HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Morti sul lavoro, il 28 maggio sciopero generale

24/05/2014



“Antonio Deluca, 39 anni Galleria Serra Rotonda. Giuseppe Palagano, 55 anni, Galleria Renazza. Queste sono le due vite che nel giro di poco più di un mese l’eterna incompiuta, Salerno-Reggio Calabria, ha mietuto. Di fronte ad eventi tragici di tale portata non è più possibile nascondere la testa sotto le macerie di un sistema di controlli della sicurezza sui cantieri, che fa acqua da tutte le parti. La sicurezza non può essere vincolata dai costi. Occorre tolleranza zero, ci vuole un atto di responsabilità che porti tutti i livelli istituzionali a creare una task force mirata a fermare questa escalation pericolosa, perché non si può continuare a morire di lavoro. Basta piangere. È venuto il tempo di agire” è quanto dichiarano i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Alessandro Genovesi, Nino Falotico, Carmine Vaccaro.

“Per questi motivi CGIL CISL UIL Basilicata proclamano 30 minuti di sciopero generale di tutte le categorie da effettuarsi all’inizio/fine turno del giorno 28 maggio 2014.

La proclamazione dello Sciopero avviene in ossequio del principio dell’immediatezza rispetto all’ultimo infortunio mortale avvenuto il 19 maggio 2014 e della franchigia elettorale, come previsto dalla Legge 146 art. 2 comma 7. Il nostro non vuole essere solo un grido di dolore, ma un monito alle istituzioni e a tutte quelle imprese, associazioni, liberi cittadini che credono nel valore del lavoro, dei diritti, della dignità, della vita, per pretendere l’attivazione di tutti gli strumenti necessari a fermare questa strage silenziosa”.



ALTRE NEWS

CRONACA

27/05/2019 - San Giorgio lucano: quorum per le Europee ma non per le Comunali
27/05/2019 - Elezioni Europee. In Basilicata il M5S si conferma primo partito. Crollo del PD
27/05/2019 - Elezioni in Basilicata: affluenza al 46,98%
26/05/2019 - Elezioni in Basilicata: alle 19 affluenza al 34,45%

SPORT

27/05/2019 - Il Mito del Grande Torino raccontato a Melfi
26/05/2019 - I fratelli D'Onofrio in auge ai Campionati Nazionali Universitari
26/05/2019 - La PM Asci Potenza ottiene la meritata salvezza
25/05/2019 - Giro d’Italia 2019.Domenico Pozzovivo ,il gregario di lusso

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 25 Maggio in Basilicata

Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica reVia Biagio Guarnaccio, Via Caprini, Via Ventiquattro Maggio e zone limitrofe
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti zone: via Biagio Guarnaccio, via Caprini, via Ventiquattro Maggio e strade limitrofe.

24/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 24 Maggio in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade San Germano e Macchione e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 16:30 alle ore 19:30, salvo imprevisti.
Maschito: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Parini, via U. Foscolo, Via Calvario, via A. Moro, via Nitti, via IV° Novembre e via XXIV Maggio dalle ore 08:00 di domani mattina fino al termine dei lavori.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone : contrada Cappuccini, contrada Belvedere, contrada Sant'Antuono, via Maddalena, via Conserva.

23/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 Maggio in Basilicata

Rionero in Vulture: a causa del protrarsi dei tempi necessari all'esecuzione dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in via E. Alessandrini, via G. Rossa, via M. Rigillo e sue traverse, via M. Miradio della Provvidenza, via Padre Pio e contrada Fontana Maruggia, resterà sospesa fino alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo