HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Presentato il piano forestale territoriale di indirizzo del Parco del’Appennino

16/04/2014



È stato presentato nei giorni scorsi il Piano Forestale Territoriale di Indirizzo dell’area P.O. Val d’Agri e Parco Nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese. All’incontro tenutosi presso la sede dell’Ente Parco a Marsico Nuovo, hanno preso parte oltre a tecnici e operatori privati interessati sindaci, e amministratori, i cui territori ricoperti di superfici boscate, sono direttamente interessati dalla pianificazione di questo innovativo strumento di area vasta, che ha lo scopo di delineare gli indirizzi gestionali del bosco e del territorio localizzando funzioni, priorità e tipologie di intervento. Il Piano è stato realizzato dall’INEA-Basilicata con la collaborazione del CRA, dell’IMAA-CNR, e dell’ufficio natura dell’Ente Parco dell’Appennino.
Sul territorio il progetto si è avvalso della collaborazione del CTA del Corpo Forestale dello Stato del Parco. Hanno svolto le relazioni tecniche per l’INEA Mauro Fratteggiani, Silvia De Carlo e Giusi Costastini e per il CNR Fabrizio Ferretti e Tiziana Simmoniello.
Gli esperti hanno illustrato le varie fasi dell’elaborazione del Piano, mettendo in luce l’aspetto partecipativo della stesura dello stesso, svolto seguendo il metodo della consultazione delle diverse componenti del territorio, della modularità e della raccolta di dati confrontabili, che fanno del Piano uno strumento che di per se stesso non certifica ma che è di ausilio per giungere alla certificazione, e che raccoglie una banca dati importante per la redazione di altri strumenti di pianificazione per altri soggetti pubblici , quali il PO val d’Agri, i Comuni del Parco e per progettazioni di interventi di natura privatistica.
Il Piano del Parco dell’Appennino Lucano in fase di partenza, come ha sostenuto il presidente Domenico Totaro, trova nel PFTI un valido strumento di supporto che contribuirà alla redazione finale dello stesso in tempi relativamente brevi. Quanto ai risultati emersi dalla fase di conoscenza e di indagine del territorio, colpisce l’elevato indice di boscosità delle aree prese in esame. Se per i 35 comuni del PO Val d’Agri l’indice è pari al 55%, per i 29 comuni del Parco lo stesso si attesta al 72%, ad indicare quanto sia importante il bosco nell’ecosistema del territorio dell’area protetta. Un dato che è stato sottolineato dal presidente Totaro, che ha evidenziato l’importanza della conoscenza di questi indicatori, che risulteranno estremamente utili in vista della nuova programmazione del PSR per il periodo 2014-2020.
Ulteriori validi contributi al convegno sono venuti da parte del presidente dell’Area Programma Val d’Agri Claudio Cantiani, del dirigente della struttura di progetto del PO Val d’Agri Francesco Pesce, e Carmela De Vivo di INEA Basilicata. Tutti hanno sottolineato l’utilità del PFTI, uno dei pochi esempi nel panorama italiano della gestione della risorsa forestale, patrimonio fondamentale da tutelare e salvaguardare per l’equilibrio naturale del presente e per il benessere delle generazioni future.



ALTRE NEWS

CRONACA

25/05/2019 - Melfi: ai domiciliari continuava a fare il pusher. Arrestato
24/05/2019 - Scuole sicure: sequestrati 4,9 gr di marjuana e 2,2 gr di hashish
24/05/2019 - Castelluccio Inf.: approvato il Piano Comunale di Emergenza
24/05/2019 - Maratea: Tenta un’estorsione, arrestato dai Carabinieri

SPORT

24/05/2019 - Iannone,Verre e Laino: ciclismo lucano protagonista in Puglia, Veneto e Campania
24/05/2019 - Ultima gara stagionale per la PM Asci Potenza,in palio la salvezza
24/05/2019 - L'Olimpia Matera chiude la stagione sportiva con una conferenza stampa
24/05/2019 - Lucania volley alle finali nazionali Giovanili di Pallavolo Under 13

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

24/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 24 Maggio in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade San Germano e Macchione e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 16:30 alle ore 19:30, salvo imprevisti.
Maschito: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Parini, via U. Foscolo, Via Calvario, via A. Moro, via Nitti, via IV° Novembre e via XXIV Maggio dalle ore 08:00 di domani mattina fino al termine dei lavori.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone : contrada Cappuccini, contrada Belvedere, contrada Sant'Antuono, via Maddalena, via Conserva.

23/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 Maggio in Basilicata

Rionero in Vulture: a causa del protrarsi dei tempi necessari all'esecuzione dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in via E. Alessandrini, via G. Rossa, via M. Rigillo e sue traverse, via M. Miradio della Provvidenza, via Padre Pio e contrada Fontana Maruggia, resterà sospesa fino alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

22/05/2019 Sospensioni idriche 22 maggio 2019

Rapolla: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in parte di via Melfi e contrada Marciano dalle ore 15:30 alle ore 18:00 circa, salvo imprevisti
Acerenza: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile in contrada Finocchiaro sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo