HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Lupo, un corso di formazione al Parco del Pollino

15/05/2014



Nell'ambito del progetto "Convivere con il lupo, conoscere per preservare", condotto dal Parco Nazionale del Pollino in partnership con altri 5 parchi nazionali dell'Appennino Meridionale (Alta Murgia, Cilento, Gargano, Appennino Lucano e Aspromonte) ed in collaborazione con Legambiente ed ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), il 14 Maggio 2014 si è tenuto, a Rotonda (PZ), un corso di formazione sui metodi di cattura del lupo. Al corso, tenuto dal biologo Antonio Antonucci del Parco Nazionale della Majella (che tra il 2010 e il 2013 ha contribuito alla cattura di 9 lupi in Majella), hanno partecipato i funzionari responsabili dei parchi aderenti, il personale esterno coinvolto nella ricerca, alcuni veterinari che da anni si occupano di fauna selvatica e rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, scelti dai CTA sulla base delle attitudini e dell’interesse degli stessi sul tema della conservazione. «La brillante ed esaustiva relazione del dott. Antonucci - riferisce Alberto Sangiuliano, del Settore Conservazione dell’Ente Parco nazionale del Polino - ha concluso, di fatto, la prima fase del Progetto di Sistema, attivato a seguito della Direttiva n. 52238 (28.12.2012) del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, nel corso della quale, attraverso l’analisi genetica dei campioni biologici raccolti (condotta da personale specializzato dell’ISPRA), è stato possibile identificare i primi 25 lupi presenti nell’Appennino Meridionale. I primi risultati ottenuti, oltre che attraverso l’uso della genetica, con i metodi del Fototrappolaggio e dell’Ululato Indotto (Wolf-howling) hanno spinto il Ministero a rifinanziare il progetto, ponendo le basi per un approfondimento finalizzato all’identificazione di un numero sempre maggiore di individui, nonché alla definizione dei rapporti di parentela tra essi, del numero di branchi presenti e delle unità riproduttive attive.



ALTRE NEWS

CRONACA

20/06/2019 - Basilicata. Il 25 giugno la convalida definitiva dei consiglieri eletti
20/06/2019 - #ParchixilClima del Ministero dell’Ambiente:7,6 Milioni di € per i Parchi Lucani
20/06/2019 - Marcia d’amore per la cultura: da Assisi benedizione per Pomarico
20/06/2019 - Prostituzione minorile: 9 rinvii a giudizio

SPORT

20/06/2019 - Giacomarro: ‘Priorità al Picerno, ma ho dei dubbi”
20/06/2019 - Calcio: perquisizioni Bitonto e Picerno
20/06/2019 - A Terranova di Pollino sopralluogo per realizzare una pista di Skiroll
20/06/2019 - Minibasket in piazza: concluse le attività della terza giornata

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/06/2019 Comunicazione sospensione idrica oggi 18 giugno in Basilicata

Potenza, Pignola: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi e fino al termine dei lavori. A POTENZA in contrada Faloppa, via Saragat, via Gronchi, contrada Centomani Tora e zone limitrofe. A PIGNOLA nelle contrade: Campo di Giorgio, Molino di Capo, Serra San Marco e zone limitrofe
Lagonegro: a causa di un guasto improvviso, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica nelle seguenti zone: Sant'Anna, Molara, Portella, San Giovanni e Castello. Il ripristino del servizio è previsto alle ore 12:30 di oggi, salvo imprevisti.
Barile: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14:00 circa, nel centro storico, in corso Alice De Gasperi e nelle strade limitrofe. Il ripristino è previsto al temine dei lavori di riparazione.
Paterno: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nell'area Pip sarà sospesa dalle ore 09:30 alle ore 14:00, salvo imprevisti.

17/06/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 17 Giugno in Basilicata

Melfi: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l’erogazione dell’acqua potabile potrebbe subire cali di pressione o essere sospesa nell'intero abitato, ad esclusione del centro storico, dalle ore 21:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cupa, Pascone, Piano Pagani, Piani San Quirico, Serra del Vento, Serrone.
Muro Lucano: a partire da oggi 17 giugno 2019 e fino al ripristino dei livelli nel serbatoio, l’erogazione dell’acqua potabile, sarà sospesa tutte le sere dalle ore 18:00 di alle ore 07:00 del mattino seguente, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cappuccini, Belvedere, Santatuono, Via Conserva, e Sopra Maddalena.

16/06/2019 Metaponto: ruba un cellulare ad un turista, denunciato 33enne

Al termine di attività investigativa i Carabinieri di Metaponto hanno denunciato per ricettazione un 33enne, extracomunitario, originario del Mali e residente a Massa, ma di fatto domiciliato nella frazione di Metaponto, all’interno degli ex stabilimenti della “Felandina” sulla SS 407 “Basentana”.
Il 33enne si era reso autore di un furto di un telefonico di proprietà di una cittadina italiana, residente nella Provincia di Bergamo, avvenuto mentre era in ferie nella cittadina Jonica.
Alla signora verrà riconsegnato il telefonino la quale si è complimentata con i militari.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo