondazione antiusura nei 15 anni di attività

24/06/2014



Sono in totale 1933 le persone incontrate in 15 anni, 283 da quando la fondazione antiusura "Interesse Uomo" ha esteso le attività a livello nazionale.
L'attività di prevenzione e di contrasto all'usura parte a Potenza con uno sportello nel 1999, nel 2002 nasce la fondazione Interesse Uomo che incontra sul suo percorso il Comune e la Provincia di Potenza, l'Anci, Banca Etica e Libera. Dopo i primi anni di attività la fondazione riceve richieste di aiuto e di intervento anche da oltre i confini regionali per cui estendere la propria operatività su tutto il territorio nazionale non è più una scelta ma una evoluzione necessaria e inevitabile.

A 17 mesi di attività a livello nazionale, don Marcello Cozzi, presidente della fondazione, ha illustrato la relazione "Usuropoli. Vittime e carnefici in un paese strozzato" che descrive le attività svolte dalla fondazione dal primo agosto 2012 al 31 dicembre 2013.

"I numeri - ha detto don Cozzi - sono ancora piccoli ma sono indicativi dello stato del Paese, del dilagare del'usura, del fenomeno dell'usura come affare di mafia e confermano come il Sud sia la zona più colpita".

Avvalorando quanto individuato a livello nazionale dai rapporti Sos Imprese e della Cgia di Mestre, anche i dati raccolti dalla fondazione indicano Calabria, Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata, come le regioni a maggior rischio usura. Per quanto riguarda il Nord, il triste primato spetta al Piemonte.

La fotografia è confermata anche dalle richieste di accesso ai benefici previsti dal Fondo antiusura (l. 108/96). Sono in totale 1200 le persone che hanno chiesto di accedere alla linea di finanziamento (di cui 195 nei 17 mesi in esame e 164 nel solo 2013) e nel 77 per cento dei casi provengono dalle regioni del Sud. I finanziamenti sono stati chiesti per coprire sofferenze economiche di piccole imprese (61% dei casi) o per risolvere situazioni debitorie familiari (15%).

A chiedere aiuto sono principalmente commercianti e piccoli imprentitori ma anche famiglie che, spesso a causa della perdita di lavoro, non riescono a pagare il mutuo della casa.

Il totale delle garanzie concesse dal 2003 al 2013 tramite la linea di finanziamento della legge 108, ammonta a 1.362.580,73 euro, suddivisi in 99 interventi. Per quanto riguarda il periodo di riferimento (1/08/2012-31/12/2013) sono stati erogati fondi a 7 beneficiari per un totale di 122.500,00 euro.

I motivi che mettono le persone in una condizione di rischio usura sono principlamente quattro: cattiva o poco equilibrata gestione delle proprie economie (il cosiddetto “passo più lungo della gamba”), perdita del lavoro, problemi legati al gioco e al gioco d'azzardo (in molti casi successivi ad una prima situazione di indebitamento in quanto considerati “ultima spiaggia per risollevare le sorti), per pagare gli estorsori diventando quindi vittima due volte: dell'estorsione e dell'usura.

Il rapporto evidenzia anche com'è cambiata l'usura negli ultimi anni, passando da fenomeno gestito da singoli parassiti a vere reti organizzate malavitose.

“Con il perdurare della crisi – ha spiegato don Cozzi che è anche vicepresidente nazionale di Libera – i gruppi malavitosi sono gli unici a possedere liquidità di denaro ed è necessario rimettere in moto la macchina dell'economia nazionale altrimenti offriamo agli usurai occasioni d'oro per continuare a mettere in ginocchio un numero sempre crescente di italiani”.

“L'unico modo per contrastare l'usura – ha concluso don Cozzi – rimane la denuncia perchè è solo così che ci si libera davvero dal flagello. Attività di prevenzione sono importantissime ma l'unica azione davvero risolutiva è la denuncia e noi siamo qui per accompagnare le persone in questo cammino di liberazione”.

La fondazione antiusura Interesse Uomo si è costituita parte civile in cinque processi (due a Potenza e tre a Catanzaro) che vedono alla sbarra singoli soggetti o gruppi malavitosi accusati di usura.



ALTRE NEWS

CRONACA

16/12/2017 - Ventottenne, originario di Rionero in Vulture, investe la sorella della sua ex
16/12/2017 - Rotonda: alcune abitazioni senza linea telefonica e internet
16/12/2017 - Stigliano, dichiarazione stato di emergenza si fa più concreta
16/12/2017 - Fisco: per non pagare canone Rai dichiarazione entro anno

SPORT

17/12/2017 - Futsal C1Basilicata: Futsal Senise torna alla vittoria contro lo Shaolin
16/12/2017 - La PM Volley Potenza ritorna da San Pietro Vernotico (BR) con 3 punti pesanti
16/12/2017 - FIPAV Basilicata: Le gare del week-end
16/12/2017 - Ortona vs Geosat Geovertical si giocherà nuovamente domenica sera

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/12/2017 Calcio a 5 C1/g.Unico: risultati 10^ giornata

3P Valle Del Noce – Amici del Borgo Matera
Atletico Lavello – Castrum Byanelli Calcio 13-4
Futsal Potenza – Guardia Perticara 2-1
Paul Mitchell – Virtus Lauria
Real Team Matera – Essedisport 10-4
Senise – Shaolin Soccer 6-5
Sport Pisticci – Futura Matera 2-4

15/12/2017 Potenza,nuovo trattamento su Parkinson al San Carlo

Nell'ospedale San Carlo di Potenza è stata introdotta per la prima volta la terapia intestinale con la Duodopa (un gel a base di Levodopa e Carbidopa) per contrastare la malattia di Parkinson, con effetti terapeutici "sui disturbi raggiunti già dal primo giorno di trattamento".
La nuova procedura - è scritto in una nota della struttura sanitaria - è stata introdotta nella Neurologia del San Carlo, diretta dal primario Enrico Ferrante, su un paziente di 82 anni affetto dalla malattia di Parkinson da 14 anni.Ansa

15/12/2017 Sospensione idrica comunicazione del 15-12-17

San Fele: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.
Tricarico: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Piani Sottani, Corona e zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 10:30 di oggi fino al termine dei lavori.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo