HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Dopo il press tour nel parco una riflessione sul turismo in Basilicata

24/05/2014



Dopo il Press Tour organizzato in Basilicata dal Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, arrivano le prime segnalazioni delle criticità riscontrate in loco da parte dei giornalisti che hanno preso parte al viaggio. La Basilicata e le località del Parco in particolare non ricevono, quindi, solamente elogi su quello che è già in essere oltre che sulle risorse paesaggistiche, naturalistiche, archeologiche, culturali che come dato di fatto sono presenti nella nostra regione. Si parla di piccoli gap che ancora il territorio presenta e che si attribuiscono innanzitutto al ritardo del settore nella nostra regione. Sono i punti deboli di una analisi SWOT che i giornalisti ci hanno portato all’attenzione e che devono senz’altro divenire spunti di riflessione per tutti gli operatori, i futuri investitori e gli amministratori delle diverse comunità.
E’ noto che per attirare flussi turistici e attivare quel “passaparola” positivo che susciti la visita in un luogo di villeggiatura, uno dei primi elementi da considerare è il livello di sicurezza della località e l’offerta di servizi adeguati all’ospitalità.
In merito a questo, dalle molte escursioni che hanno portato i giornalisti sui tratturi rurali, ma anche tra le viuzze dei borghi uno dei fenomeni riscontrati è quello del randagismo che a loro avviso potrebbe rendere la vacanza in Basilicata ancora poco sicura. Tra le criticità vi sono senz’altro la viabilità che andrebbe migliorata, i servizi igienici e gli impianti ricettivi che sembrano avere ancora poche camere per accogliere scolaresche o gruppi di turisti più numerosi.
Se si vuole fare un turismo al “passo con i tempi”, i giornalisti sottolineano la necessità di fornire ovunque il collegamento Wi-Fi che è indispensabile per un turista che rimane fuori casa per qualche giorno.
Per destagionalizzare i flussi turistici o allungare il periodo del soggiorno nei luoghi del Parco, gli specialisti coinvolti nel tour ritengono fondamentale spalmare le date degli eventi (come le sagre e gli altri eventi) su un periodo più lungo e secondo alcuni di loro sarebbe interessante proporre più date delle stesse manifestazioni. Sono tutti d’accordo sull’importanza degli eventi, in particolar modo quelli di matrice esperienziale, come uno dei forti attrattori per i turisti che si muovono anche solo per vacanze “short break”.
A fronte di queste considerazioni, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano raccoglie con interesse anche le negatività esplicitate come punti su cui discutere e da tenere in conto nelle azioni previste dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile, attualmente in fase di attuazione, e si ritiene d’accordo sulla necessità di organizzare sistematicamente eventi di questo tipo che conducano ad una analisi su quanto ancora si debba fare per migliorare la qualità delle future destinazioni turistiche. Tutto questo se ci si vuole distinguere in un mercato sempre più competitivo e globale.



ALTRE NEWS

CRONACA

16/02/2019 - Esplosione Francavilla: gravissimo un ferito, il racconto di un soccorritore
16/02/2019 - Ladri baresi arrestati a Matera dopo un inseguimento
16/02/2019 - Regione Basilicata chiederà risarcimento ad Eni per sversamento Cova
15/02/2019 - Tentò di aggredire il sindaco: arrestato

SPORT

16/02/2019 - Futsal C1: il Senise batte il Lavello e continua la rincorsa in classifica
16/02/2019 - Bernalda Futsal-Real Team Matera,10-10.I rossoblu agguantano il pari nel finale
16/02/2019 - Serie D, G/H: il Picerno va a Nardò alla ricerca dei 3 punti
16/02/2019 - La PM Asci Potenza ospita la Security Fire Castellaneta

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/02/2019 Calcio a 5 –C1/gUNICO: risultati 16^ giornata

Comp.Sport Pisticci – Real Potenza 4-4
Futsal Marsico – EssediSport 4-4
Maschito – Castrum Byanelli Calcio 3-2
Senise – Atletico Lavello 8-2
Shaolin Soccer – San Gerardo Potenza 3-6
Amici Del Borgo Matera – Futsal Potenza 4-4

15/02/2019 Sospensione idrica a Grottole

Grottole: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti.

13/02/2019 Sospensione idrica Vulture-Melfese 18-21 febbraio 2019

Per consentire l’esecuzione di lavori da parte di Acquedotto Pugliese che interesseranno la galleria Santa Maria dei Santi dell’Acquedotto del Sele, l’erogazione idrica nei comuni di Melfi (tranne centro storico e zona industriale di San Nicola), Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano e nelle zone rurali Monteserico e Insertafumo di San Fele sarà sospesa secondo le seguenti modalità: il 18 febbraio, dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo; nei giorni 19-20-21 febbraio, dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti.

Nei comuni di Lavello, Montemilone e Palazzo San Gervasio, dal 19 al 21 febbraio prossimi, l’erogazione idrica potrebbe subire cali di pressione o essere sospesa dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti.

Considerata la complessità dell’intervento, il ritorno alla normalità dell’erogazione idrica potrebbe subire variazioni rispetto al programma previsto, che è pertanto da considerare indicativo.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo