HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Violenta aggressione all’interno della Casa Circondariale di Potenza

3/06/2014



Questa Mattina, nella Casa Circondariale di Potenza, alle ore 11:00 circa, un detenuto extracomunitario (Y.M.) , per motivi ancora ignoti, andava in escandescenza e con uno sgabello danneggiava tutto ciò che trovava nella cella stessa.
Il poliziotto penitenziario che era di servizio nella sezione detentiva, unitamente al responsabile del reparto, cercavano di portare alla calma il detenuto ma, con inaudita violenza, l’extracomunitario aggrediva gli intervenuti con calci e pugni riuscendo a svincolarsi e rompendo un tavolo per procurarsi dei bastoni li utilizzava contro il personale di Polizia Penitenziaria che man mano accorrevano sul luogo per portare aiuto ai colleghi aggrediti, compreso lo stesso Comandante che appena venuto a conoscenza del fatto raggiungeva la sezione detentiva a rinforzare il proprio personale.
Tutti i poliziotti intervenuti, compreso il Comandante, ovviamente tutti disarmati come prevedono le norme penitenziarie, venivano violentemente colpiti sia con i bastoni che il detenuto si era procurato e sia con ogni forma di violenza fisica anche durante il contenimento che si era reso ormai necessario per ristabilire l’ordine .
Il risultato è stato di 7 unità di polizia penitenziaria coinvolte, con prognosi che vanno dai due ai quattro giorni ed un Assistente capo che è dovuto ricorrere alle cure presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale San Carlo di Potenza con una prognosi guaribile in dieci giorni s.c. .



L’episodio odierno ripercorre un momento molto difficile per il personale di Polizia Penitenziaria di Potenza che ultimamente è chiamato quasi quotidianamente a fronteggiare numerose criticità dovute sia alla difficile gestione dei detenuti, soprattutto dall’inizio dell’anno, quando la capienza del penitenziario è raddoppiata, che dalla grave carenza di organico dovuta ad un numeroso pensionamento del personale di Polizia Penitenziaria senza essere stato rimpiazzato dall’Amministrazione.
Proprio tale stato di cose ha determinato , già a decorrere dal 23 maggio , uno stato di agitazione con l’astensione della Mensa di Servizio prima da parte di tutti i poliziotti penitenziari di Potenza e poi anche da parte di quelli del penitenziario di Melfi, questi ultimi spinti anche dalla rideterminazione della capienza detentiva decisa dall’Amministrazione centrale, che va a maggiorare una presenza dai 208 detenuti previsti a ben 312 detenuti, tutti appartenenti al circuito Alta Sicurezza, senza tener minimamente conto di tutte le conseguenze sia in ordine alla sicurezza del personale che vi lavora e di quella pubblica, sia nella impossibilità strutturale di contenere così tanti detenuti senza avere né spazi sufficienti e neanche il necessario personale di polizia penitenziaria.
Le scriventi Organizzazioni Sindacali del Comparto Sicurezza non vogliono assistere a questo scellerato deterioramento che l’Amministrazione vuole porre a danno dei penitenziari lucani , che fino ad ora grazie allo spirito di sacrificio e grande senso del dovere di tutti i poliziotti e del personale del Comparto Ministeri , seppur da sempre sotto organico, hanno garantito ottimi standards di vita ai reclusi ed una efficiente sicurezza al territorio, anche attraverso ad un servizio delle traduzioni e dei piantonamenti eccellente.
Proprio per questo il giorno 6 giugno 2014 , a partire dalle ore 10:00 , i baschi azzurri , capitanati dalle OO.SS. scriventi, scendono in strada a manifestare i propri disagi attraverso un corteo che si terrà dalla Casa Circondariale di Potenza (Via Appia) al Provveditorato Regionale di Potenza (Via dei Mille) dove permarrà un Sit-in fino a che il Provveditore non convochi le rappresentanze sindacali per trovare intese che possano migliorare le condizioni di lavoro nei penitenziari lucani.



ALTRE NEWS

CRONACA

20/08/2018 - Tragedia nel parco del Pollino: escursionisti morti nel Raganello
20/08/2018 - Cade in una vasca di liquami: morto lavoratore a Bella
20/08/2018 - Rotonda: un fulmine brucia una quercia a un passo da una abitazione
20/08/2018 - Denuncia della Cia lucana,prodotti tipici "falsi"

SPORT

20/08/2018 - Matera: al XXI Settembre il Primo "Memorial Carpentieri"
20/08/2018 - Coppa Italia Serie C: decisa data recuperi
19/08/2018 - Marathon del Vulture, disponibili le tracce GPX dei due percorsi
19/08/2018 - Futsal: il Senise a lavoro per il campionato

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/08/2018 Avigliano: arrestato docente di francese

Un uomo di 57 anni, docente di francese in un liceo linguistico, è agli arresti domiciliari ad Avigliano (Potenza) con le accuse di stalking e violenza sessuale aggravati ai danni di una sua alunna minorenne. L'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Potenza, su richiesta della Procura della Repubblica, è stata eseguita il 17 agosto scorso.

20/08/2018 ASP:per maltempo chiusi temporaneamente alcuni servizi in Via Ciccotti a Potenza

A causa del forte temporale che si è verificato su Potenza, nel pomeriggio di oggi 20 agosto, l'Azienda Sanitaria Locale di Potenza comunica che sono stati chiusi, in maniera temporanea, presso la sede ASP di Via Ciccotti, i piani del plesso in cui vengono effettuati i servizi Veterinari, di Assistenza Protesica e Ser.D., con esclusione della somministrazione farmaci agli utenti garantita in altri locali di Via Ciccotti. La chiusura si è resa necessaria per effettuare alcune verifiche ed interventi urgenti.

20/08/2018 Policoro in swing: agenda di domani 21 agosto

Il festival "Policoro in Swing", che andrà in scena fino al 27 agosto, per la giornata di domani 21 agosto prevede alle 19 l'Aperijazz at Sailor Jazz Cafe’ al Circolo Nautico Aquarius in località Torre Mozza a Policoro. In piazza Eraclea alle 22,30 si terrà “Concert Jumpin’up Djset by Dj resident team” e al Circolo Nautico alle 01,30 After Party at Sailor Jazz Café - Live jam session and Djset by resident team.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo