HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

TAR Basilicata: Eni responsabile dei danni per lo sversamento di petrolio

22/06/2014



La Ola, Organizzazione lucana ambientalista rende noto che il TAR Basilicata ha riconosciuto infondato, rigettandolo, il ricorso di ENI contro l'Ordinanza sindacale del Comune di Viggiano n.5 del 22/1/2000; che intimava alla compagnia petrolifera l'intervento e la bonifica del sito poi attuato dal comune di Viggiano¡ nonostante il TAR affermi nella stessa sentenza che la bonifica dei siti inquinati debbano provvedere i reali responsabili della condizione di inquinamento per cui, come anche emerge dalla giurisprudenza formatasi in tema abbandono dei rifiuti!. Eni sull'episodio si è sempre dichiarata estranea ai fatti che hanno portato alla situazione di inquinamento descritta nel provvedimento sindacale recante l'ordine di disinquinamento e risanamento ambientale per grave sversamento di petrolio. I fatti risalgono al 2000. Lo si apprende sempre dalla lettura della sentenza del TAR Basilicata.
Il 21 gennaio alle ore 9.00 circa, si verificava un grave incidente stradale lungo la strada provinciale n.54, al km. 1,600 che vedeva coinvolte due autocisterne che trasportavano petrolio greggio dal pozzo petrolifero Monte Enoc alla raffineria AGIP di Taranto. In particolare, nello scendere a pieno carico da monte a valle, una autocisterna si scontrava con un'altra autocisterna che procedeva in senso inverso, risalendo da valle a monte. In conseguenza dell'urto, nel quale perdeva la vita il conducente della prima autocisterna si verificava la dispersione di circa 25.000 litri di petrolio greggio sull'asfalto e nel terreno circostante, con infiltrazione in un pozzo di acqua sorgiva e con compromissione della relativa falda di cui solo dalla sentenza del TAR n.400 del 21 Giugno scorso si apprende la notizia.
Eni ha impugnato l'ordinanza sindacale dopo una ¡°rocambolesca ricerca dei soggetti destinatari della notifica dell'ordinanza sindacale. Dettagli di cui il TAR ne rileva i particolari nella sentenza n.440 del 21/6/2014. Sempre secondo ENI inoltre il sindaco di Viggiano era incompetente ad adottare l'ordinanza impugnata in base alla giurisprudenza.
La sentenza del TAR invece imputa ad ENI SpA la responsabilità riconducibile ad AGIP in quanto gli unici soggetti cui potrebbe ascriversi la responsabilità per l'incidente considerato che il petrolio sversato era di proprietà dell'AGIP e veniva trasportato dal pozzo sito in Val d'Agri alla Raffineria AGIP di Taranto. Oltretutto, si aggiunge, il rapporto fra l'AGIP e il Superconsorzio Trasporti Lucani (del quale facevano parte i mezzi coinvolti nel sinistro del 21/1/00) era dettagliatamente disciplinato da un accordo con relative condizioni generali che prevedeva che il vettore avrebbe risposto in proprio di qualsiasi perdita, mancanza o alterazione della merce trasportata e di qualsiasi danno e spesa che possa arrecare a cose e/o persone oltre che durante il viaggio anche durante lo scarico presso il destinatario della merce (art. 8).
Sulle operazioni di bonifica nel 2013 la Regione Basilicata ha concesso al comune di Viggiano le anticipazioni delle spese pari a circa 20mila euro per la rimozione dei teli e di tombatura dei piezometri posizionati per monitorare l'inquinamento.
[Fonte: Ola - Organizzazione lucana ambientalista]



ALTRE NEWS

CRONACA

21/10/2018 - Maltempo: domani allerta arancione in Basilicata
21/10/2018 - Furti a Senise, nota dell'amministrazione
21/10/2018 - Potenza: muore finendo negli ingranaggi del trattore
21/10/2018 - Matera: furto nel market, ai domiciliari

SPORT

22/10/2018 - Promozione: l’Atletico Lauria viola il Mancinelli e si conferma al comando
22/10/2018 - Altalenante fine settimana per il settore giovanile del Matera calcio
21/10/2018 - Promozione: colpo della capolista grazie a Olivieri. Ok Brienza e Paternicum
21/10/2018 - Potenza Calcio: secondo successo esterno,1-0 al Siracusa

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/10/2018 Potenza: corso di “Disostruzione pediatrica”

L’Associazione Dopo Di Noi onlus di Potenza realizza un interessante corso di “Disostruzione pediatrica” presso il Centro dei servizi del volontariato (CSV) di Via Sicilia , 6 di Potenza il giorno 24 Ottobre alle ore 16,00. In collaborazione con l’Associazione “Respiriamo” del dott. Domenico Lamagna e con il patrocinio del CSV e dell’Associazione RE-HEART che promuove le tecniche di primo soccorso anche in ambito familiare, è diretto alla conoscenza delle manovre da adottare in presenza di disostruzione pediatrica e della prima infanzia.
Il corso, del tutto gratuito, è consigliato alle famiglie, alle insegnanti degli asili e delle scuole ed a tutti gli addetti ai lavori che prestano la loro opera per gestire situazioni di inalazione di corpi estranei.
Ai partecipanti sarà consegnato il materiale informativo delle pratiche da adottare.

21/10/2018 Serie D girone I – risultati 6^ giornata

Marsala Calcio – Bari 1 – 1
Castrovillari Calcio – Sancataldese Calcio 1 – 1
Città di Messina – Troina 0 – 0
Gela Calcio – Nocerina 1910 1 – 2
Igea Virtus Barcellona – Calcio Cittanovese 0 – 4
Locri 1909 – Rotonda Calcio 3 – 0
Palmese 1912 – Portici 1906 0 – 0
Turris Calcio – Messina 2 – 1

21/10/2018 Calcio 1^Ctg./B: risultati 4^ giornata

A.Montalbano – Elettra Marconia 2-1
Castelsaraceno – Irsina 2-1
L.Montescaglioso – Salandra 0-1
Peppino Campagna Bernalda – Tricarico Pozzo Sicar 3-1
Tursi – Viggianello 2-0
V.R.Episcopia – Tramutola 0-1
Città Dei Sassi Matera – Montemurro 5-1

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo