HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

A Senise si è svolto il Consiglio Comunale sull'opificio di rifiuti

24/06/2014



Si è svolto a Senise, ieri sera, un Consiglio Comunale interamente dedicato alla discussione, richiesta dalla minoranza, in merito al progetto dell’impianto di trattamento dei rifiuti solidi urbani. Il progetto, ricordiamolo, è stato proposto dalla società Nep Italy srl nell’ambito del programma di reindustrializzazione dei siti produttivi inattivi. Il 30 giugno scadono i termini per la presentazione dell’esecutivo. La seduta comunale, che il presidente del Consiglio Comunale Asprella ha voluto aperta, con la possibilità di far intervenire i cittadini, i partiti e le associazioni, è stata a tratti molto accesa. E’ stata fatto rilevare la scarsa informazione e il mancato coinvolgimento, da parte dell’amministrazione comunale verso la comunità. I proprietari dei terreni che si trovano nella zona in cui potrebbe nascere l’opificio si sono detti amareggiati per non essere stati coinvolti preventivamente e preoccupati per le sorti dell’area in questione dopo la ipotetica costruzione dell’impianto. Il sindaco Giuseppe Castronuovo ha evidenziato che la discussione sarà aperta dopo la presentazione dell’esecutivo e che l’amministrazione, prima di dare o meno l’ok definitivo, valuterà ogni elemento possibile.

lasiritide.it

Di seguito vi proponiamo gli interventi:



Video Sopra - Sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo Vincenzo Pangaro, imprenditore Severino Di Sanzo e Giovanna Di Sanzo, proprietari terreni limitrofi Vittoria Petruccelli, biologa




Video Sopra – Margherita Ferrara – consigliere di opposizione PD



Video Sopra – Mimmo Tuzio



Video Sopra – Francesco Bulfaro – consigliere di opposizione



Video Sopra – Amedeo Castelluccio – assessore attività produttive – Antonio Uccelli – assessore ambiente e politiche giovanili



Video Sopra – assessore Antonio Corizzo e Luigi Le Rose



Video Sopra - Francesco Antonio Terracina, comitato Rifiutiamoli



Video Sopra – Rossella Spagnuolo segretario circolo Pd Senise



Video Sopra – Anna Badalamenti, legale della Nep Italy srl



Video Sopra – conclusioni Sindaco Senise Giuseppe Castronuovo



ALTRE NEWS

CRONACA

22/03/2019 - Rionero in Vulture: un cinghiale da salvare
22/03/2019 - Carabinieri Forestali sequestrano stazione di servizio dismessa a Tolve
22/03/2019 - Furto in abitazione nel Materano, due arresti a Zagarolo
22/03/2019 - Il progetto di superamento de 'La Fellandina' ha l'ok delle parti sociali

SPORT

22/03/2019 - Matera,iI concentramento camp. hockey su pista femminile
22/03/2019 - Grumentum Val d'Agri: ad un passo dal sogno
22/03/2019 - Serie D, G/H: al Fittipaldi il Francavilla anticipa contro il Sorrento
22/03/2019 - Bernalda Futsal,verso l'Altamura. Il dg Mazzei:“attenzione alle loro ripartenze"

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/03/2019 Sospensione idrica a Matera

Maratea: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in zona Fiumicello sarà sospesa dalle ore 14:30 di oggi fino al termine dei lavori.

21/03/2019 Basilicata: al voto 573.970 elettori

Sono 573.970 gli elettori che domenica prossima, 24 marzo, voteranno in Basilicata - in 681 sezioni, dalle ore 7 alle 23 - per eleggere il presidente della Regione e i 20 componenti del consiglio regionale. E' quanto emerge dai dati forniti dalle prefetture di Potenza e Matera. Il comune della provincia di Potenza dove vi sono meno elettori è San Paolo Albanese (310); in provincia di Matera il comune con meno elettori è Cirigliano (387).Ansa

20/03/2019 Vito Pace confermato presidente Consiglio Notarile

Il Consiglio Notarile Distrettuale di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina ha riconfermato, all'unanimità, per il triennio 2019/2021, quale Presidente il Notaio Vito Pace e quale Segretario il Notaio Francesco Carretta. Gli altri componenti sono i Notai : Adele De Bonis Cristalli (tesoriere); Antonio Di Lizia, Annamaria Racioppi, Angelo Pasquariello e Agostino Rizzo.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo