HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

'Caro Papa ti racconto la favola del treno'

18/06/2014



“Con l’imminente arrivo del Sommo Pontefice, ecco che la politica locale e la Ex - Trenitalia (…se ancora esiste fatecelo sapere) hanno deciso di accogliere la visita dei fedeli e pellegrini, tagliando gli ultimi treni rimasti. Un disagio oramai cronico che solo un miracolo può sanare. Da qui l’appello al Papa: per spostarsi i Calabresi della fascia Jonica INVOCANO un “Papa-Treno”; in alternativa, poiché anche il trasporto su gomma (sulla tratta che collega i paesi della Sibaritide) va in ferie per i mesi estivi si potrebbe invocare anche un Papa-Bus, ma… questo “sarebbe chiedere troppo”!
Ennesima denuncia e provocazione del pendolare Euristeo la sua battaglia è la battaglia di “tutti” e ha raggiunto l’attenzione di riviste e testate giornalistiche nazionali e internazionali, dalla Germania al Brasile.

Non molto tempo fa 14 cittadini di Rossano e paesi limitrofi sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio (ma se il servizio oggi come allora è quasi inesistente!!!), per aver preso parte ad una manifestazione che chiedeva il ripristino dei treni soppressi sia a breve che a lunga percorrenza. Ma se questi onesti cittadini sono stati denunciati per l’interruzione del pubblico Servizio, allora quale denuncia dovrebbe partire per chi il servizio pubblico lo ha soppresso?

Il treno che collega Sibari a Metaponto (Calabria e Basilicata) è un autobus travestito da interregionale: che senso ha mettere un bus sostitutivo delle ferrovie in una tratta dove già esiste una strada ferrata?

“Caro Papa Francesco vorrei raccontarLe una delle tante storie di quella terra che Lei onora con la sua presenza: non solo siamo rimasti isolati dal resto d’Italia (vedi la soppressione dell’ Intercity Milano – Crotone e molti treni a lunga percorrenza) ma restiamo isolati anche nei paesi limitrofi come ad es. la tratta Rossano-Trebisacce e Mirto-Cariati e così a continuare.

Santità mi piacerebbe incontrarla, per far si che la preghiera di un umile pendolare giunga fino a San Pietro e per raccontarLe la favola di quel ponte ferroviario che ho immaginato facendolo partire dalla stazione della mia città di Rossano per arrivare così alla stazione del Vaticano. E solo così, avendo tanta fede, che spero di incontrare l’uomo venuto dall’altra parte del mondo per scambiarsi un abbraccio di Energia positiva e Speranza con la mia terra”.



ALTRE NEWS

CRONACA

15/12/2018 - Caso Conti: la famiglia si oppone all'archiviazione
14/12/2018 - Parco dell’Appennino Lucano: il ministro Costa decreta il commissariamento
14/12/2018 - Sorpresi con arnesi da scasso
14/12/2018 - Confermato divieto di dimora a Potenza per Pittella

SPORT

15/12/2018 - Il Carpi ha messo gli occhi sul lucano Sansone
15/12/2018 - Serie D – G/H: nuovo Under per il Picerno
15/12/2018 - Viggianello: Luis Vizzino presidente AIAS Basilicata
15/12/2018 - Campionato calcio Berretti, il Matera fa visita al Siracusa

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

14/12/2018 Sospensione idrica 14 dicembre 2018

-Sant'Arcangelo: a causa di un guasto improvviso, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in via D' Agostino. Il ripristino è previsto al termine dei lavori.

13/12/2018 Comunicazione sospensione idrica in Basilicata

Lauria: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa via Caduti 7-9-43 dalle ore 14:00 di oggi fino al termine dei lavori, salvo imprevisti

Potenza: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa nelle contrade Piani di Zucchero e Avigliano Scalo dalle ore 11:30, salvo imprevisti.

12/12/2018 Serie D: risultati girone I 15^ giornata

Acireale – Gela 2-1
Bari – Troina 1-0
Castrovillari – Igea Virtus 1-0
Cittanovese – Nocerina 3-1
Locri – Citta di Messina 1-2
Marsala – Portici 2-0
Messina – Roccella 0-0
Sancataldese – Rotonda 0-1
Turris – Palmese 3-0

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo