HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Conti in ordine nella sanità lucana grazie ad iniezioni di bilancio

13/06/2014



Non sussistono più per la Regione Basilicata i presupposti per l’avvio della procedura di diffida. E’ quanto emerge dal monitoraggio della spesa sanitaria redatto dal ministero dell’Economia e delle finanze.
Secondo il rapporto la sanità lucana presenta una perdita di 3,401 mln di euro che viene compensata in parte dall’IRCCS-CROB che ha un utile di 2,688 mln di euro e da 6 milioni di euro che la regione ha inserito nella previsione annuale 2014 e Pluriennale 2014-2016 del Bilancio, con la quale è stato disposto il conferimento a favore
del Servizio sanitario regionale di risorse aggiuntive per 6 mln di euro iscritte sul capitolo U50000.
Dopo il conferimento di tali coperture, il risultato di gestione evidenzia un avanzo di 2,599 mln di euro.

Di seguito riportiamo gli esiti delle verifiche dell’attuazione dei Piani di rientro per l’anno 2013 –

BASILICATA


Esiti delle verifiche dell’attuazione dei Piani di rientro per l’anno 2013 – BASILICATA

Nella riunione del 26 marzo 2014 è emerso quanto segue:
Il modello CE trasmesso al Nuovo sistema informativo sanitario dalla regione Basilicata (al netto della voce AA0080) presenta una perdita di 3,401 mln di euro. La Regione riporta un prospetto di raccordo tra il risultato economico consolidato e quello riportato dalle aziende del SSR.

La regione fa presente quanto segue:
a) Rettifiche Mobilità : L’importo rilevato in sede di consolidamento è stato allineato a quanto riportato nelle tabelle di cui all’Intesa Stato Regioni del 20/02/2014. In sede di ripartizione definitiva del Fondo e ad seguito delle procedure di circolarizzazione previste dalle procedure amminis trative contabili di cui al Percorso Attuativo di certificabilità (ex DGR n. 677 del 07.06.2013) le aziende provvederanno a riconciliare i dati di mobilità infraregionale e ad allineare i dati di mobilità extraregionale ai valori riportati nell’Intesa.
b) Rettifiche da Contributi FSR . L’importo rilevato in sede di consolidamento è stato allineato a quanto riportato nelle tabelle di cui all’Intese Stato Regioni del 20.02.2014 (Obiettivi di Piano e Ripartizione FSN). In sede di ripartizione definitiva del Fond o Sanitario Regionale le aziende provvederanno ad allineare i dati alle assegnazioni effettive.
Il Tavolo rileva, ai sensi dell’articolo 30 del decreto legislativo 118/2011 che è presente un’azienda in utile a IV trimestre 2013, l’IRCCS-CROB, con un utile di 2,688 mln di euro.
Pertanto il risultato di gestione consolidato regionale deve essere rettificato di tale utile.
A tal proposito la regione ha inviato la determina dirigenziale n. 130C.2014/D.00002 del 24/03/2014 con la quale ha dato atto che il risultato economico di gestione di 2,688 mln di euro rilevato al IV trimestre 2013 dall’IRCCS CROB costituisce disponibilità ai sensi dell’articolo 30 del decreto legislativo 118/2011 ed è finalizzato al ripiano dei risultati economici negativi di gestione rilevati al IV trimestre 2013 nel modello CE dalle altre aziende sanitarie del SSR.
Pertanto, essendo tale utile destinato alla copertura delle perdite delle restanti aziende, il risultato cui dare copertura da parte della regione è un disavanzo di 3,401 mln di euro.
La regione rappresenta che non sono state adottate misure di copertura in quanto la regione è attualmente in esercizio provvisorio autorizzato con legge regionale n.
1 del 21 gennaio 2014.
La regione Basilicata presenta a IV trimestre 2013 un disavanzo di 3,401 mln di euro. Non ha presentato misure di copertura del predetto disavanzo.
Pertanto la regione Basilicata, con riferimento al predetto disavanzo necessita di adottare provvedimenti di copertura per un importo di 3,401 mln di euro.
In tali termini, si sono verificati i presupposti per l’avvio della procedura della diffida a provvedere di cui al comma 174 della legge n. 311/2004 e successive modifiche ed integrazioni.
Il disavanzo sul finanziamento ordinario incrementato delle maggiori entrate proprie rispetto a quelle cristallizzate e inglobate nel livello di finanziamento è pari allo 0,3%, pertanto una valutazione definitiva circa le condizioni di cui all’articolo 2, comma 77, della legge n.191/2009.
In data 22 aprile 2014, su richiesta della regione Basilicata, il Tavolo convoca una ulteriore riunione, in relazione all’esito della verifica della riunione del 26 marzo 2014 e all’invio da parte della regione di ulteriore documentazione in ordine alle coperture del disavanzo, stante la circostanza che l’invio della prevista lettera di diffida da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri non era ancora intervenuto.
La Regione Basilicata, in data 18 aprile 2014, ha trasmesso copia del disegno di legge di approvazione del Bilancio di previsione annuale 2014 e Pluriennale 2014-2016 in corso di approvazione da parte del Consiglio regionale in pari data nel quale era previsto il conferimento al Servizio sanitario regionale (SSR) di risorse aggiuntive per 6 mln di euro al fine di assicurare l’integrale copertura del disavanzo del SSR rilevato a IV trimestre 2013.
Nel corso della riunione i rappresentanti della Regione Basilicata hanno rappresentato un ritardo nell’adozione di tale disegno di legge assicurando che la relativa approvazione sarebbe intervenuta entro il 23 aprile 2014.

In relazione a quanto rappresentato dalla regione, i componenti del Tavolo delegano il rappresentante del Ministero dell’economia e delle finanze in seno al Tavolo a valutare, una volta approvato il disegno di legge, la conformità della copertura del disavanzo del SSR ivi contenuta al fine di chiudere l’istruttoria conferendogli il seguente mandato:

qualora dall’istruttoria si confermi l’avvenuto conferimento della copertura di 6 mln di euro nei termini prospettati dal disegno di legge, il Tavolo valuta che per la Regione Basilicata non sussistono più i presupposti per l’avvio della procedura di diffida ai sensi del citato articolo 1, comma 174 della legge n.311/2004 s.m.i.;

qualora, viceversa, la copertura contenuta nel disegno di legge non dovesse essere confermata, il Tavolo conferma la sussistenza dei presupposti per l’avvio della procedura della diffida a provvedere di cui al comma 174 della legge 311/2004 e successive modifiche ed integrazioni.
Il rappresentante del Ministero dell’economia e delle finanze in seno al Tavolo in data 23 aprile 2014 procede ad esaminare la documentazione pervenuta da parte della Regione Basilicata con nota n. 66437/1302 di pari data. In tale nota, facendo seguito a quanto precedentemente comunicato e a quanto rappresentato nel corso della riunione del 22 aprile 2013, si comunica l’avvenuta approvazione della legge regionale contenente il Bilancio di previsione annuale 2014 e Pluriennale 2014-2016 e si invia copia del capitolo del bilancio di previsione 2014 della UPB 0741.06 U50000 “Accantonamento per il ripiano dei disavanzi del SSR” contenente il conferimento di risorse aggiuntive per 6 mln di euro.
Il rappresentante del Ministero dell’economia e delle finanze in seno al Tavolo, sulla base del mandato ricevuto dal Tavolo in data 22 aprile 2014, dopo aver istruito la legge regionale della Regione Basilicata di approvazione del Bilancio di previsione annuale 2014 e Pluriennale 2014-2016 con la quale è stato disposto il conferimento a favore del Servizio sanitario regionale di risorse aggiuntive per 6 mln di euro iscritte sul capitolo U50000 “Accantonamento per il ripiano dei disavanzi del SSR”-UPB 0741.06 valuta quanto segue.
La regione Basilicata presenta a IV trimestre 2013 un disavanzo di 3,401 mln di euro. Ha conferito misure di copertura del predetto disavanzo per 6 mln di euro.
Dopo il conferimento di tali coperture, il risultato di gestione evidenzia un avanzo di 2,599 mln di euro. Pertanto, ai sensi dell’articolo 1, comma 174, della legge n.311/2004 e s.m.i., avendo la Regione Basilicata conferito al Servizio sanitario regionale risorse aggiuntive per complessivi 6 mln di euro ha assicurato l’equilibrio economico.
In tali termini non sussistono più per la Regione Basilicata i presupposti per l’avvio della procedura di diffida.



ALTRE NEWS

CRONACA

19/02/2019 - Elezioni Basilicata, si ritira Carmen Lasorella: ‘Ci fermiamo qui’
19/02/2019 - ASM sindacati proclamano lo stato di Agitazione
19/02/2019 - Pomarico: sorpresi a rubare rame ed attrezzi in un deposito, denunciano 4 minori
19/02/2019 - Pisticci, sequestrata area per smaltimento illecito reflui

SPORT

19/02/2019 - Sul Pollino ritorna 'Ciapsolando verso sud'
18/02/2019 - Brutto stop per la Pegasus Matera ad Ariano Irpino
18/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone E, Molfetta – HP Matera 6-5
18/02/2019 - Promozione: Olivieri regala i 3 punti alla capolista

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/02/2019 Francavilla in Sinni: iban per solidarietà

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia di Francavilla in Sinni è stato istituito un conto corrente bancario per offrire sostegno e un aiuto concreto alla Famiglia Genovese.
IBAN: IT27R0815441990000000135735
Intestato a Parrocchia Sant’Andrea Avellino
Causale: DONAZIONE PRO FAMIGLIA GENOVESE

19/02/2019 Sospensioni idriche 19 febbraio 2019

Potenza: a causa di un nuovo ed improvviso guasto l'erogazione idrica in via Cerreta e zona Masseria Monaco resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione Irsina: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, in contrada Notargiacomo e zone limitrofe
Potenza: a causa del protrarsi dei lavori di riparazione che interessano contrada Cerreta e le zone limitrofe, Acquedotto Lucano ha attivato il servizio sostitutivo mediante autobotte, che stazionerà sulla strada provinciale nei pressi della contrada Masseria Monaco.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso alla condotta distributrice, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in località Piano dei Peri. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

18/02/2019 Comunicazione di sospensione idrica per oggi 18 febbraio

Avigliano, Filiano: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sara sospesa dalle ore 20.00 di oggi alle ore 08.00 di domani, salvo imprevisti, ad AVIGLIANO nelle frazioni Stagliuzzo, Mandria Nuova, Monte Alto, Bozzelli e Lacciola; a FILIANO nella frazione Carpini
Pisticci: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle località San Teodoro, Casinello e Lido 48 resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Lavello, Venosa, Montemilone: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe; MONTEMILONE: contrada Macinali e zone limitrofe.
Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe; BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe; PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo